Croazia in finale: un epilogo degno di una favola

Storica prima finale per Modric e compagni, domenica appuntamento con la storia.

di Antonio Siracusa
Antonio Siracusa
(28 articoli pubblicati)
Argentina v Croatia Group D - 2018 FIFA

La bellezza del calcio, con tutta la sua imprevedibilita', e' di scena in Russia. Nel mondiale piu' pazzo che si ricordi trova posto questa bellissima favola di nome Croazia. Un piccolo paese di appena 4 milioni di abitanti, che domenica sfidera' a Mosca il gigante francese, per scrivere la storia e salire sul tetto del mondo.

La squadra di Dalic piega in semifinale l'Inghilterra, rimontando lo svantaggio subito a freddo, dopo appena cinque minuti. Soffre la Croazia, fa fatica a prendere le misure agli inglesi, sembra sulle gambe e incapace di reagire ma nel secondo tempo la musica cambia. Salgono in cattedra i due "italiani" Perisic e Mandzukic e la Croazia comincia a macinare gioco ed occasioni. Proprio l'interista trova il pareggio e poco dopo sfiora il raddoppio colpendo un palo. Nel secondo tempo supplementare e' super Mario a suggellare una strameritata vittoria e a trascinare in finale i suoi.

La Croazia e' arrivata a questo mondiale attraverso i play off e cambiando l'allenatore proprio alla vigilia degli spareggi. Non era tra le favorite della vigilia, nonostante una squdra ricca di talento che ha in  Modric la sua massima espressione. Ma non c'e' solo la tecnica sopraffina, c'e' un forte spirito di appartenza, d'identita', un legame fortissimo per i colori della propria bandiera, tanta abnegazione e sacrificio. Molti dei protagonisti di questa nazionale hanno conosciuto durante l'infanzia gli orrori della guerra. 

Un' intero piccolo paese domenica alle ore 17 provera' a spingere la propria squadra oltre l'ostacolo Francia per conquistare una coppa che avrebbe del clamoroso e segnerebbe una bellissima pagina di storia di questo sport. Una partita dal pronostico imprevedibile. La Croazia arriva a questa finale con un giorno di riposo in meno rispetto ai francesi ma sopratutto con un notevole maggior dispendio d'energie sia a livello mentale e fisico avendo i croati disputato, in tutte le gare a eliminazioni diretta,  i tempi supplementari a dispetto dei transapilni che hanno risolto le loro pratiche sempre entro i 90' regolamentari.

Ma quando c'e' da fare la storia le energie e le risorse si trovano sempre, e poi si sa, le favole sono popolate da eroi e hanno sempre un lieto fine.

Fonte: l'autore Antonio Siracusa

DI' LA TUA

0
0 COMMENTI

Inserisci qui il tuo commento

Gazzetta Fan News

Modifica password

Inserisci la password attuale: Inserisci la nuova password: Conferma la nuova password:

Grazie per il tuo commento!

Il commento sarà pubblicato appena moderato.

Grazie per aver compilato il form

A breve riceverai un feedback dallo staff di Gazzetta Fan News.

Grazie

Hai completato la tua registrazione! Inizia subito a partecipare alla community di GazzaNet

Continua la tua navigazione

Login

RECUPERA PASSWORD

Per recuperare la password inserisci la tua email.



Inserisci la tua nuova password.