Cosa serve al nuovo Milan per tornare tra le big?

Riflessioni sull'ennesimo momento delicato e di cambiamento che sta vivendo il club rossonero.

di Jacopo Sansuini
Jacopo Sansuini
(28 articoli pubblicati)
Il Milan ad una nuova svolta

Sono stati, sono e saranno giorni frenetici e pieni di colpi di scena quelli che hanno caratterizzato e caratterizzeranno tutta l'estate rossonera. Il passato recente lo conosciamo tutti e narra di un passaggio di consegna tra Yonghon Li ed il fondo di investimento Elliot, che grazie alla sua influenza ed alla promessa di un impegno concreto verso il club di via Aldo Rossi, è riuscito ad invertire la sentenza "capestro" dell'Uefa e di far riammettere il club rossonero alla prossima Europa League conquistata sul campo. 

Il presente invece ci racconta di un Milan alla prese con un vero e proprio ribaltone societario. Esonerati dai propri incarichi sia l'amministratore delegato Marco Fassone che il direttore sportivo Massimiliano Mirabelli, proprio in questi giorni il fondo americano nuovo proprietario del Milan sta riorganizzando tutto l'apparato dirigenziale. L'ex milanista Leonardo sembra essere ad un passo dal ricoprire la casella dedicata al direttore tecnico della società con la pedina del direttore sportivo ancora vacante. Molti nostalgici rossoneri sperano ed invocano un ritorno di Paolo Maldini, già accostato al Milan di Fassone e Yonghon Li, con lo stesso ex capitano che però rifiutò l'allora proposta del "diavolo". 

Ora l'obiettivo del Milan però è proprio questo, prima degli acquisti roboanti, prima delle cessioni illustri, prima di tutto... viene la società. Elliot, da grande azienda conosce il segreto che sta dietro ad ogni successo, a tutti i livelli.  La base, la solida base nella quale tutte le attività, che siano esse sportive o finanziarie si devono posare. Ed è proprio questo che al Milan manca ormai da parecchio, troppo tempo. Manca più di un bomber, più di un fantasista, più di un muro difensivo. Perchè ogni top club europeo e mondiale ha alle spalle una società solida ed una base chiara e ben strutturata sulla quale issare le proprie fondamenta. Da li si parte, e si deve ripartire ... anche per questo Milan. E poi, una volta gettati i pilastri, si potrà guardare al mercato ed agli obiettivi stagionali,  e farlo questa volta con maggiore lungimiranza ma soprattutto con maggiore serenità, quest'ultima ingrediente imprescindibile che sta alla base di ogni successo. 

Manovre Milan sullo sfondoPaolo Maldini
Fonte: l'autore Jacopo Sansuini

DI' LA TUA

0
0 COMMENTI

Inserisci qui il tuo commento

Gazzetta Fan News

Modifica password

Inserisci la password attuale: Inserisci la nuova password: Conferma la nuova password:

Grazie per il tuo commento!

Il commento sarà pubblicato appena moderato.

Grazie per aver compilato il form

A breve riceverai un feedback dallo staff di Gazzetta Fan News.

Grazie

Hai completato la tua registrazione! Inizia subito a partecipare alla community di GazzaNet

Continua la tua navigazione

Login

RECUPERA PASSWORD

Per recuperare la password inserisci la tua email.



Inserisci la tua nuova password.