Chelsea-West Ham 2-0: Sarri & Co si prendono il 3° posto

Cronaca della mia prima partita dal vivo in uno stadio inglese. In una sola parola: BRIVIDI

di Gianluca Ruffino
Gianluca Ruffino
(5 articoli pubblicati)
Chelsea FC v West Ham United - Premier L

Quando un mese fa Giuseppe mi ha proposto:"Ho trovato due biglietti per Chelsea-West Ham, ci andiamo?", la mia risposta non poteva che essere positiva. Ero già stato allo stadio in Italia ma il pensiero di vedere una partita in uno stadio inglese mi allettava.  Mi sono detto "Quando mi ricapita?". Così prenotammo i tickets online. Il giorno della partita prendiamo l'underground per Fulham ed eccoci a Stamford Bridge. A primo impatto noto che lo stadio non è di grandissime dimensioni, ma l'aria che si respira è di festa. Birra pre partita al pub di fronte allo stadio e poi dritti ai tornelli. Dopo aver fatto la foto con la champions league esposta nel museo passiamo i controlli della sicurezza e siamo dentro. Wow! I nostri posti sono a ridosso della porta e all'uscita dei giocatori dagli spogliatoi per il riscaldamento ce li ritroviamo a qualche metro. Sono quasi emozionato, è davvero incredibile vedere tutti questi campioni così vicini. Preso dall'euforia provo a chiamare gli "italiani". "Jorginhoooo/Grande Gianfrancoo (Zola)/Pipitaaa". Sono tutti concentratissimi. Higuain mi fa un cenno.  Ad un quarto d'ora dall'inizio della partita mi guardo intorno e vedo parecchi posti vuoti. Strano, è un derby. Al fischio d'inizio mi ricredo. Tutto esaurito. Neanche un sedile vuoto. Inizia la partita. Let's go Chelsea! Mi unisco a tutti i cori intonati dalla curva senza minimamente conoscerli: prima quelli per le leggende del passato( Frankie Lampard, John Terry), poi gli sfottò ai tifosi ospiti. Fin dai primi minuti la partita è piacevole, i ritmi sono alti, i Blues attaccano. gli hammers si difendono e ripartono in contropiede. Ma ad esclusione di un tiro di Kante dal limite dell'aria alto di poco le occasioni scarseggiano. Fino al minuto 24, quando Hazard riceve palla ai 30 metri, converge verso il centro e dopo una serpentina ubriacante tra cinque giocatori avversari, piazza col sinistro un rasoterra sul secondo palo. Fabianski battuto. 1-0. Lo stadio impazzisce. Io e Giuseppe ci abbracciamo in preda all'euforia: "Ma che goal ha fatto??". Tutti intonano il nome del fenomeno belga e la partita dopo essersi stappata è ancora più bella. Il Chelsea continua a spingere, crea due occasioni limpidissime con Higuain e una con il gioiellino inglese Hudson-Odoi (idolo della tifoseria) ma va al riposo con un solo goal di vantaggio, con un risultato che gli sta stretto. E mister Sarri (che al suo solito annota continuamente sul suo taccuino) non ne sarà molto contento.

All'intervallo inizia a piovere. Ecco, ora si che è una vera partita inglese. Dopo la premiazione dell'ex difensore portoghese Ricardo Carvalho la partita riprende. Pellegrini sostituisce il Chicharito con Snodgrass per dare un pò di brio in più ad un attacco inesistente nel primo tempo e la differenza si vede perchè i suoi creano qualche insidia in più dalle parti di Kepa, principalmente con conclusioni dal limite o con le incursioni di due ex conoscenze del calcio italiano, Felipe Anderson e Arnautovic, ma l'altro ex Serie A Rudiger è attentissimo e presidia in maniera monumentale la sua aria di rigore. Il Chelsea prova a colpire in contropiede con Giroud (entrato per uno spento Higuain) e Loftus-Cheek ma un ottimo Fabianski nega ad entrambi la gioia del goal. Esattamente al novantesimo però il portiere polacco non può nulla sul tiro ad incrociare di un incontenibile Hazard che chiude i conti. Doppietta che va a coronare una partita ai limiti della perfezione. I tre minuti di recupero servono soltanto ad allungare la festa sugli spalti. Questi tre punti valgono il sorpasso sul Tottenham al terzo posto che però ha una partita in meno.

 Due goal,tanto spettacolo, bel calcio e soprattutto un tifo SANO e SPORTIVO, mai offensivo nei confronti dell'avversario. Devo dire che come prima volta mi è andata piuttosto bene.

Pre partita a bordo campo
Fonte: l'autore Gianluca Ruffino

DI' LA TUA

0
0 COMMENTI

Inserisci qui il tuo commento

Gazzetta Fan News

Modifica password

Inserisci la password attuale: Inserisci la nuova password: Conferma la nuova password:

Grazie per il tuo commento!

Il commento sarà pubblicato appena moderato.

Grazie per aver compilato il form

A breve riceverai un feedback dallo staff di Gazzetta Fan News.

Grazie

Hai completato la tua registrazione! Inizia subito a partecipare alla community di GazzaNet

Continua la tua navigazione

Login

RECUPERA PASSWORD

Per recuperare la password inserisci la tua email.



Inserisci la tua nuova password.