Decaro: “Se il Messina può richiedere la serie C, lo faremo anche noi”

Il sindaco ha ricevuto molte manifestazioni di interesse e punta al ripescaggio anche se sarà durissima

di Alan paul Panassiti
Alan paul Panassiti
(118 articoli pubblicati)
FC Bari v Parma Calcuio - Serie B

Il raduno dei tifosi al vecchio stadio Della Vittoria e quello successivo a Pane e Pomodoro in spiaggia,  sono stati gli eventi che hanno caratterizzato questo weekend. Il sindaco di Bari Antonio Decaro sarà nei prossimi giorni chiamato a scegliere a chi affidare il titolo sportivo della squadra di calcio della città.

Già nell'incontro di venerdì, sia ieri nella spiaggia dei baresi, il primo cittadino ha confermato di essere in contatto con imprenditori locali che da soli o in gruppo hanno manifestato il proprio interesse a farsi carico del nuovo Bari. Decaro, tuttavia, ha specificato come in corsa vi siano anche soggetti non appartenenti al tessuto socio-economico del capoluogo pugliese, e addirittura un imprenditore straniero amante della Puglia.

La prossima settimana sarà decisiva per capire a chi verrà affidato il titolo sportivo. L'idea è quella di costruire un sodalizio forte per chiedere addirittura il ripescaggio in serie C. Infatti se, come si dice, il Messina fuori da ogni graduatoria parla di imminente ripescaggio, ci si chiede perché il Bari, per gli stessi meriti sportivi vantati dai  siciliani, non possa ricevere una sorta di lodo Petrucci, ripartendo dall'ultima serie professionistica.

Questa strada, come quella siciliana, è quasi impossibile, come ha dichiarato lo stesso Gravina, perché non rispettare le graduatorie sarebbe un precedente pericoloso. Si ripartirà dunque dalla D, torneo che avrà nel Taranto un avversario coriaceo, e che la presenza dei galletti renderà spettacolare.

 Ad oggi le possibilità più concrete sono quelle della cordata composta da una ventina di imprenditori locali (si parla dei vari Di Paola, Ladisa, De Bartolomeo, Disabato, Maldarizzi etc.) che verserebbero circa un centinaio di migliaia di euro pro capite (per raggiungere una cifra vicina ai due milioni di euro), oppure di un investitore unico.

Di sicuro ad incentivare l'interesse di soggetti più abbienti potrebbe essere la categoria in cui il nuovo Bari (che dovrebbe chiamarsi S.S. Bari 1908, molti domini internet con questo nome sono già registrati e qualcuno fornisce anche spunti interessanti ndr) verrà iscritto. Lo scenario più probabile resta la Serie D, ma Decaro - anche in qualità di presidente dell'ANCI (l'associazione che riunisce i sindaci di tutta Italia) ha chiesto alla federazione di iscrivere la squadra in C per via della storia calcistica e per il prestigio della città di Bari. Va da sé che l'interesse per un club di Serie C potrebbe essere decisamente più alto e far gola a qualche investitore più facoltoso (ogni riferimento al duo Radrizzani-Napoli è puramente casuale...). Inutile dire quanto la scelta del sindaco sia delicata e

De Caro si sta spendendo molto per convincere Gravina ad ottenere una wild card. E di sicuro non ci sarebbero i problemi avuti con Giancaspro, la cui gestione nebulosa e assurda ha portato alla clamorosa esclusione dalla serie B. Di sicuro la città vuole ripartire e ci sono sia soldi che basi per costruire una risalita stile Parma. Si attendono novità a breve.

Ma a dire il vero i tifosi non si illudono in un ripescaggio in serie C. Sanno che verrà allestita una squadra in grado di salire subito in C. Ad oggi chi è in graduatoria per il ripescaggio ha garantito la disponibilità economica per ottenere l'ammissione. Decaro non molla la presa e spera nel miracolo.

AS Bari v Parma Calcio - TIM Cup
Fonte: l'autore Alan paul Panassiti

DI' LA TUA

0
0 COMMENTI

Inserisci qui il tuo commento

Gazzetta Fan News

Modifica password

Inserisci la password attuale: Inserisci la nuova password: Conferma la nuova password:

Grazie per il tuo commento!

Il commento sarà pubblicato appena moderato.

Grazie per aver compilato il form

A breve riceverai un feedback dallo staff di Gazzetta Fan News.

Grazie

Hai completato la tua registrazione! Inizia subito a partecipare alla community di GazzaNet

Continua la tua navigazione

Login

RECUPERA PASSWORD

Per recuperare la password inserisci la tua email.



Inserisci la tua nuova password.