Semifinali di Champions: spettacolo oltre la logica del risultato

Considerazioni calcistiche aspettando la finale, tutta inglese, fra Tottenham e Liverpool

di Riccardo Sanna
Riccardo Sanna
(12 articoli pubblicati)
PSV v Tottenham Hotspur - UEFA Champions

Ci sono notti di Champions, ci sono certe partite, che fanno brillare gli occhi. Che fanno esclamare: «Accidenti, che sport meraviglioso, il calcio!». Che ti fanno saltare dal divano. Ti fanno battere le mani. Ti fanno dire, con entusiasmo, all'amico affianco o a tuo padre o alla tua fidanzata che, con te, condivide la visione del match: «Ma hai visto che roba? Incredibile!». 

Ci sono gol pazzeschi e rimonte surreali, in certe notti di Champions. Ci sono azioni veloci, contropiedi, occasioni da entrambe le parti.  Ci sono dribbling, passaggi veloci sulla mediana, traversoni lunghi dalla difesa all'attacco. Cambi di gioco da una fascia all'altra. Corse forsennate, terzini che si prosciugano, attaccanti che fanno i difensori e difensori che fanno gli attaccanti. Ci sono portieri che sembrano saracinesche. Ci sono risultati che sembrano impossibili da ribaltare. Gare che sembrano già segnate. Vincitori già scritti e squadre date subito per spacciate. Andata e ritorno. Sudore e sangue. Adrenalina e coraggio. Ci vuole tempra e carattere, in certe notti di Champions. Vince chi non molla, chi combatte, chi resiste, chi soffre, chi ci crede. «Ma quanto corre, quello? Dove le trova tutte quelle energie?» Chi non demorde, chi ostenta, chi non perde la speranza. Chi non getta la spugna troppo presto, chi pazienta, chi non crolla osservando lo scorrere del tempo, chi non presta troppo orecchio ai fischi, chi non da credito ai dolori muscolari, chi non chiede il cambio e corre, nonostante la fatica. Chi fa sua la grinta trasmessa dal coach a bordo campo. Chi con il compagno di squadra condivide il fiatone. Chi da tutto e poi strappa la qualificazione magari all'ultimo secondo. «Hai visto, fratello, ce l'abbiamo fatta!» e poi si abbracciano,  i guerrieri che hanno vinto la battaglia ed esultano, con il pubblico in festa che poi, in fin dei conti, non ha mai smesso di crederci. Barcellona, Liverpool, Ajax, Tottenham: ma che show avete imbastito?

Ci sono gare, come quelle andate in scena in occasione delle semifinali, che hanno offerto talmente tanto spettacolo che quasi è un peccato che ci siano vincitori e sconfitti. Ci sono notti di Champions, ci sono partite degne di questo nome, che fanno brillare gli occhi. Che danno la conferma riguardo al fatto che, il calcio, nonostante le polemiche, nonostante tutto, resta uno sport davvero meraviglioso. In una parola: unico.

Fonte: l'autore Riccardo Sanna

DI' LA TUA

0
0 COMMENTI

Inserisci qui il tuo commento

Gazzetta Fan News

Modifica password

Inserisci la password attuale: Inserisci la nuova password: Conferma la nuova password:

Grazie per il tuo commento!

Il commento sarà pubblicato appena moderato.

Grazie per aver compilato il form

A breve riceverai un feedback dallo staff di Gazzetta Fan News.

Grazie

Hai completato la tua registrazione! Inizia subito a partecipare alla community di GazzaNet

Continua la tua navigazione

Login

RECUPERA PASSWORD

Per recuperare la password inserisci la tua email.



Inserisci la tua nuova password.