Consent Award tra Milan e UEFA. E adesso?

Il Consent Award prevede il Milan fuori dall'Europa League e un break even che sarà concordato con L'UEFA per un periodo oltre il 2021

di Luca95 Meringolo
Luca95 Meringolo
(108 articoli pubblicati)
UEFA 201415 Champions League and UEFA Eu

Cerchiamo di fare chiarezza: La Corte Arbitrale dello Sport (CAS) ha emesso un Consent Award incarnando l'accordo raggiunto tra AC Milan S.p.A e Union of European Football. "Il Milan è escluso dalla partecipazione alle competizioni UEFA per club dello stagione 2019/2020 come conseguenza della violazione degli obblighi di pareggio di FFP durante i periodi di monitoraggio 2015/2016/2017 e 2016/2017/2018 ".iv. La commissione giudicatrice dell'organismo di controllo finanziario dei club UEFA è invitata a rilasciare a Ordine procedurale, riconoscendo l'esito del presente arbitrato (s) che chiude il procedimento AC-01/2019 relativo al monitoraggio 2016/2017/2018

In sintesi Milan fuori dall'Europa League e posticipato il pareggio di bilancio nel rientro del FPF (dopo il 2021 con una tolleranza di -30 milioni). La palla ora passa alla Camera Giudicante dell'UEFA che nella prossima primavera dovrà stabilire con il Milan il periodo di rientro. Diciamolo subito, è una macchia e rimane una macchia per un glorioso club come il Milan.  Si poteva evitare tutto questo? Certamente si, l'UEFA doveva concedere giustamente un SA per il triennio 2015-2017 perché il Milan aveva perdite inferiori ad altri club a cui è stato concesso (Perdite Milan -237 milioni nel triennio 205-2017, perdite Inter nel triennio 2012-2014  -242 milioni, va detto, il Milan è stato trattato peggio di molte squadre). Purtroppo l'UEFA non si è fidata della proprietà cinese ed Elliot ha cercato la via dell'accordo patteggiando per le sanzioni pendenti (La colpa qui è di tutti, di Berlusconi, Fassone, ma anche dell'UEFA, caritatevole con altri come il Manchester City che ha violato il FPF in maniera più grave del Milan e che probabilmente non verrà punito...). Indubbiamente in questa faccenda ha pesato la perdita del 2018 di -126 milioni. Elliot poteva cercare una via diversa che non riguardasse l'esclusione dalle Coppe? Indubbiamente si, ci sarebbe stata la giustizia ordinaria (Ma procedure troppo lunghe rischiavano solo di posticipare il problema, sicuramente invece  con la conquista della Champions League il Milan non avrebbe patteggiato) ma si è scelta la via  dell'accordo, la più difficile da accettare per i tifosi del diavolo i quali però adesso devono avere un quadro realistico della situazione. 

Indubbiamente il Milan può agire più liberamente sul calciomercato ma sempre nei limiti del FPF, non si esclude che si tratti di un mercato a saldo 0, oppure c'è sempre la via dei prestiti con diritto di riscatto, oppure anche i pagamenti dilazionati in più anni.  E' una macchia sicuramente ingiusta e immeritata ma Elliot ha scelto una strada e dovrà metterci la faccia. Così come in sede di calciomercato sono finite le scuse, Maldini e Boban da fuori hanno giustamente criticato, ora la responsabilità passa a loro e dovranno dimostrare di non commettere gli stessi errori di chi li ha preceduti. 

Il "diavolo" ha scelto di azzerare il passato e questo potrebbe avere delle conseguenze positive (un impegno a settimana e più energie nella corsa Champions vero grande traguardo della prossima stagione) ma anche negative (meno abbinati, introiti e meno calciatori appetibili in rosa). 

La Champions League è vitale per il Milan non solo per la storia e per la tradizione, ma anche per iniziare un percorso di rientro virtuoso attraverso quei 50 milioni che entrerebbero nelle casse rossonere. Voglio concludere l'articolo con una considerazione, il FPF sta perdendo sempre più consensi e ormai sta creando una forbice troppo grandi fra i club. Dovrebbe essere revisionato perché vedere una società gloriosa costretta a patteggiare l'Europa League meritatamente conquistata sul campo per avere più tempo di rientrare vuol dire far cadere ogni valore nello sport fatto di sano agonismo e sana rivalità. Il calcio è uno sport meraviglioso e non va rovinato, ma salvaguardato e un sistema che limita molti ed esalta pochi è il più grande fallimento del calcio Europeo, soprattutto dal punto di vista morale. 

Fonte: l'autore Luca95 Meringolo

DI' LA TUA

0
0 COMMENTI

Inserisci qui il tuo commento

Gazzetta Fan News

Modifica password

Inserisci la password attuale: Inserisci la nuova password: Conferma la nuova password:

Grazie per il tuo commento!

Il commento sarà pubblicato appena moderato.

Grazie per aver compilato il form

A breve riceverai un feedback dallo staff di Gazzetta Fan News.

Grazie

Hai completato la tua registrazione! Inizia subito a partecipare alla community di GazzaNet

Continua la tua navigazione

Login

RECUPERA PASSWORD

Per recuperare la password inserisci la tua email.



Inserisci la tua nuova password.