Un’altra X: se questa è la Nazionale che abbiamo, non andiamo lontano

Per fortuna a Bergamo si e' giocato senza pubblico, l'azzurro stinto dell'Italia di Mancini non brilla per niente

di Luca Sala
Luca Sala
(224 articoli pubblicati)
Juventus v SSC Napoli - Coppa Italia Fin

Vedere tanti sindaci bergamaschi al Gewiss Stadium su gentile invito della Federazione Italiana Giuoco Calcio ha rappresentato senz'altro la vera nota lieta di una serata anonima come troppo spesso accade quando gioca una formazione italiana, nazionale compresa.

Ero proprio  curioso di vedere se lo 0 a 0 in Polonia fosse stato un caso isolato, ma dopo stasera mi son fatto la precisa idea che non si vincono le partite affidandosi ai cross in serie dalla sola fascia destra per i nostri malcapitati attaccanti letteralmente surclassati dai perentori anticipi dei marcantoni orange.

Roberto Mancini sembra vantare un credito eterno tanto dal popolo quanto dagli  addetti ai lavori con lui particolarmente generosi e tolleranti, parlerei piuttosto di una grossa montatura più che trovarci di fronte ad un fenomeno di bravura.

Mi stupiscono le lodi sperticate dei suoi colleghi allenatori o ex tecnici come Arrigo Sacchi che immancabilmente ne sottolineano gioco e idee neanche ci trovassimo di fronte a Klopp o  Guardiola, trovo infatti esagerata l'esaltazione collettiva che lo dipingerebbe come il salvatore della Patria.

Il suo è un calcio propositivo nella misura in cui trova giocatori in forma dietro cui nascondersi, a gioco lungo invece appaiono evidenti le magagne e i limiti dei suoi schemi non certo impeccabili o rivoluzionari.

Sostengono i suoi adulatori che abbia gran coraggio nel lanciare giovani a ripetizione, sarà anche vero, peccato che nella formazione titolare abbondino invece i soliti vecchi marpioni che se possono bastare in difesa, denotano tutti i loro limiti nei settori nevralgici di un centrocampo che appare del tutto asfittico così come l'attacco assai sterile.

Del tutto inutile fare nomi e cognomi,  tantopiù in una Nazione di 60 milioni di allenatori, di certo servirebbe maggior obiettività da chi di dovere nel giudicare l'operato del  nostro vanitoso commissario tecnico prima di ricadere nell'ennesima occasione sprecata dal nostro calcio mai così modesto a livello internazionale.

Fonte: l'autore Luca Sala

DI' LA TUA

0
0 COMMENTI

Inserisci qui il tuo commento

Gazzetta Fan News

Modifica password

Inserisci la password attuale: Inserisci la nuova password: Conferma la nuova password:

Grazie per il tuo commento!

Il commento sarà pubblicato appena moderato.

Grazie per aver compilato il form

A breve riceverai un feedback dallo staff di Gazzetta Fan News.

Grazie

Hai completato la tua registrazione! Inizia subito a partecipare alla community di GazzaNet

Continua la tua navigazione

Login

RECUPERA PASSWORD

Per recuperare la password inserisci la tua email.



Inserisci la tua nuova password.