Primo round di coppe: come si son comportate le italiane? (1^ parte)

Dopo la prima giornata di Champions e Europa League, ecco un riassunto delle prestazioni delle squadre italiane

di Giulio Bassani
Giulio Bassani
(7 articoli pubblicati)
Mentalità super-vincente

Bilancio con il segno più, abbastanza positivo:nel primo turno della fase a gironi le squadre del Bel Paese portano a casa 4 vittorie, 1 pareggio e 1 Ko. Analizziamo formazione per formazione, cosa ha funzionato e cosa non va.

MATURITÀ EUROPEA - La Juventus inizia il suo percorso all'inseguimento della coppa dalle grandi orecchie con una vittoria che potrebbe già rivelarsi fondamentale per il raggiungimento di tale obiettivo. Non solo per i tre punti strappati al Mestalla che spaccano già il gruppo H ma soprattutto per la grande prova di maturità dimostrata in una situazione assai complicata. Gli uomini di Allegri sciupano occasioni colossali con Mandzukic, Khedira, Bernardeschi e Matuidi, in più il centrocampista tedesco deve abbandonare il campo e come se non bastasse una scaramuccia tra CR7 e Murillo (una pettinata, una piccola tiratura al cuoio capelluto del difensore ex Inter) porta ad un'espulsione incredibile per il cinque volte pallone d'oro, il quale non si dà pace per un cartellino rosso segnalato da un abbaglio dell'addizionale Fritz probabilmente in cerca di un istante di notorietà.Ma è proprio quando gli episodi sembrano far pensare ad una gara in salita che i bianconeri cambiano rapporto della loro sublime bicicletta mostrando tutta la personalità che li contraddistingue: i 10 in campo non si scompongono, Cancelo prima colpisce la traversa e successivamente viene colpito al volto da una scarpata pericolosa e negligente di Parejo che porta al rigore (come la mettiamo con il metro di giudizio qui? Solo giallo?).Pjanic è freddo, letale e non si smentisce nemmeno ad inizio ripresa quando Brych accorda un altro penalty per la trattenuta di Murillo su Bonucci (ci può stare, ma ogni angolo avrebbe mille di queste situazioni). Il Valencia ci priva fino alla fine ma si ferma quasi sempre all'ingresso dell'area.Chiellini è un muro, Cancelo si fa in quattro, Bernardeschi si erge a migliore in campo grazie a sacrificio, capacità di creare affanno e spirito di iniziativa. Nel finale anche Szczesny pone la sua firma sul successo della Vecchia Signora parando il rigore di Parejo (molto ma molto dubbio). Esame di maturità superato per la Juventus che dà prova che pure senza la sua punta di diamante, in un match che lascia qualche strascico fisico,sono una formazione da mentalità europea e, possiamo dirlo a bassa voce, una delle principali favorite al successo con Liverpool e Real Madrid.

Voto Juventus: 9

AZZURRO SBIADITO - Un pareggio in trasferta in Champions League di per sé non è quasi mai un risultato da scartare ma per questo Napoli lo è eccome. In un girone di ferro come quello dei partenopei, per provare a impensierire le favorite Liverpool e PSG di norma sarebbe cosa buona e giusta conquistare il bottino pieno nelle due gare con la squadra materasso Stella Rossa, modesta dal punto di vista tecnico. Gli azzurri in uno stadio Marakana da brividi e pelle d'oca, un cerchio di passione asfissiante tengono sempre il pallino del gioco in mano ma le occasioni arrivano a sprazzi.La migliore  in assoluto è la traversa colpita dal gran destro  di Lorenzo Insigne mentre Borjan compie il proprio dovere sulle conclusioni di Milik e Callejon. Nella ripresa Ancelotti prova a rimescolare le carte con gli ingressi di Mertens, Hamsik e Ounas, ma gli assalti partenopei spesso frettolosi e privi di lucidità producono poche preoccupazioni per un punteggio ad occhiali che rimane fissato sui tabelloni. Ovviamente niente è ancora stato deciso per un Napoli che ora sarà chiamato a imprese vere e proprie. Per i serbi grande felicità e tanti festeggiamenti per il punticino conquistato con i denti al ritorno nella competizione europea più blasonata.

Voto Napoli: 5,5 

LAZIO OK -

La Lazio d'Inzaghi prosegue il suo mini-ciclo vincente battendo all'Olimpico i sempre ostici cipriota del Limassol. Buona prestazione, un po' lezione dopo aver trovato l'1-0 con Luis Alberto. Protagonista Caicedo, assist-men per la rete del vantaggio si procura il rigore nel finale.

Voto Lazio: 6+

Fonte: l'autore Giulio Bassani

DI' LA TUA

0
0 COMMENTI

Inserisci qui il tuo commento

Gazzetta Fan News

Modifica password

Inserisci la password attuale: Inserisci la nuova password: Conferma la nuova password:

Grazie per il tuo commento!

Il commento sarà pubblicato appena moderato.

Grazie per aver compilato il form

A breve riceverai un feedback dallo staff di Gazzetta Fan News.

Grazie

Hai completato la tua registrazione! Inizia subito a partecipare alla community di GazzaNet

Continua la tua navigazione

Login

RECUPERA PASSWORD

Per recuperare la password inserisci la tua email.



Inserisci la tua nuova password.