Ronaldo e l’Europa, un binomio che non poteva fermarsi agli ottavi

Ancora una serata da incorniciare per il fenomeno portoghese, uomo più che mai a suo agio e decisivo nelle partite da dentro o fuori

di Dario D'antoni
Dario D'antoni
(33 articoli pubblicati)
ronaldo contro latletico

Due giorni dopo, l'impresa è ancora lì, una serata magica per tutto il popolo juventino, e la conferma che la Champions League rimane per distacco la competizione calcistica più bella in assoluto. Certe serate lo testimoniano - vedi Real Madrid-Ajax e Psg-Manchester United.

"Doveva essere una notte speciale per la squadra e lo è stata, questa è la mentalità da Champions. Non abbiamo vinto ancora niente ma questa partita è motivo di orgoglio per noi, siamo sulla strada giusta". Le parole di Cristiano Ronaldo sono quelle di un autentico trascinatore per tutto l'ambiente bianconero, esaltato da una presenza così decisiva come quella di CR7 in ogni sua componente. Il quarto di finale raggiunto è un successo tecnico e societario che sottolinea come credere alla rimonta sia stato un pensiero fisso in tutto l'ambiente della Vecchia Signora.

Una tripletta da sogno, che evidenzia come l'Olimpo del calcio attuale sia una cosa a due, tra Lionel Messi e Cristiano Ronaldo. Soltanto un giocatore profondamente affamato, ambizioso come l'asso di Madeira poteva prendere la decisione di accettare il trasferimento alla Juventus, segno che a 33 anni si può ancora essere decisivi. D'altronde chi di noi non vorrebbe essere un Cristiano Ronaldo nella propria vita?

Un uomo in grado di condurre i propri compagni alla partita perfetta, che ha saputo compattare un ambiente poco sereno per alcune frizioni tra gli ultrà e Agnelli e per le critiche ad Allegri, un marito e padre che entusiasma ed emoziona la compagna e il figlio, pieni di gioia in tribuna.

Credo sia doveroso osannare le gesta di un calciatore che ha accettato la sfida più clamorosa che potesse presentargli la carriera: lasciare il Real Madrid per venire a giocare in Italia, alla Juventus, nella cui bacheca manca da ben 23 anni un trionfo in Europa. Una stagione in cui non ha è mancato il suo apporto in zona gol in campionato, con 19 reti che hanno rimarcato il dominio della Juventus in Italia (+18 sul Napoli, con la certezza matematica di campioni d'Italia che potrebbe arrivare già prima di Pasqua).

Ma per lasciare il proprio marchio, il proprio nome indelebile nella storia di questo club, Ronaldo è chiamato a guidare la squadra fino alla serata di sabato 1 giugno, giorno della finale di Champions al Wanda Metropolitano di Madrid. Obiettivo che dopo la serata perfetta di Torino viene giustamente sbandierato da più fronti. Ma per riuscire a giocarsi per l'ennesima volta una finale europea, la Juve dovrà giocare quattro partite: l'andata e il ritorno dei quarti, e le eventuali semifinali. Quattro appuntamenti dove Ronaldo non vorrà mancare per migliorare questi numeri:

TUTTI I RECORD IN CHAMPIONS

Calciatore ad aver segnato più gol (124+1 nei preliminari)

Unico calciatore ad aver vinto per sette volte la classifica marcatori. Unico calciatore ad aver vinto per sei volte consecutive la classifica marcatori

Unico calciatore ad aver segnato almeno 10 gol in un'edizione di Champions League per 7 stagioni consecutive

Calciatore che ha realizzato il maggior numero di reti (17) in una singola edizione

Calciatore che ha segnato più gol (19) in un anno solare

Unico calciatore ad aver vinto cinque Champions League

Calciatore che ha segnato più gol (32) in partite internazionali in un anno solare

Calciatore che ha segnato più gol nella fase a gironi (62)

Calciatore che ha segnato più gol nella fase ad eliminazione diretta (62)

Unico calciatore ad aver segnato in tutte e sei le giornate della fase a gironi

Unico calciatore ad aver segnato per undici partite consecutive

Unico calciatore ad aver segnato in tre finali. Uno dei tre calciatori, insieme a Mandzukic e Vasovic, ad aver segnato con due squadre diverse in una finale

Calciatore che ha realizzato più doppiette (35)

Uno dei due calciatori, insieme a Lionel Messi, ad aver segnato più triplette (8)

Calciatore che ha realizzato più triplette (3) in una singola edizione

Calciatore che ha segnato più gol (12) su calcio di punizione

si prende lapplauso dei tifosi
Fonte: l'autore Dario D'antoni

DI' LA TUA

0
0 COMMENTI

Inserisci qui il tuo commento

Gazzetta Fan News

Modifica password

Inserisci la password attuale: Inserisci la nuova password: Conferma la nuova password:

Grazie per il tuo commento!

Il commento sarà pubblicato appena moderato.

Grazie per aver compilato il form

A breve riceverai un feedback dallo staff di Gazzetta Fan News.

Grazie

Hai completato la tua registrazione! Inizia subito a partecipare alla community di GazzaNet

Continua la tua navigazione

Login

RECUPERA PASSWORD

Per recuperare la password inserisci la tua email.



Inserisci la tua nuova password.