Da Simone Pepe a Cristiano Ronaldo il passo è lunghissimo

Il futuro della Juventus, rinata con il primo scudetto di Conte, è sempre più roseo

di Antonio Casu
Antonio Casu
(33 articoli pubblicati)
Uruguay v Portugal Round of 16 - 2018 FI

Da Simone Pepe a Cristiano Ronaldo il passo è lunghissimo, ma non più lungo della gamba. La successione dei calciatori che hanno vestito negli ultimi anni la maglia numero 7 della Juventus è esemplare, e dice tanto della crescita esponenziale della Vecchia Signora dal 2011 ad oggi. Un'evoluzione graduale, ponderata e vincente. Figlia di un'ambizione dai riflessi genetici, e di una voglia di rivalsa insaziabile dopo gli anni bui di Calciopoli. Simone Pepe e Cristiano Ronaldo hanno poco in comune, se si esclude la maglia che un tempo fu di Boniperti, Tardelli, Di Livio e Pessotto.  Eppure non sono poi così lontani. Non  se il passaggio del testimone è avvenuto in sette anni attraverso Zaza e Cuadrado, rendendo molto più spiegabile l'operazione che ha portato il portoghese a Torino. Tutto, meno che un azzardo. Un'ipoteca sul presente, e un investimento fondamentale per il futuro.

Pepe sta a Ronaldo come Iaquinta sta a Higuain, Pazienza Pjanic, De Ceglie a Douglas Costa ed Elia a Mandzukic. Stesso numero,  epoche diverse. Rendimento totalmente diverso. Il primo scudetto della Juventus di Conte, arrivato nella stagione 2011/12,  rappresentò poco meno di un miracolo sportivo, ma da lì in poi la Vecchia Signora ha saputo capitalizzare i trionfi, rendendo molto meno episodici i sei titoli successivi.  Una crescita costante ed economicamente attenta. Inarrestabile, con una sola macchia: la Champions League è ancora un tabù, nonostante abbia disputato due finali nel 2015 e nel 2017. L'acquisto di Cristiano Ronaldo sarà funzionale in questo senso, ma non solo: favorirà la crescita su scala globale e potenzierà il brand Juventus da ogni punto di vista, lasciando le briciole alle avversarie nazionali mestamente inermi. 

Ci stanno provando, ma non sarà facile: lo sbarco in Italia del calciatore più forte del mondo dovrà fungere da stimolo per tutti, e rappresenterà un'occasione di crescita irripetibile per un intero Sistema. Ma con quali presupposti? Ronaldo è un'ottima premessa, non può essere l'unica risposta concreta. Quando sorgeranno i famigerati nuovi stadi? L'esempio dell'Allianz Stadium, inaugurato non a caso nel già menzionato 2011, dovrebbe essere una regola e non un'eccezione.  I problemi del calcio italiano sono noti a tutti, ma l'impulso gattopardiano vince sempre su ogni altra priorità.  La distanza che separa la Juventus dagli altri club italiani è destinata inevitabilmente ad ampliarsi, mentre si ridurrà quella con i principali top team europei.

L'acquisto di Cristiano Ronaldo da parte della Juventus non è solo una delle operazioni di calciomercato più importanti degli ultimi anni: è una svolta decisiva per una società che non vuole più fermarsi.  Un esempio da seguire per tutte le società che ambiscono a vincere tutto senza dover ricorrere alla voglia di sognare di un imprenditore dalle risorse illimitate, e per un movimento calcistico che deve porsi l'obiettivo di essere all'altezza del club di riferimento.  Non è un'utopia, affatto: lo dimostra la storia recente della Juventus, arrivata a Cristiano Ronaldo con l'oculatezza lungimirante di sempre. E quella dei suoi numeri 7, con volti diversi e potenzialità differenti, Sorprendente (ma non troppo) se raccolta in una successione di foto in bianco e nero.  

Fonte: l'autore Antonio Casu

DI' LA TUA

0
0 COMMENTI

Inserisci qui il tuo commento

Gazzetta Fan News

Modifica password

Inserisci la password attuale: Inserisci la nuova password: Conferma la nuova password:

Grazie per il tuo commento!

Il commento sarà pubblicato appena moderato.

Grazie per aver compilato il form

A breve riceverai un feedback dallo staff di Gazzetta Fan News.

Grazie

Hai completato la tua registrazione! Inizia subito a partecipare alla community di GazzaNet

Continua la tua navigazione

Login

RECUPERA PASSWORD

Per recuperare la password inserisci la tua email.



Inserisci la tua nuova password.