La quarta settimana europea dei club italiani (parte 1)

Missione compiuta per la Lazio. Passi decisivi per Inter e Roma. Brusco stop per la Juve. Milan sempre più in bilico

di Stefano Boffa
Stefano Boffa
(164 articoli pubblicati)
UEFA Champions League UEFA Cup Draw

E' cominciato il turno di ritorno della fase a gironi delle coppe europee e per le italiane è arrivato il momento di pigiare sull'acceleratore per centrare gli obiettivi prefissati. Vediamo il resoconto di questa giornata piuttosto turbolenta che, a causa dei risultati non troppo entusiasmanti, ha riportato la Serie A al terzo posto alle spalle della Premier League nel ranking UEFA:

CHAMPIONS LEAGUE 

NAPOLI-PSG: Partita praticamente da dentro o fuori per gli uomini di Ancelotti al San Paolo di Napoli, dove i partenopei, in rimonta hanno imposto un pari preziosissimo in chiave qualificazione per 1-1 al PSG, mantenendo in questo modo il vantaggio negli scontri diretti con i parigini per quanto riguarda la regola degli scontri diretti e i gol segnati in trasferta. La partita non era cominciata con il piede giusto per gli Azzurri, i quali soffrono l'intraprendenza dei parigini e chiudono la prima frazione sotto di un gol a causa dell'improvviso gol Bernat, bravo a sfruttare l'assist al bacio di Mbappé dalla sinistra. La ripresa si apre con un Napoli più arrembante e, dopo innumerevoli parate da parte del redivivo e rientrante Buffon, arriva il pareggio napoletano firmato da Insigne su calcio di rigore per fallo su Callejón da parte del duo Buffon-Thiago Silva. Grazie a questo pareggio, il Napoli riesce a raggiungere il Liverpool in vetta alla classifica del Gruppo C con 6 punti, approfittando del clamoroso tonfo dei Reds a Belgrado contro la Stella Rossa per 2-0. Per il PSG, il match casalingo con il Liverpool diventa cruciale non solo per il suo prosieguo nel torneo, ma anche per il cammino del Napoli in caso di vittoria nel prossimo impegno in casa con la Stella Rossa.

INTER-BARCELLONA: Nonostante un'incredibile sofferenza, l'Inter riesce ad ottenere un punto d'oro in casa contro i marziani del Barcellona, imponendo l'1-1 ai ben più quotati avversari in un finale convulso e denso di emozioni. L'armata Spalletti soffre dannatamente il palleggio dei giocolieri catalani e, dopo 83 minuti di agonia, Malcom, appena entrato, porta in vantaggio gli ospiti approfittando di un'incertezza di Handanovic nell'occasione. L'Inter reagisce alla disperata e, dopo soli 4 minuti, Icardi trova il gol del pari definitivo sfruttando un'ottima giocata di Lautaro Martinez sulla destra, infilando il pallone sotto le gambe di Ter Stegen. Grazie a questo pareggio, ai Nerazzurri basterebbe fare 1 punto a Wembley contro il Tottenham (uscito vincitore per 2-1 nel confronto casalingo con il PSV) per poter festeggiare il passaggio agli ottavi con il secondo posto nel Gruppo B, ma non sarà affatto facile uscire indenni da Londra.

CSKA MOSCA-ROMA: 3 punti dovevano essere e così è stato nell'insidiosa trasferta di Mosca per la Roma, vittoriosa per 2-1 sul CSKA nonostante il gelo e il clima infuocato del Luzhniki. I Giallorossi sono bravi a chiudere il primo tempo in vantaggio grazie al gol di Manolas in apertura di partita, ma nella ripresa si fanno riprendere subito da Sigurdsson, bravo ad approfittare di un errore di Santon. Dopo l'espulsione di Magnusson per somma di ammonizioni, la Roma trova il gol del vantaggio definitivo grazie a Pellegrini, il quale permette ai Giallorossi di portarsi in vetta al Gruppo G in concomitanza con il Real Madrid ( a sua volta vittorioso per 5-0 a Plzen contro il Viktoria), prossimo avversario all'Olimpico.

JUVENTUS-MANCHESTER UNITED: Tonfo casalingo clamoroso per i Bianconeri contro il Manchester United di Mourinho, il quale si vendica a modo suo della sconfitta dell'andata e degli sfottò ricevuti dai supporter juventini per tutto il doppio confronto. La Juve è in netto controllo della partita e la sblocca grazie alla perla del grande ex Cristiano Ronaldo, ma nel finale di partita, la punizione vincente di Mata e il rocambolesco autogol di Alex Sandro consegnano i 3 punti ai Red Devils. Juventus costretta a vincere in casa col Valencia (vittorioso per 3-1 in casa con lo Young Boys) per ottenere qualificazione e primato. 

Fonte: l'autore Stefano Boffa

DI' LA TUA

0
0 COMMENTI

Inserisci qui il tuo commento

Gazzetta Fan News

Modifica password

Inserisci la password attuale: Inserisci la nuova password: Conferma la nuova password:

Grazie per il tuo commento!

Il commento sarà pubblicato appena moderato.

Grazie per aver compilato il form

A breve riceverai un feedback dallo staff di Gazzetta Fan News.

Grazie

Hai completato la tua registrazione! Inizia subito a partecipare alla community di GazzaNet

Continua la tua navigazione

Login

RECUPERA PASSWORD

Per recuperare la password inserisci la tua email.



Inserisci la tua nuova password.