La ribellione di Ronaldo contro la mentalità difensiva di Allegri

Chi ha visto la partita di Napoli ha chiaramente visto la rabbia di Cristiano Ronaldo, il cui gesticolare plateale non è sfuggito a nessuno

di Alan paul Panassiti
Alan paul Panassiti
(287 articoli pubblicati)
Juventus Training Session

"Incredibilmente, c’è sempre più tensione in casa bianconera. Nonostante la quasi certezza dell’ottavo titolo di Campione d’Italia consecutivo, tiene banco sempre il futuro di Allegri. Criticato, in maniera forte, da buona parte del popolo bianconero per la disastrosa gara al Wanda Metropolitano, l’attuale tecnico della Vecchia Signora avrebbe minacciato di lasciare la guida tecnica del club."

Ieri nei social è girata questa notizia: Allegri si sarebbe dimesso e andato via dalla Juventus: ovviamente nulla di vero. Una vera e propria bufala senza un vero fondamento reale, anche se qualche tensione in società c'era e c'è. Molti rumors, molti problemi e soprattutto anche i malumori di Ronaldo.

Anche secondo alcune testate nazionali, Allegri sarebbe arrivato, la scorsa settimana, al punto di pensare di farsi da parte. Una riflessione che avrebbe portato la società a decidere di fissare un incontro, probabilmente dopo la gara di ritorno di Champions League con l’Atletico Madrid, per fare chiarezza, in maniera definitiva, sul futuro dello stesso Allegri e cercare di non alimentare altre indiscrezioni di mercato (il nome di Zidane è accostato, sempre più di frequente, alla Juventus).

Chi ha visto la partita di Napoli poi ha visto la ribellione di Ronaldo, il cui gesticolare plateale non è sfuggito a nessuno.  Non è così mostruosamente strategico da aver programmato la sua uscita di domenica sera, quando si è platealmente rivolto ad Allegri chiedendo uno spirito più offensivo da parte della Juventus. Ma di certo CR7 ha prodotto più di una reazione nella coscienza collettiva della squadra e, forse, anche nei pensieri di Massimiliano Allegri che, peraltro, a fine partita gli ha dato ragione, deprecando la tendenza della Juventus ad abbassarsi, finendo con le linee di difensori e centrocampisti troppo schiacciate e improduttive di palloni giocabili per uno dei tre attaccanti più forti del mondo. Ronaldo, quindi, ce l’aveva con Allegri? Diciamo che si è rivolto al tecnico perché prendesse provvedimenti, ma in precedenza, non pizzicato dalle telecamere, si era rivolto molte volte ai suoi compagni perché fossero più intraprendenti nella fase di possesso. Se Ronaldo era arrabbiato lo era con la squadra in generale, non accusava il tecnico di qualcosa in particolare, ma cercava una soluzione a quello che vedeva come un problema.

La verità è che sono le scelte dell'allenatore ad avere infastidito molti tifosi e molti giocatori negli anni, vedi   Dani Alves e   Tevez, sono andati via per dissidi con un tecnico che ha la tendenza ad infondere paura con le sue scelte.  La società lo ha capito, ha provato a intervenire ma Napoli, dove stavolta è andata bene , è stata la goccia che ha fatto traboccare il vaso. 

Il retroscena, nemmeno tanto segreto è che Ronaldo, abituato a giocare in squadre che imponevano il loro gioco, e  con una continuità di palle giocabili che a Torino non ha mai visto, è da settimane stufo del gioco rinunciatario del tecnico tanto da minacciare di andare via a fine stagione a Manchester qualora Allegri fosse stato confermato.  Si è innescata una reazione a catena perché l'ingombrante campione portoghese ha mostrato anche ai compagni il suo nervosismo e la  mancanza di mentalità. Con la sua uscita il giocatore vuole che i suoi compagni giochino una grande partita contro i Colchoneros al ritorno, anche perché una uscita agli ottavi farebbe sfumare da subito il sogno del sesto pallone d'oro che andrà quasi sicuramente a Messi, qualora il  Barcellona vada in finale di   Champions. Attendiamo sviluppi.

Juventus v Bologna FC - Serie A
Fonte: l'autore Alan paul Panassiti

DI' LA TUA

0
0 COMMENTI

Inserisci qui il tuo commento

Gazzetta Fan News

Modifica password

Inserisci la password attuale: Inserisci la nuova password: Conferma la nuova password:

Grazie per il tuo commento!

Il commento sarà pubblicato appena moderato.

Grazie per aver compilato il form

A breve riceverai un feedback dallo staff di Gazzetta Fan News.

Grazie

Hai completato la tua registrazione! Inizia subito a partecipare alla community di GazzaNet

Continua la tua navigazione

Login

RECUPERA PASSWORD

Per recuperare la password inserisci la tua email.



Inserisci la tua nuova password.