Juve e Roma, strade parallele in Europa

Seppur con un turno di differenza, la sorte delle italiane è stata segnata, purtroppo, anche da alcune disattenzioni arbitrali.

di Giacomo Mazzanti
Giacomo Mazzanti
(13 articoli pubblicati)
Juventus v AS Roma - Serie A

Due squadre italiane nel G8 del calcio europeo non si vedevano da anni ormai. I giallorossi, grazie ad una rimonta epica con il Barcellona, erano arrivati addirittura alle semifinali ed il sorteggio era stato favorevole alla squadra di Di Francesco facendole incontrare il Liverpool, scansando così Real Madrid e Bayern Monaco. Qui arrivano i parallelismi tra le due italiane in Europa. Partiamo in entrambi i casi dalla partita di andata. 

Juve-Real Madrid. I bianconeri si ritrovano davanti ai Blancos dopo poco meno di un anno dalla disfatta di Cardiff e giocano una partita non degna di un ottavo di Champion’s League, se consideriamo poi che dall’altra parte c’era un signore con la maglia numero 7 che era in una serata di grazia, beh, il risultato non può che essere disastroso. Juventus 0 Real Madrid 3, con Ronaldo che decide di segnare uno dei goal più belli di sempre. Standing ovation

L’altra andata - si parla di semifinali- vede i giallorossi impegnati ad Anfield contro un Liverpool che viaggia a gonfie vele e che nel precedente turno ha eliminato un temutissimo Manchester City.  Vuoi il modulo sbagliato dal tecnico, vuoi che Juan Jesus sia in una serata no, sta di fatto che la Roma si sveglia solamente quando sta sotto di 5 reti e riesce a portare il risultato sul 5-2, risultato comunque negativo ma che lascia un minimo di speranza per il ritorno - soprattutto se si considera l’impresa dei giallorossi all’Olimpico con il Barcellona. 

Partite di andata archiviate, si pensa al ritorno.

Santiago Bernabeu, la Juventus si presenta con tutti gli sfavori del pronostico. Nonostante questo la squadra di Allegri offre una prestazione sublime, con un Mandzukic in versione supereroe che nel primo tempo porta i bianconeri sul 2-0 e nella ripresa è Matuidi a segnare il 3-0 che ribalta completamente la situazione. La partita sembra essere indirizzata ai supplementari, siamo al secondo minuto di recupero ed il punteggio è sempre di 3 reti a zero per la Juve quando il signor Oliver - arbitro dell’incontro- decide di assegnare un rigore ai Blancos ed espellere Buffon. Ronaldo contro Sczczesny ed esito scontato, il portoghese la mette all’incrocio dei pali ed il Real accede alle semifinali. 

La Roma invece gioca la semifinale di ritorno in casa, davanti a 70.000 persone in un’atmosfera da sogno, la situazione per la Roma è complicata e si complica ancora di più dato che i giallorossi vanno al riposo in svantaggio per 2-1. Nel secondo tempo la squadra di Di Francesco si sveglia e dopo aver pareggiato con Dzeko ha l’occasione di passare in vantaggio con El Shaarawy ma Arnold -terzino, non portiere dei Reds- compie una parata miracolosa sulla linea di porta, l’arbitro non vede, il giudice di linea nemmeno e tutto passa come niente fosse. Gli ultimi dieci minuti i giallorossi buttano il cuore al di là dell’ostacolo ma non basta, Roma 4 Liverpool 2. Gli inglesi, che comunque non hanno demeritato, approdano alla finale di Champion’s League. 

Roma e Juventus quindi, due destini che si incroceranno di nuovo tra due settimane in una partita che deciderà lo scudetto per la Juve mentre per la Roma un eventuale posto in Champions per l’anno prossimo, con la speranza che cambi qualcosa. 

Juventus v Real Madrid - UEFA Champions
Fonte: l'autore Giacomo Mazzanti

DI' LA TUA

0
0 COMMENTI

Inserisci qui il tuo commento

Gazzetta Fan News

Modifica password

Inserisci la password attuale: Inserisci la nuova password: Conferma la nuova password:

Grazie per il tuo commento!

Il commento sarà pubblicato appena moderato.

Grazie per aver compilato il form

A breve riceverai un feedback dallo staff di Gazzetta Fan News.

Grazie

Hai completato la tua registrazione! Inizia subito a partecipare alla community di GazzaNet

Continua la tua navigazione

Login

RECUPERA PASSWORD

Per recuperare la password inserisci la tua email.



Inserisci la tua nuova password.