Dalla terza serie inglese al Manchester City: Will Grigg is on fire

Con una rete del bomber nordirlandese il modestissimo Wigan elimina il Manchester City dalla FA Cup, dimostrandosi sua bestia nera dopo la finale del 2013.

di Alessio Russo
Alessio Russo
(12 articoli pubblicati)
Wigan Athletic v Manchester City - The E

Quando all'80esimo minuto del quinto turno della Fa Cup, che vedeva protagoniste al Dw Stadium il Wigan (squadra di terza serie inglese, paragonabile alla nostra serie C) e il Manchester City (capolista solitaria di Premier League), Will Grigg batte con un chirurgico interno destro da fuori area il portiere cileno dei Citizens Claudio Bravo, i tifosi di casa impazziscono di gioia. E l'entusiasmo aumenta ancora di più quando a fine partita fanno invasione di campo per celebrare gli eroi di quest' impresa che sarà destinata a rimanere negli annali del calcio inglese. La frenesia del momento fa inoltre letteralmente adirare alcuni giocatori del Manchester City (come Aguero che rischia di venire alle mani con un tifoso) e Pep Guardiola, che non le manda a dire a Paul Cook, allenatore avversario. C'è anche da dire che il City è stato costretto a giocare in 10 da fine primo tempo per il rosso preso da Delph, ma questo non toglie nulla al capolavoro messo in atto dai "The Latics".

"Will Grigg is on fire, you're defence is terrified" è un coro che negli ultimi anni, in particolare con gli Europei del 2016 in Francia, è diventato sempre più popolare e conosciuto da tutti gli amanti romantici del calcio. Questo canto è dedicato al ragazzo nord-irlandese eroe di questo incontro. Tutto nasce dal tifoso del Wigan Sean Kennedy, che postò sul web un video in cui cantava questo motivo sulle note di "Freed from desire" di Gala. Il presidente dei Lactics apprezzò l'idea del giovane tifoso, regalandogli un abbonamento stagionale per lo stadio, sostenendo che grazie a lui era tornato l'entusiasmo nonostante l'appena avvenuta retrocessione. Nel 2016 però il coro diventa virale: i supporters del Nord Irlanda ereditano questo coro dai tifosi del Wigan, continuandolo a cantare ininterrottamente per strada, per i pub e persino allo stadio, nonostante il calciatore non scenda in campo nemmeno per un minuto. La canzone diventa una hit, tanto da entrare addirittura nella top 10 di downloaded songs di iTunes

E pensare che Will Grigg, alla giovane età di 15 anni, ha rischiato di non poter continuare con l'attività agonistica a causa di un infortunio alla gamba, che l'ha costretto ai box per più di un anno. Al  suo rientro comincia un girovagare per diverse squadre delle serie minori e dopo le 27 reti in 99 presenze con il Walsall firma con il Brentford in League One. La stagione non è delle migliori e lui non riesce ad affermarsi, viene girato al Milton Keynes Donks che nella stagione 2014/15 sale di serie grazie ai suoi 20 goal in 44 partite. Nello stesso anno, in League Cup, mette a segno pure una doppietta contro il Manchester United nel 4-0 finale, iniziando a mettersi in mostra agli occhi del calcio inglese.

L'anno successivo Will Grigg passa al Wigan e dopo questo giant killing ricorda ai tifosi che per ancora molto tempo dovranno gridare: "Will Grigg is on fire, you're defence is terrified".

Wigan Athletic v Manchester City - The E
Fonte: l'autore Alessio Russo

DI' LA TUA

0
0 COMMENTI

Inserisci qui il tuo commento

Gazzetta Fan News

Modifica password

Inserisci la password attuale: Inserisci la nuova password: Conferma la nuova password:

Grazie per il tuo commento!

Il commento sarà pubblicato appena moderato.

Grazie per aver compilato il form

A breve riceverai un feedback dallo staff di Gazzetta Fan News.

Grazie

Hai completato la tua registrazione! Inizia subito a partecipare alla community di GazzaNet

Continua la tua navigazione

Login

RECUPERA PASSWORD

Per recuperare la password inserisci la tua email.



Inserisci la tua nuova password.