La terza settimana europea dei club italiani (parte 1)

Prove di forza per Juventus, Roma e Lazio. Pareggio positivo con rimpianto per il Napoli. Male le milanesi

di Stefano Boffa
Stefano Boffa
(164 articoli pubblicati)
UEFA Champions League UEFA Cup Draw

Terza giornata tutto sommato positiva per le squadre italiane impegnate in Champions ed Europa League, con Juventus e Lazio che hanno messo una seria ipoteca sulla qualificazione, Roma, Inter (nonostante la sconfitta) e Napoli ancora perfettamente in carreggiata e Milan che deve guardarsi le spalle. Ecco il resoconto di quanto accaduto in questa giornata:

CHAMPIONS LEAGUE

MANCHESTER UNITED-JUVENTUS: Grande dimostrazione di forza e di personalità quella degli uomini di Allegri all'Old Trafford di Manchester, dove la Vecchia Signora si è imposta sui Red Devils di Mourinho per 1-0, mettendo una seria ipoteca sul passaggio agli ottavi di finale in vista del match di ritorno a Torino. E' stata una Juventus autoritaria che non ha lasciato scampo ad uno United fin troppo remissivo tra le mura  amiche e che, nonostante le parate monstre di De Gea,  ha dovuto arrendersi al tap-in vincente di Dybala, bravo a raccogliere un pallone vagante in area dopo il tentativo a rete di Cuadrado. Nonostante la manifesta superiorità e un dominio a tratti imbarazzante, la Juve ha comunque peccato di cinismo e sprecato diverse opportunità per chiudere la partita, ma alla fine, grazie al palo di Pogba e all'arcigna coppia difensiva Bonucci-Chiellini, la Juve riesce a portare a casa il bottino e a chiudere il girone d'andata a punteggio pieno, tenendo lo United distante 5 punti dalla vetta del girone H. Nell'altro match del girone, arriva il primo storico punto dello Young Boys nella fase a gironi della Champions, frutto di un pari in rimonta per 1-1 contro il Valencia che comunque non ha spento le speranze di qualificazione agli ottavi degli spagnoli.

ROMA-CSKA MOSCA: Era una partita da non sbagliare per i Giallorossi e così è stato. All'Olimpico, la Roma si è imposta con un perentorio 3-0 sui campioni di Russia e a decidere la partita è stato un Dzeko sontuoso, autore di una strepitosa doppietta e di un assist vincente in occasione del gol di Cengiz Ünder. Come aveva fatto notare Di Francesco nel post-partita, però, il CSKA aveva creato diversi grattacapi alla difesa romanista e questo potrebbe essere un segnale importante in vista del ritorno in terra russa che potrebbe essere cruciale per il discorso qualificazione. Al momento, per la Roma è importante godersi il sorpasso sui moscoviti e la conseguente vetta del girone G con 6 punti in concomitanza con il Real Madrid, a sua volta vittorioso in casa (con più patemi del previsto, va detto) per 2-1 contro il Viktoria Plzen.

PSG-NAPOLI: Un pari prezioso, ma quanti rimpianti per il Napoli di Ancelotti, raggiunto sul 2-2 nel recupero dalla prodezza di Di María dopo una partita dominata. Al Parco dei Principi, gli Azzurri sono stati padroni del campo per gran parte del match ed erano anche riusciti a portarsi in vantaggio per ben due volte: la prima volta con lo scavetto vincente di Insigne, ben imbeccato da Callejón; la seconda volta con Mertens, bravo a ribadire in rete una corta respinta di Marquinhos sulla conclusione di Fabián Ruiz, facendosi perdonare la traversa colpita nel primo tempo e rispondendo così al clamoroso autogol di Mario Rui che era valso il primo pari parigino. Con questo pari, il Napoli riesce a tenere a distanza i parigini in vista del match di ritorno al San Paolo, ma perde la vetta della classifica del gruppo C, passata adesso in mano al Liverpool, vittorioso per 4-0 in casa con la Stella Rossa.

BARCELLONA-INTER: Brutta battuta d'arresto per i Nerazzurri, sconfitti al Camp Nou per 2-0 da un Barcellona orfano di Leo Messi infortunato. Nonostante l'assenza della Pulga, il Barcellona ha dominato la partita, colpendo anche una traversa con Coutinho, e, grazie ai gol dell'ex Rafinha e di Jordi Alba, è riuscita a conservare la vetta del gruppo B a punteggio pieno. Sconfitta, tutto sommato, indolore per l'Inter, che deve ringraziare il pari per 2-2 tra PSV e Tottenham ad Eindhoven che gli permette di mantenere 5 punti di vantaggio sulle inseguitrici. 

Fonte: l'autore Stefano Boffa

DI' LA TUA

0
0 COMMENTI

Inserisci qui il tuo commento

Gazzetta Fan News

Modifica password

Inserisci la password attuale: Inserisci la nuova password: Conferma la nuova password:

Grazie per il tuo commento!

Il commento sarà pubblicato appena moderato.

Grazie per aver compilato il form

A breve riceverai un feedback dallo staff di Gazzetta Fan News.

Grazie

Hai completato la tua registrazione! Inizia subito a partecipare alla community di GazzaNet

Continua la tua navigazione

Login

RECUPERA PASSWORD

Per recuperare la password inserisci la tua email.



Inserisci la tua nuova password.