Croazia in finale mondiale dopo aver regolato l’Inghilterra

Mandzukic con la sua zampata decisiva  nel secondo tempo supplementare qualifica la Croazia alla finale mondiale

di Mario giovanni Cardamone
Mario giovanni Cardamone
(84 articoli pubblicati)
Esultanza di Mandzukic dopo il goal deci

Il minuto 109' del secondo tempo supplementare resterà lo spartiacque dell'aspra contesa fra Croazia e Inghilterra decisa da un goal da opportunista di Mario Mandzukic che regala un sogno incredibile al popolo croato la finale mondiale contro la Francia dando il 2-1  finale.

I tempi regolamentari si erano chiusi con un 1-1 che faceva segnare il grande equilibrio fra croati e inglesi con al 5' la pennellata su punizione di Trippier che con un tiro impeccabile aveva depositato in rete alle spalle di Subasic e al 68' su cross eccezionale di Vrsaljko l'esterno offensivo Perisic ha trovato lo spazio dentro all'area di rigore per mettere la palla nel fondo della rete difesa da Pickford.

Quindi il risultato di 1-1 sembrava reggere sia nei tempi regolamentari che nei tempi supplementari e sia croati che inglesi erano pronti a sfidarsi nella lotteria dei rigori per designare chi delle due dovesse sfidare la Francia ed invece Mandzukic  su assist al bacio di Perisic  ha segnato il goal più importante della sua vita al 109' e regalato un traguardo mai raggiunto dalla Croazia al massimo terza al mondiale francese del 1998.

L'Inghilterra deve rammaricarsi per non aver segnato sull'1-0 il goal del raddoppio sia al 30' dove Kane si è ritrovato solo davanti a Subasic che miracolosamente con i piedi ha respinto due volte anche sulla ribattuta del capocannoniere di questo mondiale russo con 6 reti e al 36' quando Lingard ha tirato da fuori con palla uscita di poco sul fondo.

Croazia in finale grazie a due goal di matrice italiana, un interista e uno juventino, che sigillano il miglior risultato della storia in un Mondiale per la squadra croata a cui manca un ultimo gradino per l'apoteosi finale; battere infatti la Francia per iscrivere il proprio nome nell'albo d'oro del mondiale russo 2018 e succedere alla Germania trionfatrice nel 2014 in Brasile.

La grinta di Perisic dopo il goal
Fonte: l'autore Mario giovanni Cardamone

DI' LA TUA

0
0 COMMENTI

Inserisci qui il tuo commento

Gazzetta Fan News

Modifica password

Inserisci la password attuale: Inserisci la nuova password: Conferma la nuova password:

Grazie per il tuo commento!

Il commento sarà pubblicato appena moderato.

Grazie per aver compilato il form

A breve riceverai un feedback dallo staff di Gazzetta Fan News.

Grazie

Hai completato la tua registrazione! Inizia subito a partecipare alla community di GazzaNet

Continua la tua navigazione

Login

RECUPERA PASSWORD

Per recuperare la password inserisci la tua email.



Inserisci la tua nuova password.