Morello trascina la Pergolettese, mentre il Modena ringrazia Re Carlo

Ferrario, bomber del torneo, fa risorgere dopo 66 giorni i canarini in trasferta. Vince anche la Reggiana che sfiderà al "Voltini" la capolista tra sette giorni

di Alan paul Panassiti
Alan paul Panassiti
(297 articoli pubblicati)
Carlo Ferrario

Si è giocata oggi la 20a giornata del girone D di Serie D. La Pergolettese si conferma al primo posto del girone grazie alla vittoria in trasferta contro il Lentigione per 1-3. Si mantiene in corsa per la testa della classifica il Modena, vittorioso 0-2 a Voghera. Vince anche Reggio Audace di misura contro il fanalino di coda Classe. Chiudono la zona playoff con gli stessi punti Vigor Carpaneto e Fanfulla. I piacentini pareggiano 1-1 con il San Marino Calcio, mentre i lodigiani fanno bottino pieno in una pirotecnica gara contro il Pavia, vinta 4-3 nel secondo tempo dopo una prima frazione di botta e risposta.

Vince anche Crema contro il Fiorenzuola nello scontro diretto grazie alla doppietta di rigore di Pagano. Nella seconda metà di classifica l'Adrense vince in trasferta 2-3 contro il Mezzolara mentre Axys Zola e Sasso Marconi pareggiano 3-3 e restano in zona playout separate da un solo punto. Per le speranze di salvezza potrebbe rivelarsi decisiva la vittoria del Ciliverghe contro il Calvina Sport, arrivata grazie alla rete di Comotti.

Una vittoria che vale doppio quella della capolista Pergolettese. Questo il commento generale al termine dell’insidiosa gara contro il Lentigione. Scesa in campo con 3 giovani del 2000, la partita, temuta alla vigilia da mister Contini, si e’ rivelata ancora più complicata per le pessime condizioni del campo di gioco. Con meta’ campo fangoso il gol del vantaggio per il Lentigione  e’ arrivato al 26’ grazie a una punizione di Ragnoli, deviata leggermente dalla testa di Zagnoni che ha sorpreso il portiere cremasco.   Un Morello imprendibile nei secondi 45 minuti, ha fatto la differenza in avanti recuperando palla  sulla trequarti e dopo una lunga discesa sulla sinistra ha servito in area sul taglio  Franchi, sul quale il suo difensore non ha potuto che strattonarlo: rigore ineccepibile trasformato dallo stesso giocatore. La capolista, trascinata dal suo giovanissimo talento scatenato, galvanizzato dalla convocazione nella rappresentativa di serie D, che ha caricato di falli tutti coloro che hanno provato a fermarlo. A farne le spese e’ stato il difensore Denti, espulso al 70’ per un fallo volontario nel tentativo di anticiparlo, guadagnando cosi’ un doppio cartellino giallo e la doccia anticipata. Al 75’, con il neo entrato Muchetti,ha raddoppiato.   Minuti finali di recupero concitanti , fino al terzo gol realizzato da un altro neo entrato Bitihene, messo in condizione di calciare a rete da Bortoluz al termine di una ripartenza perfetta. Primato in classifica conservato.

Incantesimo  rotto: dopo 66 giorni il Modena è tornato a vincere in trasferta, l’ultima volta era accaduto il 14 novembre contro il Classe. Ancora una volta decisivo Carlo Ferrario: una sentenza ogni volta che segna.  E’ rivoluzione copernicana alla lettura delle formazioni, seconda maglia da titolare per Berni e Cortinovis, a centrocampo prima per Bellini con Rabiu preferito a Messori. Nel reparto offensivo c’è la novità Sansovini con Montella messo a sinistra al posto di Baldazzi. Sugli spalti i tifosi gialloblù espongono un lungo striscione: “Grinta, orgoglio e appartenenza, riconquistiamo la vetta e teniamola stretta”.

Nella ripresa, dopo tanti tentativi nel primo tempo,  il Modena ha continuato ad affacciarsi maggiormente nella metà campo avversaria. A togliere il tappo alla gara ci pensa Ferrario, pronto a ribadire in rete una corta respinta di Cizza sul tiro di Sansovini. Raddoppia ancora Re Carlo, stavolta ricevendo un lancio di Berni, smarcando il portiere e depositando in rete.

Tre punti, come preventivato, anche per la Reggio Audace che ha faticato parecchio a trovare la via del gol contro il Classe ultimo in classifica. Ha deciso la partita un tiro di Alvitrez, al 5′ della ripresa.

Fra sette giorni si torna al Braglia dove arriva il Mezzolara. I gialli non vincono in casa dal 16 dicembre, contro  la capolista. In contemporanea ci sarà lo scontro diretto Pergolettese – Reggiana.  

Ancora tutto da scrivere!

Manzoni
Fonte: l'autore Alan paul Panassiti

DI' LA TUA

0
0 COMMENTI

Inserisci qui il tuo commento

Gazzetta Fan News

Modifica password

Inserisci la password attuale: Inserisci la nuova password: Conferma la nuova password:

Grazie per il tuo commento!

Il commento sarà pubblicato appena moderato.

Grazie per aver compilato il form

A breve riceverai un feedback dallo staff di Gazzetta Fan News.

Grazie

Hai completato la tua registrazione! Inizia subito a partecipare alla community di GazzaNet

Continua la tua navigazione

Login

RECUPERA PASSWORD

Per recuperare la password inserisci la tua email.



Inserisci la tua nuova password.