Matelica resiste ancora in vetta al girone F, ma il Cesena…

I romagnoli stanno ambientandosi piano piano nell'inferno dei Dilettanti, la sofferta vittoria sulla Savignanese lo dimostra

di Alan paul Panassiti
Alan paul Panassiti
(400 articoli pubblicati)
Alessandro

Nel girone F della serie D resiste in vetta il Matelica, tallonato dal  Cesena che è tornato a vincere tra le mura amiche.
La capolista ha vinto soffrendo ma continua a guardare tutti dall'altro: gara complicata, quella contro il Francavilla, che si è conclusa sull'1 a 0 per i matelicesi. 

Nel primo tempo partita equilibratissima, con Fioretti che raccoglie un rasoterra di Melandri e insacca l'1 a 0. Nella ripresa viene fuori la squadra ospite, ma le occasioni migliori passano comunque sui piedi dei giocatori del Matelica. Prima Angelilli prende il palo, poi diversi minuti dopo è Bittaye a calciare sulla traversa. Influisce anche l'espulsione di Cafiero, per doppia ammonizione al 30'. Nel finale Palumbo in girata rischia di rovinare tutto ai biancorossi, ma è bravo Avella in tuffo a salvare i suoi. Ora prossimo appuntamento domenica in trasferta a Santarcangelo.

Il Cesena torna al successo casalingo, dopo la battuta d'arresta contro la Recanatese , facendo suo il derby con la Savignanese grazie ad una rete di Alessandro nel primo tempo.

Cesena in dieci dal 33' del secondo tempo per l'espulsione di Tortori. Fase iniziale di studio con la Savignanese attenta a non scoprirsi, ma che non disdegna qualche sortita in avanti. Al 7’ un tiro da dentro l’area di Alessandro mette qualche brivido a Pazzini, ma è una fiammata isolata. I gialloblù replicano subito con Vandi che conclude da dentro l’area una bella azione di contropiede. Il suo tiro però stoppato da Noce.

A metà del tempo Agliardi compie un miracolo su Longobardi su assist di Peluso: è il segnale che la formazione ospite non è intenzionata a vivere una serata da comparsa. Al 35' arriva però il gol che sblocca la gara: indecisione in difesa della Savignanese su una palla alta, la sfera giunge a Tortori e sul suo tiro in porta Alessandro ci mette la testa. Da pochi passi non sbaglia. La Savignanese perde anche il suo play maker Brighi per infortunio e il primo tempo si chiude così.

Nella ripresa il Cesena lascia il pallino del gioco agli avversari che però si dedicano ad un palleggio sterile. E così sono gli uomini di Angelini a sfiorare il raddoppio all'8' con Capellini che servito da Tortori salta anche Pazzini, ma a porta vuota appoggia sull'esterno della rete. La reazione gialloblù è in un tiro di Manuzzi che Agliardi controlla agevolmente. Con il passare dei minuti la partita si spegne. Per i padroni di casa diventa agevole controllare il gioco mentre i ragazzi di Oscar Farneti perdono vigore .

C'è ancora spazio per un'occasione di Valeri: provvidenziale la chiusura di Gregorio. Poi Tortori si fa cacciare per un fallo di reazione su Longobardi. In superiorità la Savignanese chiude in avanti e Longobardi si divora il pari a tre minuti dalla fine. Il Cesena può esultare. 

Questo duello presumibilmente ci accompagnerà fino alla fine della stagione.

Cesena
Fonte: l'autore Alan paul Panassiti

DI' LA TUA

0
0 COMMENTI

Inserisci qui il tuo commento

Gazzetta Fan News

Modifica password

Inserisci la password attuale: Inserisci la nuova password: Conferma la nuova password:

Grazie per il tuo commento!

Il commento sarà pubblicato appena moderato.

Grazie per aver compilato il form

A breve riceverai un feedback dallo staff di Gazzetta Fan News.

Grazie

Hai completato la tua registrazione! Inizia subito a partecipare alla community di GazzaNet

Continua la tua navigazione

Login

RECUPERA PASSWORD

Per recuperare la password inserisci la tua email.



Inserisci la tua nuova password.