La sesta settimana europea dei club italiani (parte 1)

Disastro totale: dal possibile en plein a ben tre eliminazioni maturate in extremis per differenza reti. Unica notizia positiva: Juve prima nel girone

di Stefano Boffa
Stefano Boffa
(164 articoli pubblicati)
UEFA Champions League  UEFA Cup Draw

Ci si aspettava un poker di qualificate in Champions e l'archiviazione della qualificazione ai sedicesimi di Europa League del Milan, ma invece è successo esattamente il contrario: Napoli e Inter inciampano contro Liverpool e PSV e retrocedono mestamente in Europa League tra mille rimpianti, mentre il Milan si fa beffare di mestiere dall'Olympiakos nell'insidiosa trasferta d'Atene, salutando anzitempo l'Europa. Tutte e tre le squadre sono state eliminate tramite la classifica avulsa. Ecco il resoconto di questa disastrosa giornata che ha portato in dote 1 pareggio e 5 sconfitte.

CHAMPIONS LEAGUE

LIVERPOOL-NAPOLI: Drammatico spareggio da dentro o fuori quello giocatosi ad Anfield tra i Reds e gli Azzurri, che ha visto trionfare i padroni di casa per 1-0 grazie alla furbata di Mohamed Salah, bravo a saltare di forza e in velocità Mario Rui e Koulibaly e ad approfittare dell'errore macroscopico di Ospina, che si fa beffare sul suo palo da posizione defilata. La magia dell'egiziano punisce oltremodo il Napoli con un'eliminazione beffarda che ricorda molto quella subita nella Champions League 2013/14 sotto la guida di Benitez, con ancora la differenza reti a farla da padrone. I partenopei masticano amaro per l'eliminazione subita anche in virtù della vittoria a Belgrado per 4-1 del PSG sulla Stella Rossa (successo che è valso il primato nel girone per i francesi), ma  possono trovare consolazione nel poter ripartire dai sedicesimi di Europa League da testa di serie e da favoriti per la vittoria finale.

INTER-PSV: Pareggio perfettamente inutile per i Nerazzurri a San Siro contro un PSV già eliminato e fuori dalle coppe, dato il contemporaneo pari raccolto dal Tottenham a Barcellona in rimonta contro i Blaugrana, che costa l'eliminazione per la squadra milanese e la conseguente retrocessione ai sedicesimi di Europa League da testa di serie. La partita dell'Inter non è cominciata nel modo migliore, anche a causa di un approccio approssimativo che guardava più al risultato dell'altra partita del girone che alla partita che si stava giocando: Asamoah perde un brutto pallone sulla trequarti e Lozano è bravo di testa a sfruttare l'assist sulla sinistra di Bergwijn per il gol del clamoroso vantaggio olandese. Nella ripresa, l'Inter prova a scuotersi  e trova il pareggio con il colpo di testa di Icardi su assist di un ispiratissimo Politano, ma alla fine il risultato non si schioda dall'1-1 (stesso risultato della partita di Barcellona) e l'Inter saluta prematuramente la Coppa dalle grandi orecchie per peggior differenza reti negli scontri diretti con gli Spurs.

VIKTORIA PLZEN-ROMA: Sconfitta indolore per la Roma, già sicura del passaggio del turno da seconda classificata, contro i cechi del Viktoria Plzen per 2-1, i quali, grazie a questa vittoria, riescono a raccogliere un insperata qualificazione ai sedicesimi di Europa League a scapito del CSKA Mosca, che si è vista vanificare la clamorosa vittoria per 3-0 raccolta sul campo del Real Madrid campione in carica a causa degli scontri diretti. A decidere la partita sono state le firme di Chory e Kovarik in contropiede, di mezzo il momentaneo pari di Ünder.

YOUNG BOYS-JUVENTUS: Sconfitta tanto sorprendente quanto indolore per la Vecchia Signora già qualificata agli ottavi, la quale cade per 2-1 a Berna sul campo dello Young Boys che trova la sua prima e storica vittoria in Champions League. Mattatore della partita è stato il centravanti francese dei Gialloneri Hoarau, autore di una sensazionale doppietta (primo gol su rigore, il secondo in contropiede), mentre per la Juve è andato a segno Dybala con una pregevole conclusione da fuori area, il quale si è visto anche annullare il gol del pareggio nel finale per fuorigioco attivo di Ronaldo. Allegri può ringraziare il risultato del Mestalla, che ha visto il Valencia battere per 2-1 il Manchester United e consegnare il primato del girone ai Bianconeri, oltre che la qualificazione ai sedicesimi di Europa League agli spagnoli in qualità di testa serie.

Fonte: l'autore Stefano Boffa

DI' LA TUA

0
0 COMMENTI

Inserisci qui il tuo commento

Gazzetta Fan News

Modifica password

Inserisci la password attuale: Inserisci la nuova password: Conferma la nuova password:

Grazie per il tuo commento!

Il commento sarà pubblicato appena moderato.

Grazie per aver compilato il form

A breve riceverai un feedback dallo staff di Gazzetta Fan News.

Grazie

Hai completato la tua registrazione! Inizia subito a partecipare alla community di GazzaNet

Continua la tua navigazione

Login

RECUPERA PASSWORD

Per recuperare la password inserisci la tua email.



Inserisci la tua nuova password.