Copa América: quarti di finale poveri di gol, ma quante emozioni

Brasile e Argentina non falliscono l'obiettivo e si affronteranno in una semifinale che sa di finale anticipata. Avanti anche Cile e Perù

di Stefano Boffa
Stefano Boffa
(164 articoli pubblicati)
Copa America 2019 Official Draw

I quarti di finale della Copa América 2019 in Brasile hanno emanato i loro verdetti dopo partite molto equilibrate e spettacolari, anche se avare di gol (su questo ha influito per lo più il VAR). Vediamo cos'è accaduto nel primo turno di fase ad eliminazione diretta della competizione.

BRASILE-PARAGUAY

Si è partiti subito con i padroni di casa del Brasile all'Arena do Gremio di Porto Alegre, che hanno avuto un sorteggio morbido, il Paraguay, ancora a secco di vittorie nella competizione. La partita è stata dominata in lungo e in largo dalla Seleçao, ma la palla non ha voluto saperne di entrare. Eppure la prima vera occasione della partita l'ha avuta il Paraguay nel primo tempo con Derlis Gonzalez, fermato da un intervento prodigioso di Alisson. Nella ripresa, l'espulsione di Balbuena al 58' per un fallo ai danni di Firmino lanciato a rete, ha portato il Paraguay a rinunciare completamente alla fase d'attacco e a puntare tutto sui calci di rigore. Dani Alves, Gabriel Jesus e Alex Sandro hanno avuto le occasioni più importanti per poter sbloccare la partita, senza però riuscirci. Allo scadere dei 90 minuti sul risultato di 0-0, dato che non sono previsti i tempi supplementari, si va direttamente ai calci di rigore. Per il Brasile sbaglia Firmino, ma per il Paraguay saranno l'ex milanista Gustavo Gomez e Derlis Gonzalez a condannare i suoi alla sconfitta. Gabriel Jesus realizza il rigore decisivo che proietta i Verdeoro verso la semifinale e infrange finalmente il tabù Paraguay, il quale aveva impedito al Brasile di raggiungere le semifinali in 2 delle ultime 3 edizioni.

ARGENTINA-VENEZUELA

L'unico quarto di finale con gol lo si è visto al Maracanà di Rio de Janeiro, dove l'Argentina di Leo Scaloni riesce ad avere ragione di un spigoloso Venezuela per 2-0 e si è guadagna il diritto di affrontare il Brasile in una semifinale che si preannuncia spettacolare. La Selección non ha convinto pienamente sul piano della prestazione e, nonostante un Messi in ombra, è stata cinica nello sfruttare i limiti tecnici e strutturali di un Venezuela propositivo, ma modesto. La partita la sblocca il "Toro" Martinez dopo 10 minuti, bravo a correggere in rete con il tacco un tiro a rete sconclusionato di Agüero. Nella ripresa, nel miglior momento della Vinotinto, arriva il raddoppio Albiceleste firmato da Giovani Lo Celso al 74', appena subentrato ad Acuña, bravo a ribadire comodamente in rete una respinta difettosa del portiere venezuelano Fariñez sul tiro dal limite del "Kun" Agüero.

COLOMBIA-CILE

Due delle migliori squadre della fase a gironi si affrontano a San Paolo, all'Arena Corinthians, per un posto in semifinale. Nonostante le premesse, a fare la partita sono sostanzialmente i cileni bicampioni in carica, i quali vanno continuamente a sbattere contro un Ospina in grande spolvero. La Roja può anche recriminare per due gol annullati dal Var: uno ad Aránguiz nel primo tempo per fuorigioco attivo di Vargas; il secondo a Vidal per un fallo di mano di Maripán al momento della sponda. Con lo 0-0 finale si va ai calci di rigore: i cileni sono perfetti dal dischetto, i colombiani no, sbaglia Tesillo, e il Cile prosegue il suo cammino verso la terza Copa América consecutiva, un traguardo che avrebbe il sapore di storia.

URUGUAY-PERÙ

A Salvador de Bahia è successo l'imponderabile. Un Uruguay completamente padrone del gioco e del campo cade contro il Perù durante la lotteria dei calci di rigore. Una partita maledetta per la Celeste, che ha creato numerose palle-gol davanti al portiere Gallese e si è visto annullare dal Var ben tre gol: il primo a De Arrascaeta nel primo tempo per fuorigioco di Nández autore dell'assist; il secondo e il terzo nella ripresa a Cavani e Suarez sempre per fuorigioco. Con lo 0-0 maturato nei 90 minuti, si rendono necessari i tiri dal dischetto per decretare l'ultima semifinalista. Il rigore parato da Gallese al Pistolero Suarez risulterà decisivo per l'economia della serie e Flores realizzerà il rigore che qualifica la Blanquirroja.

Fonte: l'autore Stefano Boffa

DI' LA TUA

0
0 COMMENTI

Inserisci qui il tuo commento

Gazzetta Fan News

Modifica password

Inserisci la password attuale: Inserisci la nuova password: Conferma la nuova password:

Grazie per il tuo commento!

Il commento sarà pubblicato appena moderato.

Grazie per aver compilato il form

A breve riceverai un feedback dallo staff di Gazzetta Fan News.

Grazie

Hai completato la tua registrazione! Inizia subito a partecipare alla community di GazzaNet

Continua la tua navigazione

Login

RECUPERA PASSWORD

Per recuperare la password inserisci la tua email.



Inserisci la tua nuova password.