Champions: Ronaldo mata il PSG, finisce 3-1. Anche Marcelo in gol

Apre Rabiot, poi pareggia CR7 su rigore. L'ingresso di Asensio cambia il match: lo spagnolo piazza due cross su cui si avventano prima Ronaldo poi Marcelo

di Davide Manca
Davide Manca
(338 articoli pubblicati)
Real Madrid v Paris Saint-Germain - UEFA

Per un doppio confronto che sa già di finale anticipata, Zidane schiera un 4-3-1-2: Navas in porta, Marcelo-Ramos-Varane-Nacho sulla linea difensiva, Kroos-Casemiro-Modric interni di centrocampo e Isco mezza punta alle spalle di Cristiano Ronaldo e Benzema.

Emery arriva a Madrid con un offensivo 4-3-3: Areola tra i pali, Berchiche-Kimpembe-Marquinhos-Dani Alves in difesa, Rabiot-Lo Celso-Verratti sono i tre di centrocampo, Neymar ala sinistra, Mbappé esterno a destra, Cavani centravanti.

Il Real Madrid parte meglio e inizia ad assediare l'area avversaria guadagnando una lunga serie di corner e creando diverse azioni offensive. Dopo una decina di minuti, Marcelo si scontra con il connazionale Dani Alves e resta a terra per qualche minuto lasciando in apprensione l'intero Bernabeu prima di rialzarsi e proseguire la sfida con un dolore al polso.

La sfida si accende dopo una punizione di Ronaldo calciata sopra la traversa al 25': tre minuti più tardi, Casemiro perde un pallone a centrocampo, la sfera arriva a Neymar che semina gli avversari per strada e arriva al limite dell'area prima di perdere il contatto col pallone sprecando il possibile vantaggio (Mbappé è completamente smarcato davanti a lui). Sul ribaltamento di fronte, Marcelo innesca la corsa di Ronaldo con un lancio perfetto a tagliare tutto il campo, il portoghese arriva davanti ad Areola e calcia, il portiere del PSG para col volto.

Intorno alla mezz'ora, Neymar continua a seminare avversari, poi arriva il vantaggio ospite: Mbappé vince un rimpallo e crossa a centro area, Cavani fa il velo per Neymar che è anticipato da Nacho: la sfera resta sui 10 metri e Rabiot - completamente perso dai centrocampisti Blancos - sigla l'1-0 battendo Navas.

Il PSG sfiora anche il secondo gol, poi Lo Celso atterra Kroos in area di rigore e Rocchi - arbitro designato per il big match - decreta il (dubbio) penalty: dagli undici metri, Ronaldo tira una sassata di collo interno imprendibile per Areola, nonostante il francese intuisca l'angolo. 1-1 e 24° gol stagionale del portoghese.

Gli ospiti iniziano a giocare meglio nella ripresa e vanno vicini al gol (Mbappé e Rabiot). A venti dal termine arrivano i primi cambi: Emery toglie Cavani per inserire il terzino Meunier e far avanzare Dani Alves a esterno offensivo (mossa che gli costerà la partita nel finale), dall'altra parte esce uno scadente Benzema per far spazio a Bale. Il cambio di Zidane non dà i suoi frutti, il PSG continua ad affacciarsi all'area dei padroni di casa sfiorando più volte la rete.

L'arbitro Rocchi si prende una pallonata da Neymar, quindi arrivano i cambi che danno una svolta al match: fuori Isco e Casemiro per Asensio e Vazquez. I neo entrati iniziano a giocare sulle fasce con Modric e Kroos interni e il Real Madrid trova due gol nel giro di pochi minuti: su contropiede, Asensio riceve sulla sinistra, punta il proprio marcatore, mette in mezzo e sulla respinta corta di Areola, Ronaldo arriva prima di tutti e di ginocchio deposita in rete. 2-1.

Emery mette Draxler per Lo Celso, ma il PSG subisce anche il 3-1 finale: Marcelo scambia sulla sinistra con Asensio che ripropone a centro area, il terzino brasiliano si fa trovare pronto e devia in porta segnando grazie a una deviazione di Marquinhos. Nei minuti di recupero, Draxler prova a tenere aperto l'incontro piazzando un assist da sinistra ma Neymar spara alto da pochi metri.

L'andata degli ottavi di finale tra Real Madrid e PSG termina 3-1 in una sfida che ha mostrato un elevato tasso tecnico e allo stesso tempo una fase difensiva disastrosa.

TOP: Cristiano Ronaldo, «finito» da diversi anni, bene o male continua a decidere le partite importanti (nonostante oggi abbia segnato con un rigore e raccogliendo una respinta corta). 25° gol stagionale in 29 partite, 11° su 7 in Champions e 117° nella storia del torneo.

FLOP: Neymar, tanti dribbling, pochissima sostanza.

Real Madrid v Paris Saint-Germain - UEFA
Fonte: l'autore Davide Manca

DI' LA TUA

0
0 COMMENTI

Inserisci qui il tuo commento

Gazzetta Fan News

Modifica password

Inserisci la password attuale: Inserisci la nuova password: Conferma la nuova password:

Grazie per il tuo commento!

Il commento sarà pubblicato appena moderato.

Grazie per aver compilato il form

A breve riceverai un feedback dallo staff di Gazzetta Fan News.

Grazie

Hai completato la tua registrazione! Inizia subito a partecipare alla community di GazzaNet

Continua la tua navigazione

Login

RECUPERA PASSWORD

Per recuperare la password inserisci la tua email.



Inserisci la tua nuova password.