Stecca il Modena di Bollini, esulta la Pergolettese che va in fuga

Nel girone C l'Adriese rimonta due reti contro l'Arzignano in una gara tesa con tre espulsioni. Nel girone D sta risalendo il Reggio A. che spera nel primato

di Alan paul Panassiti
Alan paul Panassiti
(299 articoli pubblicati)
ferrario

Nel girone  C della serie D  sia Adriese che Campodarsego e Arzignano hanno pareggiato, quindi le prime due posizioni in classifica rimangono tali, però a quota 33 si aggiunge il Levico Terme che ha schiacciato 4-1 la Clodiense. L’Este, vittorioso contro il Tamai, entra in zona play-off a pari punti con il Porto Tolle. Bella vittoria del Cjarlins Muzane e classifica che sorride di più, a differenza delle compagini in zona rossa che hanno perso tutte e navigano in pessime acque.

Pareggio davvero molto sofferto per l'Adriese di Michele Florindo contro l'Arzignano Valchiampo tra le mura amiche del Luigi Bettinazzi, in una fredda e gelida giornata invernale.La rete però é nell'aria e arriva al 39': manovra offensiva ospite, palla che arriva in area, e Fracaro insacca, realizzando il vantaggio.L'Adriese barcolla ed incassa la seconda marcatura: al 53' passaggio filtrante di Odogwu, che arriva a Plummbaj, batte Milan, e realizza il 2-0 parziale. Episodio che cambia il match al 55': fallo di Ferri su Santi, il difensore che era già ammonito viene espulso. Subito dopo espulso anche il centravanti della squadra di casa. La gara cambia volto e gli etruschi iniziano ad aumentare il forcing: al 70' calcio piazzato dalla sinistra di Marangon, il cross arriva a Busetto, che colpisce di testa, e accorcia le distanze. Nel finale della sfida accade l'inaspettato: all'89 espulsione per fallo da ultimo uomo a Vanzan in area. Il direttore Scarpa di Collegno concede il rigore e Aliù dal dischetto non fallisce la mira, siglando il 2-2 definitivo. Etruschi che all'ultimo impattano contro la seconda della classe, e distanti sei lunghezze dalle rivali, rimanendo sempre capolista del girone, e prima del torneo, col Campodarsego che pareggia 1-1 nel finale contro il Delta, nell'altro turno spettacolo della giornata. 

La 19esima giornata del Girone D regala una nuova capolista: è la Pergolettese, infatti, la nuova squadra in vetta in solitaria, grazie alla vittoria per 2-0 ottenuta sul campo dell’Adrense e il contemporaneo, clamoroso pareggio del Modena, che alla prima con Bollini in panchina strappa a fatica il pareggio contro il Lentigione grazie a un rigore di Ferrario.  Reggio Audace che resta alle spalle delle due grazie alla doppietta di Ponsat, che permette di vincere contro il San Marino, solo pareggi invece per Vigor Carpaneto (0-0 con il Sasso Marconi) e Fanfulla (1-1 a Crema). Sale il Fiorenzuola grazie alla vittoria di misura sull’Axys Zola.

Non si arresta dunque la corsia della Pergolettese. Ad Adro i gialloblù si impongono per due reti a zero. Le marcature tutte nel secondo tempo. Al 52° Cazzamalli porta in vantaggio il Pergo e all’89° arriva il raddoppio di Russo. 

Bollini, debuttante sulla panchina del Modena deve fare a meno di pedine importanti: capitan Perna e Loviso su tutti, ma anche Rabiu e Duca. Si affida, dunque, a un 4-3-3 con Montella e Baldazzi ai fianchi di Ferrario.E' ancora una volta il bomber gialloblù a sbloccare l'incontro su una delle poche giocate degne di nota del primo tempo. Pettarin serve in profondità Montella che butta il pallone in mezzo dove Ferrario con estrema freddezza controlla il pallone di petto e insacca con un preciso destro. Sembra il preambolo di un dominio gialloblù, ma i sogni dei tifosi canarini si infrangono nel finale di primo tempo. Il Modena pasticcia con Dierna nella sua area, la sfera arriva a Bernasconi che dal limite con un gran destro al volo trafigge Piras. Alla prima occasione il Lentigione trova il vantaggio. L'esperto Guazzo, appena entrato, lavora un pallone sulla sinistra e riesce a mettere un cross tagliato al centro. I due centrali del Modena sono fuori gioco e sul taglio di Bernasconi Zanoni si addormenta: la punta reggiana tocca il pallone e insacca.Ma al 92' c'è l'intuizione del più giovane in campo: Messori con un bel lancio trova Ferrario lanciato in area. L'attaccante canarino viene abbattuto: rigore. Lo stesso Ferrario trasforma di rabbia.

bellaria
Fonte: l'autore Alan paul Panassiti

DI' LA TUA

0
0 COMMENTI

Inserisci qui il tuo commento

Gazzetta Fan News

Modifica password

Inserisci la password attuale: Inserisci la nuova password: Conferma la nuova password:

Grazie per il tuo commento!

Il commento sarà pubblicato appena moderato.

Grazie per aver compilato il form

A breve riceverai un feedback dallo staff di Gazzetta Fan News.

Grazie

Hai completato la tua registrazione! Inizia subito a partecipare alla community di GazzaNet

Continua la tua navigazione

Login

RECUPERA PASSWORD

Per recuperare la password inserisci la tua email.



Inserisci la tua nuova password.