La Dea continua la corsa europea: menomale che gioca lei a San Siro!

Il neroazzurro di casa a Milano in  Champions League  resta quello di Bergamo

di Luca Sala
Luca Sala
(224 articoli pubblicati)
Dea in Festa

Storico,memorabile risultato  dell'Atalanta che approda ai sedicesimi del massimo torneo continentale per squadre di club, roba da non dormire di qui a lunedi' giorno dei sorteggi.

Il calcio e' bello e unico nel suo genere proprio per serate come questa in Ucraina che rappresenta la vera svolta della gestione Gasperini per la definitiva consacrazione del suo lavoro fuori dall'Italia. Non solo per il perentorio tris a zero servito ghiacciato nella gelida tana dello Shakhtar Donetsk quanto soprattutto per aver mantenuto fede al suo credo di potercela fortemente fare come dichiarato da tutto l'ambiente bergamasco  alla vigilia attraverso il gioco da grande squadra che oramai la caratterizza da tre stagioni almeno.

Personalmente sogno che dalle pallina stellata  venga estratto come prossimo avversario il Real Madrid di Zinedine Zidane e soci per vedere come va a finire la  sfida  al Maestro Gasp ,a mio giudizio di una spanna o due superiore al fortunato collega francese,  cosi' come ai suoi eroici ragazzi certamente  pronti a far saltare i piani dei famosi calciatori blancos in virtu' di una"  fame calcistica " ben superiore.

Mi assumo volentieri quello che per me non e' affatto un rischio di venire deriso e sbertucciato  perche' quando si sogna bisogna farlo in grande e da vero sportivo prima che tifoso quale sono non pongo limiti ad una squadra che non ha mai indietreggiato nemmeno di un passo pur di giocarsela ,me la vedo tale e quale    al Santiago Bernabeu a caricare con tutta la sua forza come d'abitudine ormai su tutti i campi senza distinzione alcuna.

Dulcis in fundo, lasciatemelo proprio dire ,il  vero e assoluto capolavoro resta aver pensato e dichiarato prima di tutti  anche da questa testata che il posto  piu' bello e degno che ci fosse stato per la prima storica sua Champions League fosse il mitico e ineguagliabile San Siro in Milano.

Proprio all'indomani dell'inopinata uscita interista dalla manifestazione  ho cominciato a pensare intensamente che la Dea dovesse proprio fare l'impresa per dimostrare una volta per tutte di essere assolutamente padrona  non solo e non tanto di giocarci, quanto di rappresentare con il suo calcio europeo al 100% la città piu' europea d'Italia direttamente nel suo stadio.

Non me ne vogliano il desaparecido Luciano Spalletti  e la sua sgangherata squadra , ne' tantomeno il redivivo Gennarino Gattuso e il suo Milan degli Inguardabili  con tutti i loro stizziti tifosi rossonerazzurri quando affermo ancor piu' convinto che debbano solo ringraziare GianPiero Gasperini e i suoi magnifici ragazzi di  aver preso il loro posto mostrando agli spettatori di tutta Europa come si gioca al calcio.

Fonte: l'autore Luca Sala

DI' LA TUA

4
4 COMMENTI

Inserisci qui il tuo commento

  1. SportsMan - 10 mesi

    Attenzione comunque a fare festa prima di incontrare e battere un osso durissimo come il Valencia, prossimo avversario della magnifica Dea.

  2. SportsMan - 10 mesi

    Tutti i giornali piu’ autorevoli sono concordi, questa squadra di eroi per dirla alla Arrigo Sacchi merita il palcoscenico piu’ importante che ci sia.

  3. SportsMan - 11 mesi

    Il calcio è lo sport più miracoloso di tutti,ma l’ATALANTA non è solo un miracolo sportivo.

  4. SportsMan - 11 mesi

    Che poi siano i sedicesimi o gli ottavi di Champions League cambia poco,la verità è che nelle prime 16 squadre più forti d’Europa non potesse mancare la Dea!

Gazzetta Fan News

Modifica password

Inserisci la password attuale: Inserisci la nuova password: Conferma la nuova password:

Grazie per il tuo commento!

Il commento sarà pubblicato appena moderato.

Grazie per aver compilato il form

A breve riceverai un feedback dallo staff di Gazzetta Fan News.

Grazie

Hai completato la tua registrazione! Inizia subito a partecipare alla community di GazzaNet

Continua la tua navigazione

Login

RECUPERA PASSWORD

Per recuperare la password inserisci la tua email.



Inserisci la tua nuova password.