Champions: Welcome back pazza!

L'Inter rimonta in una di quelle serate che sembrano uscire direttamente da Hollywood

di Federico Ruggeri
Federico Ruggeri
(13 articoli pubblicati)
Mauro Icardi

"L’Inter non ha vie di mezzo: o sta sulla luna o va nel pozzo!", a parlare così era Giovanni Trapattoni uno che il calcio l'ha vissuto, e lo vive tutt'ora, in un modo tutto suo ma che sa come far arrivare i concetti dritti al punto. 

Siamo al minuto 84 di una partita bruttina, l'Inter è sotto grazie ad un gol fortunoso del folletto danese, Eriksen, ed è stata fin qui impalpabile, grintosa ma comunque mai pericolosa. Il Tottenham non sta esprimendo il suo miglior calcio e la partita non è chiusa anche se un recupero dei nerazzurri pare poco probabile. Come ci insegna la storia dell'Inter sono quegli squarci del destino a fare la differenza, momenti in cui tutto sembra tremendamente al posto giusto, ed è così che Icardi prende una botta e non va a riempire l'area di rigore quasi che il Dio del calcio avesse voluto che fosse lì proprio quando Asamoha è pronto a crossare. La palla sembra partire malissimo, pare un errore grossolano del Ghanese ed invece no, il cross è per Icardi, tiro al volo da fuori area..gol! ( erano più di due anni che non segnava da fuori ed ha scelto la partita giusta per interrompere questa striscia). 

Se sei un appassionato di calcio, uno che lo vive, sai già come andrà a finire.

San Siro è una bolgia, i giocatori in campo salgono a saltare con una foga disarmante, entrano in 6 in area di rigore, il Tottenham pare solo più una comparsa. Il Dio del calcio ha già deciso chi la deciderà perché nulla deve essere lasciato al caso, deve essere Vecino a regalare la gioia all'Inter. Cross, Skriniar la sporca e l'uruguagio la insacca. Apoteosi, lo stadio sembra poter andar giù da un momento all'altro, i giocatori sono impazziti di gioia, Adani e  Trevisani ci raccontano il tutto con un enfasi mai vista ( esagerata? Forse, ma sfido chiunque a non lasciarsi trascinare da un ambiente del genere).

Ora il girone è aperto, l'Inter doveva sparigliare le carte e lo ha fatto, la pressione passa dritta, inesorabile, sulle spalle degli Spurs. 

"È tutto un equilibrio sopra la follia", recita Vasco in una di quelle canzoni che sembrano cucite sul petto di ogni interista. Equilibrio e follia.

Welcome back pazza!

Fonte: l'autore Federico Ruggeri

DI' LA TUA

0
0 COMMENTI

Inserisci qui il tuo commento

Gazzetta Fan News

Modifica password

Inserisci la password attuale: Inserisci la nuova password: Conferma la nuova password:

Grazie per il tuo commento!

Il commento sarà pubblicato appena moderato.

Grazie per aver compilato il form

A breve riceverai un feedback dallo staff di Gazzetta Fan News.

Grazie

Hai completato la tua registrazione! Inizia subito a partecipare alla community di GazzaNet

Continua la tua navigazione

Login

RECUPERA PASSWORD

Per recuperare la password inserisci la tua email.



Inserisci la tua nuova password.