La Champions di quest’anno si è trasformata nella “Remuntada League”

In questa edizione di Champions League il marchio è stato impresso dalle rimonte leggendarie e su tutte ci piace ricordare l'Ajax capace di fare 4 reti a Madrid

di Leandro Malatesta
Leandro Malatesta
(120 articoli pubblicati)
Real Madrid v Ajax - UEFA Champions Leag

Che la "coppa dalle grandi orecchie" sia da sempre sinonimo di spettacolo e di emozioni forti è fatto noto ma quello che l'edizione di quest'anno ha introdotto quale piacevole novità è stata la facile propensione a rimonte che hanno sfidato e in molti casi superato le leggi della logica.

Il Manchester United che ribalta al Parco dei Principi il PSG per 3 a 1 dopo aver perso 2 a 0 all'andata, la Juve che vive una notte mitica all'Allianz Stadium sconfiggendo per 3 a 0 l'Atletico di Simeone grazie alla tripletta di CR7, fino ad arrivare a Liverpool - Barcellona e alla serata di gala per Lucas Moura capace di regalare, quasi da solo, la finale al Tottenham con una tripletta da favola.

Ma se tutte queste notti si sono potute palesare c'è da ringraziare la serata primigenia che ha saputo ispirare tutto questo.  Erano i primi giorni di Marzo e allo stadio "Santiago Bernabeu" di Madrid si disputava la gara di ritorno degli ottavi tra Real e Ajax.

Gli spagnoli erano forti e sicuri del successo per 2-1 ottenuto in terra olandese tanto che il capitano Sergio Ramos ad Amsterdam si fece ammonire al minuto 88 in modo da saltare la sfida di ritorno per garantirsi un turno di "riposo" e ripartire così con la "fedina" immacolata in vista dei quarti di finale dati oramai per certi dal difensore spagnolo. Quest'atto di cercare il giallo forzato costerà poi al capitano del Madrid due turni di squalifica da parte dell'UEFA dimostrando così la leggerezza improvvida del numero 4 di bianco vestito e siamo sicuri in altri tempi attirare su di sé anche una delle proverbiali "santiaghine" ossia le terribili sfuriate del leggendario presidente madrileno Santiago Bernabeu.

Ritornando però alle cose di campo è certo che alla squadra di Erik ten Hag non toccasse certo un compito semplice ma si sa che anche le cose più impensabili spesso accadono grazie alla forza giovanile e proprio grazie a questa potenza esuberante dei ragazzi dell'Ajax che il miracolo ha origine e si compie fino in fondo.

E dire che dopo soli 3 minuti Varane avrebbe potuto portare in vantaggio il Real se il pallone colpito di testa dal difensore non si fosse stampato sulla traversa, forse l'episodio fu capace di scuotere gli olandesi se è vero che al settimo minuto arrivava il vantaggio di Ziyech dopo una splendida azione di tre contro tre. Dieci minuti più tardi fu David Neres a dare forma al sogno realizzando lo zero a due dopo un assist geniale di Dusan Tadic e siccome il numero dieci dei lancieri stava vivendo una serata magica ecco allora il terzo goal a firma proprio Tadic e pensare che in mezzo vi fu anche il secondo legno per il Real dopo un tiro di Bale.

Ma siccome una serata per entrare nel mito ha bisogno di emozioni contrastanti ecco il goal di Asensio capace di rianimare, anche se solo in modo illusorio, i "blancos". In tutto questo l'Ajax poteva correre il rischio di perdere la testa e smarrirsi  (cosa che poi accadrà in semifinale contro il Tottenham) ma invece in questo caso i giovani lancieri scriveranno ancora una volta il proprio "inno alla gioia" mettendo a segno la quarta rete con una splendida punizione di Lasse Schone, rete capace di suggellare l'impresa e regalare il passaggio al turno successivo alla squadra di Amsterdam.

Da questo punto in avanti i ragazzi capitanati da De Ligt inizieranno a far paura a molti e ne sa qualcosa anche la Juventus eliminata ai quarti. Pertanto per celebrare l'edizione della Champions più incredibile di sempre sembrava giusto partire dall'origine ossia da quella prima rimonta di una lunga serie capace di dar vita alla "grande bellezza" di questa Champions peraltro non ancora terminata.

Ajax v Real Madrid - UEFA Champions Leag
Fonte: l'autore Leandro Malatesta

DI' LA TUA

0
0 COMMENTI

Inserisci qui il tuo commento

Gazzetta Fan News

Modifica password

Inserisci la password attuale: Inserisci la nuova password: Conferma la nuova password:

Grazie per il tuo commento!

Il commento sarà pubblicato appena moderato.

Grazie per aver compilato il form

A breve riceverai un feedback dallo staff di Gazzetta Fan News.

Grazie

Hai completato la tua registrazione! Inizia subito a partecipare alla community di GazzaNet

Continua la tua navigazione

Login

RECUPERA PASSWORD

Per recuperare la password inserisci la tua email.



Inserisci la tua nuova password.