De Rossi e la Roma: storia di un nostalgico addio

Il centrocampista romano intenzionato a continuare la propria carriera sul campo lascerà a fine stagione la squadra capitolina

di Leandro Malatesta
Leandro Malatesta
(120 articoli pubblicati)
FC Porto v AS Roma - UEFA Champions Leag

Daniele De Rossi a fine stagione lascerà la Roma, la società gli ha proposto un ruolo da dirigente ma non l'atteso rinnovo di contratto da calciatore in scadenza al 30/06/2019 e così il centrocampista romano classe 1983 ha deciso di continuare la propria carriera sul campo dato che "Capitan Futuro" non ha per il momento alcuna intenzione di appendere gli scarpini al chiodo. Fin qui la cronaca che ci racconta di un De Rossi che dopo 18 anni di Roma valuterà le proposte (molto probabile la destinazione estera) per ripartire dopo quella che è stata una storia d'amore incondizionato con la squadra della propria città e del proprio cuore.

La Roma e Daniele si separano con la speranza del calciatore di tornare in futuro nella Capitale e se è vero come è vero che  "certi amori non finiscono ma fanno dei giri immensi e poi ritornano" come cantato da un altro personaggio illustre romano e romanista quale Antonello Venditti c'è da aspettarsi che un giorno De Rossi possa magari sedere nel ruolo di allenatore sulla panchina della squadra giallorosa. In questi anni di esperienza romanista De Rossi è stato la Roma come lo è stato Francesco Totti, i due hanno rappresentato l'emblema del calcio romantico ispirato dalla possibilità che un bambino riesca a vestire la maglia della propria squadra dei sogni ed onorarla per l'intera carriera; purtroppo però in questo finale di storia le direzioni di Totti e De Rossi divergono profondamente.

Certo ci saremmo aspettati tutti un finale diverso con il centrocampista a chiudere la propria carriera all'ombra del Colosseo ed invece non sarà così. L'amore a volte è anche quello che si interrompe malgrado la nostre volontà e ci chiede di accettare il corso degli eventi. I numeri dicono che il centrocampista ha disputato con la Roma 458 partite e realizzato 43 reti, statistiche che da sole dicono già molto ma ciò che ha fatto la differenza in questa storia è stato l'amore sincero e profondo di un ragazzo diventato uomo con indosso i colori dell'anima. Quello che resta da fare è di augurare un buon proseguimento di viaggio a De Rossi perché in fin dei conti l'amore è anche la libertà di poter andare via per poi ritornare un giorno con la possibilità che un addio sia solo un arrivederci.

AS Roma v Avellino - Pre-Season Friendly
Fonte: l'autore Leandro Malatesta

DI' LA TUA

0
0 COMMENTI

Inserisci qui il tuo commento

Gazzetta Fan News

Modifica password

Inserisci la password attuale: Inserisci la nuova password: Conferma la nuova password:

Grazie per il tuo commento!

Il commento sarà pubblicato appena moderato.

Grazie per aver compilato il form

A breve riceverai un feedback dallo staff di Gazzetta Fan News.

Grazie

Hai completato la tua registrazione! Inizia subito a partecipare alla community di GazzaNet

Continua la tua navigazione

Login

RECUPERA PASSWORD

Per recuperare la password inserisci la tua email.



Inserisci la tua nuova password.