Roma – Liverpool,viaggio tra un sogno infranto e una emozione infinita

La Roma esce dalla Champions League. Grande l'emozione regalata dalla squadra italiana e dai suoi tifosi.

di Cristiano Cri
Cristiano Cri
(8 articoli pubblicati)
Roma Liverpool Champions League

L'andata a Liverpool è stata una partita difficile, con tante difficoltà, tanti problemi, ma che ha dimostrato, se ancora ce ne era bisogno, il grande cuore giallorosso. Ora lo stadio è pieno, sono finite le discussioni su formazioni, sostituzioni e errori. Mentre risuona il “Roma, Roma, Roma” di Venditti, tutte le sciarpe vengono alzate e quel movimento da destra a sinistra, di colori giallorossi ricorda un'alba nuova, fresca e calda che i tifosi della magica si augurano.

Unico pensiero rimasto dalla partita d'andata è per Sean, che è ancora in una camera di ospedale per le botte ricevute da chi tutto si può definire ma non tifosi. Ultimi scongiuri tra i tifosi e giocatori, De Rossi ripensa al ritorno col Barcellona e prega Dio di riuscire a replicare, i giocatori del Liverpool che sono ugualmente tesi perchè per l'olimpico ringhia tutta la sua passione e la sua voglia di festeggiare, ma tutto si blocca, come un fermo immagine di un film e un'unico coro sulla musica d'abitudine urla: “The Champion”, ed inizia questa nuova sfida angloitaliana.

La partita

L'errore di Naigolaan apre al vantaggio inglese, ma i giallorossi dopo un momento di sbandamento, riecco spuntare la voglia romanista e da una bella azione corale arriva il pareggio su autogol che riaccende l'entusiasmo dei tifosi della lupa. Ancora un'errore della Roma e ancora un gol del Liverpool che non perdona, ma i tifosi ci credono ancora e incitano ancora la formazione di Di Francesco. Il primo tempo finisce così.

Secondo tempo che inizia con una nuova carica e subito Dezeko riaccende la speranza negli occhi dei tifosi romanisti, riportando le squadre in pareggio, la Roma mai doma, sbaglia tanto ma non molla e riesce perfino a portarsi in vantaggio con Nainggolan e a segnare il rigore del 4-2, ma non basta, la Roma esce dalla Champions.

Un sogno infranto più ad Anfield che nella capitale, non è bastato dare l'anima, cercare di giocare con il cuore. E' vero che, in alcuni momenti è mancata la lucidità però una cosa è accaduta: la Roma ha regalato un grande sogno ai suoi tifosi, un momento di forte emozione che ha unito tutti i veri tifosi di calcio italiani. Chi questa sera ha tifato contro pur essendo italiano, non è certo un tifoso.

Conclusione

Finisce cosi, con lo stadio che ringrazia i propri giocatori con un'applauso e una mega sciarpata sempre giallorossa, che questa volta ha più il sapore di un tramonto, di una conclusione. Ma il tramonto chiude una giornata per preparare l'alba del giorno  dopo, dove ci sarà un'altra possibilità per la lupa e per tutti i loro tifosi. Questo non è uno spettacolo d'addio, ma solo di arrivederci e come dice la canzone di Venditti: Grazie Roma!

during the UEFA Europa League Round of
Fonte: l'autore Cristiano Cri

DI' LA TUA

0
0 COMMENTI

Inserisci qui il tuo commento

Gazzetta Fan News

Modifica password

Inserisci la password attuale: Inserisci la nuova password: Conferma la nuova password:

Grazie per il tuo commento!

Il commento sarà pubblicato appena moderato.

Grazie per aver compilato il form

A breve riceverai un feedback dallo staff di Gazzetta Fan News.

Grazie

Hai completato la tua registrazione! Inizia subito a partecipare alla community di GazzaNet

Continua la tua navigazione

Login

RECUPERA PASSWORD

Per recuperare la password inserisci la tua email.



Inserisci la tua nuova password.