Juve, con questo Ronaldo si può vincere la Champions League

La Juventus ribalta lo 0-2 subito al Wanda Metropolitano dall'Atlético grazie a uno strepitoso CR7

di Sergio Camal
Sergio Camal
(53 articoli pubblicati)
CR contro Atletico

Non svegliate i tifosi della Juventus. Almeno per loro, il sogno europeo è ancora vivo. Come vivo è il ricordo della prestazione superlativa che capitan Chiellini e compagni hanno regalato ieri sera agli spettatori presenti all'Allianz Stadium e a quelli attaccati alla tv. Tanti i fattori che hanno portato al ribaltone da parte dei bianconeri: dalla scelta tattica di Allegri con Emre Can alla prestazione di Spinazzola in versione Marcelo, da un Bernardeschi sbocciato definitivamente ad alti livelli ad una difesa ritornata granitica. Ma la differenza l'ha fatta lui, ovviamente lui: Cristiano Ronaldo. Ha disintegrato la forza difensiva dell'Atletico con la sua fisicità, con quella forza che si ritrova nelle gambe per saltare centimetri sopra Juanfran prima e Godin poi, con quella lucidità e freddezza che non gli hanno fatto tremare le gambe davanti ad Oblak per siglare il definitivo 3-0 che ha qualificato la Juventus ai quarti di finale.

Da quanto è arrivato l'asso portoghese, l'obiettivo della Juventus è quello di riportare a casa la coppa dalle grandi orecchie, che manca in bacheca dal lontano 1996, quando i bianconeri sconfissero l'Ajax, in finale, ai rigori. Nella partita di ieri si è capito perché la Juve l'ha voluto fortemente: sa essere decisivo quando è il momento di esserlo. Non è un caso se ha vinto 5 palloni d'oro e probabilmente il "cannibale" ha ancora fame di vittorie e successi, personali e di squadra. Se il Ronaldo di Champions sarà quello visto ieri sera, e non quello dell'andata con l'Atletico, la Juventus vedrà aumentare esponenzialmente le sue possibilità di vittoria finale, perché un giocatore così può risolvere, ribaltare e vincere una partita praticamente da solo. 

Inoltre, in virtù del fatto che due potenziali pretendenti come Real Madrid e PSG sono già state eliminate da squadra sulla carta più abbordabili (Manchester United, già affrontati dai bianconeri nel girone e Ajax), la Juventus avrà la possibilità di trovare un cammino più agevole verso la finale che si disputerà al Wanda Metropolitano. Sicuramente non mancheranno le big ai quarti (in attesa di Bayern Monaco-Liverpool e Barcellona-Lione), ma la Juve ha dimostrato di non temere nessuno e di rimettere in piedi anche le situazioni più complicate. 

Fonte: l'autore Sergio Camal

DI' LA TUA

0
0 COMMENTI

Inserisci qui il tuo commento

Gazzetta Fan News

Modifica password

Inserisci la password attuale: Inserisci la nuova password: Conferma la nuova password:

Grazie per il tuo commento!

Il commento sarà pubblicato appena moderato.

Grazie per aver compilato il form

A breve riceverai un feedback dallo staff di Gazzetta Fan News.

Grazie

Hai completato la tua registrazione! Inizia subito a partecipare alla community di GazzaNet

Continua la tua navigazione

Login

RECUPERA PASSWORD

Per recuperare la password inserisci la tua email.



Inserisci la tua nuova password.