Juventus: contro l’Ajax aggrappati al fattore CR7!

Tra pochi giorni l'attesissima gara di ritorno all'Allianz con gli olandesi. Il pendolo della bilancia sarà la condizione dell'asso portoghese

di Antonio Siracusa
Antonio Siracusa
(79 articoli pubblicati)
Ajax v Juventus - UEFA Champions League

Da una parte una schiera di ragazzini terribili e dal talento purissimo. Dall'altra una squadra esperta e formata da grandi giocatori. Juventus-Ajax sarà soprattutto questo. E' il confronto tra due grandi nobili di questo gioco che intendono il calcio, però, in maniera diametralmente opposta. Due squadre che rispecchiano perfettamente la corrente di pensiero di due scuole calcistiche, ben rappresentate dalla personalità dei loro tecnici. Da una parte l'intraprendente Ten Hag, che ha confermato la tradizione olandese, dotando la sua squadra di un gioco offensivo ad altissima intensità e ritmo. Dall'altra parte il conservatore e attendista Allegri, che come il migliore modello italico vuole, si presenta ad Amsterdam con un atteggiamento prudente, tutta difesa e contropiede. 

La gara della Crujiff Arena ha confermato che l'Ajax non è arrivata sino a qui per caso. l'1-1 non pregiudica le possibilità dei lancieri di approdare in semifinale e di aggiungere così un altra vittima illustre al suo percorso, dopo aver fatto fuori il Real Madrid agli ottavi con la grande notte del Bernabeu. Ma la Juventus non è il Real Madrid. I bianconeri non sono una squadra a fine ciclo e da rifondare come le merengues, ma soprattutto Max Allegri ha dalla sua il fattore Cristiano Ronaldo, il re della Champions.  Al fuoriclasse portoghese, nonostante non fosse al meglio, è bastato infatti un solo vero pallone giocabile per trasformarlo in oro e tramutarlo nel gol del momentaneo vantaggio bianconero, e per confermare come i quarti di finale siano il suo turno preferito. Con il gol all'Ajax, sono infatti 24 le reti messe a segno dal portoghese in questa fase della competizione, su 21 incontri disputati. Un numero pazzesco. Al di là quindi delle disquisizioni prettamente tattiche, l'ago della bilancia  sarà la sua condizione fisica. Un Ronaldo tirato a lucido, come nella sfida di ritorno con l'Atletico, sarà determinante e fondamentale per la Juventus ,e lascerà poche speranze all'irriverenza dei giovani lancieri e al loro desiderio di dare scacco matto al re. Anche perché il sovrano, di abdicare, non ha ancora nessuna intenzione.

Ajax v Juventus - UEFA Champions League
Fonte: l'autore Antonio Siracusa

DI' LA TUA

0
0 COMMENTI

Inserisci qui il tuo commento

Gazzetta Fan News

Modifica password

Inserisci la password attuale: Inserisci la nuova password: Conferma la nuova password:

Grazie per il tuo commento!

Il commento sarà pubblicato appena moderato.

Grazie per aver compilato il form

A breve riceverai un feedback dallo staff di Gazzetta Fan News.

Grazie

Hai completato la tua registrazione! Inizia subito a partecipare alla community di GazzaNet

Continua la tua navigazione

Login

RECUPERA PASSWORD

Per recuperare la password inserisci la tua email.



Inserisci la tua nuova password.