Copa América: a contendere la coppa al Brasile ci sarà il Perù

Il Brasile si aggiudica il Superclásico con l'Argentina e torna in finale dopo 12 anni. Sorpresa Perù, che pone fine al dominio continentale del Cile

di Stefano Boffa
Stefano Boffa
(164 articoli pubblicati)
Brazil v Argentina Semi Final - Copa Ame

Al Maracanà di Rio de Janeiro, il 7 luglio, non ci sarà il terzo replay di Argentina-Cile, bensì il secondo tra Brasile e Perù. I padroni di casa tornano a disputare la finale del massimo torneo continentale sudamericano dopo 12 anni di umilianti eliminazioni tra quarti di finale e gironi; per il Perù, invece, è un traguardo che mancava dal 1975, anno della sua unica finale raggiunta con l'attuale format (in quell'occasione, la Blanquirroja divenne pure campione del Sud America per la seconda volta nella sua storia). Certo, nell'ultimo recentissimo confronto tra le due finaliste avvenuto durante la fase a gironi, il Brasile prevalse sui peruviani con un netto 5-0, ma in questi giorni saranno cambiate tante cose ed è proprio questa l'incognita. Argentina e Cile, invece, si giocheranno il terzo posto all'Arena Corinthians di San Paolo il 6 luglio.

BRASILE-ARGENTINA

Il Superclásico non è mai una partita come le altre, soprattutto se la si gioca al Mineirão di Belo Horizonte, dove ebbe luogo in quella difficile estate del 2014 il Mineirazo, il famoso disastro con cui il Brasile, in semifinale, uscì dal Mondiale per 7-1 contro la Germania futura campione del Mondo. Da allora sono passati 5 anni, 12 dall'ultima semifinale di Copa América giocata dai Verdeoro. L'Argentina di Messi, dal canto suo, viene da due finali consecutive perse contro il Cile e non vince quella benedetta coppa dal 1993, sembra quasi una maledizione. Una maledizione, destinata, purtroppo per l'Albiceleste, a continuare. Nonostante una partenza sprint (occasione di Paredes al 12') e una maggior propensione all'attacco, al 19' è la Seleçao a trovare la falla giusta grazie ad un Dani Alves in stato di grazia, il quale recupera palla a centrocampo, elude i tentativi di tackle di Lautaro Martinez e Paredes e lancia Firmino sulla fascia; quest'ultimo fa passare la palla sotto le gambe di Otamendi e la fa arrivare a Gabriel Jesus, che non può far altro che depositare in rete il gol del vantaggio. L'Argentina non ci sta e alla mezz'ora sfiora il pari con il "KunAgüero, che di testa prende bene il tempo ai difensori brasiliani sulla punizione di Messi, ma la traversa nega la gioia del gol. Nella ripresa, in avvio sia l'Argentina ha un'altra grandissima occasione per pareggiare i conti, ma il sinistro al volo di Messi va a sbattere sul palo. Messi avrà un'altra chance su calcio piazzato qualche minuto più tardi, ma Alisson dice di no. Come se non bastasse la sfortuna, ci mette lo zampino anche l'arbitro ecuadoregno Zambrano, che non consulta il VAR su due contatti in area brasiliana con protagonisti Agüero Otamendi, però, quello che conta, è che al 71' il Brasile chiude la partita: grande azione personale di Gabriel Jesus sulla sinistra, che scherza Otamendi e Foyth e appoggia il pallone a Firmino per il comodo 2-0 carioca. Proprio Jesus e Firmino, tra i più criticati, mandano il Brasile in finale. Ancora un'occasione mancata, invece, per Leo Messi.

CILE-PERÙ

Sorpresa assoluta il risultato maturato nel derby andino giocatosi all'Arena do Gremio di Porto Alegre: il Perù, dopo la rocambolesca qualificazione ottenuta ai rigori contro l'Uruguay, elimina anche il Cile bicampione in carica e ritorna in finale dopo 44 anni. Un traguardo inaspettato per gli uomini del ct Gareca, che hanno posto fine al dominio continentale della Roja. Il Perù sblocca la partita al 21' con Flores, il quale aggancia un pallone arrivato in area dalla destra e, al volo, batte Arias. Il raddoppio arriva al 38' con Yotún, bravo nell'approfittare di un'uscita avventurosa del portiere cileno Arias sulla fascia per calciare a rete il cross di uno scatenato Carrillo. Nella ripresa, il Cile non solo sbatte contro le parate di Gallese, ma anche contro il palo colpito da Vargas, per poi subire il 3-0 con Guerrero, bravo ad eludere la difesa ricevendo palla sul filo del fuorigioco e a saltare il portiere. Nel finale, Vargas si fa parare il cucchiaio su rigore da Gallese, completando, così, il "fracaso" cileno.

Chile v Peru Semi Final - Copa America B
Fonte: l'autore Stefano Boffa

DI' LA TUA

0
0 COMMENTI

Inserisci qui il tuo commento

Gazzetta Fan News

Modifica password

Inserisci la password attuale: Inserisci la nuova password: Conferma la nuova password:

Grazie per il tuo commento!

Il commento sarà pubblicato appena moderato.

Grazie per aver compilato il form

A breve riceverai un feedback dallo staff di Gazzetta Fan News.

Grazie

Hai completato la tua registrazione! Inizia subito a partecipare alla community di GazzaNet

Continua la tua navigazione

Login

RECUPERA PASSWORD

Per recuperare la password inserisci la tua email.



Inserisci la tua nuova password.