Picerno e Bari: sembra la fuga giusta verso la serie C

Spazzato via il Cerignola, rimane solo forse il Taranto a insidiare la squadra di Giacomarro, mentre l'ACR Messina è ormai disperato nel girone I

di Alan paul Panassiti
Alan paul Panassiti
(338 articoli pubblicati)
La festa del Picerno

La 16/a giornata del Girone H di Serie D ci lascia in dote un verdetto quasi inequivocabile: È l’Az Picerno la squadra da battere per vincere il girone. Il 4-1 rifilato oggi all’Audace Cerignola spazza via ogni dubbio e proietta i lucani a quota 36 punti, con adesso +5 sulla rivale.  Perde terreno anche il Bitonto, caduto un  po  a sorpresa in casa del Sorrento, 2-0 e sorpassato dal Taranto che sbanca il fanalino di coda Pomigliano di misura grazie alla rete di Croce nel finale di partita.Risultato inaspettato anche nel derby pugliese tra Gravina e Fidelis Andria, con i padroni di casa che stendono la formazione di Potenza con un lapidario 4-1. Biancazzurri raggiunti adesso in classifica dal Team Altamura, che centra la seconda vittoria consecutiva in pochi giorni rifilando un poker alla Sarnese. La banda di Cozza rilancia in questo modo le sue ambizioni di play-off.  A quota 25 sale anche il Nardò che impatta 1-1 tra le mura amiche contro il Città di Fasano, mentre il Francavilla non riesce a sfondare il muro del Gragnano, finisce, infatti a reti bianche il match del ” Nunzio Fittipaldi”.

Infine vittoria del Gelbison sul Nola, 2-0 e padroni di casa che scavalcano in classifica proprio i campani, salendo all'undicesimo posto a  quota 19 punti. Ieri la  vittoria del Savoia 2-1 in casa del Granata.  Nel prossimo turno, l’ultimo prima della sosta per la pausa natalizia, big match tra il Picerno che andrà a bussare a casa del Bitonto, mentre il Cerignola ospiterà il Francavilla.

Tamponamenti a catena sulla strada verso il Natale. In Serie D, al 16° turno, tutto è infatti bloccato tra l’inizio e la fine della classifica. Una nuova empasse riporta quasi ai blocchi di partenza, se 9 squadre stanno in (precario) equilibrio nel raggio di appena 2 punti. E non si vede già più il Bari, che si permette il lusso di complicarsi la vita per portare il suo vantaggio in doppia cifra, a 11 punti.

Si sganciano, ancora un po’, le tre sul piano inclinato della retrocessione diretta. Inclusa l’ACR Messina, che torna alla propria routine. Non galleggia più l’Acireale, ma più veloce affonda il Gela. Rimbalzano Castrovillari e Locri, che riportano il campionato in Calabria. L’orgoglio del Troina resetta però i conti in zona play-off, se il fattore derby vale almeno quanto in Campania.

Sorprende, infatti, la nebbia che cala su Nocerina e Turris. Novanta minuti non bastano per sbloccare il derby, per nulla spettacolare dopo due uscite a vuoto dei corallini nel primo tempo. Lo 0-0, tra disillusione e sbadigli, premia soltanto la concentrazione dei molossi, che restano in partita dopo un gol annullato ed un rigore fallito per gli ospiti. Al 18′ l’arbitro strozza appunto l’esultanza di Longo, per fuorigioco. Dieci minuti più tardi Aliperta lascia l’opera a metà, spiazzando il portiere prima di stampare sul palo la conclusione dagli 11 metri. La ripresa si trascina tra non poche interruzioni e la Turris perde contatto dal Bari, che pure fatica nel testa-coda col Rotonda.

Mister Cornacchini salva, non a caso, soltanto il risultato del match che segna un’altro, più deciso strappo alla classifica. In evidente affanno, il Bari evita appunto la peggiore frenata possibile solo a 6′ dalla fine, piegando il Rotonda sull’1-2. E serve una magia di De Cesare, con un sinistro diretto dal vertice dell’area sotto l’incrocio dei pali, a evitare l’imbarazzo dei galletti, che pure erano passati in vantaggio. Il calcio di rigore trasformato da Brienza prolunga però fuori tempo massimo l’intervallo del Bari, che al 70′ ha un brusco risveglio a causa della punizione messa in rete da De Stefano. Ma alla capolista rimane il tempo necessario per assicurarsi la sesta vittoria consecutiva, sfondando la soglia di un distacco a due cifre già prima di metà torneo.

rotonda
Fonte: l'autore Alan paul Panassiti

DI' LA TUA

0
0 COMMENTI

Inserisci qui il tuo commento

Gazzetta Fan News

Modifica password

Inserisci la password attuale: Inserisci la nuova password: Conferma la nuova password:

Grazie per il tuo commento!

Il commento sarà pubblicato appena moderato.

Grazie per aver compilato il form

A breve riceverai un feedback dallo staff di Gazzetta Fan News.

Grazie

Hai completato la tua registrazione! Inizia subito a partecipare alla community di GazzaNet

Continua la tua navigazione

Login

RECUPERA PASSWORD

Per recuperare la password inserisci la tua email.



Inserisci la tua nuova password.