Il pazzo ritorno dell’Inter in Champions: rimontati gli Spurs

Nerazzurri sotto per il gol di Eriksen, ma nei minuti finali la prodezza di Icardi e il colpo di testa di Vecino ribaltano il risultato

di Luca Girometta
Luca Girometta
(35 articoli pubblicati)
Matias Vecino

Un ritorno non banale quello dell'Inter in Champions: in svantaggio di una rete, i nerazzurri hanno ottenuto i 3 punti al 92' minuto grazie al colpo di testa di Vecino. Da sottolineare anche la perla di Icardi: il suo gol ha dato il via alla rimonta.

La partita

Luciano Spalletti ha optato per il 4-2-3-1, con Skriniar terzino e Politano-Nainggolan-Perisic a supporto di Icardi. 4-3-1-2 un po' atipico per Pochettino, con Lamela e Son che spesso si decentravano e Eriksen libero di impostare.

Il primo tempo si è giocato soprattutto a centrocampo, con il trio Vecino-Brozovic-Nainggolan che ha ben figurato contro Dembele-Dier-Eriksen. Nel complesso ci sono state poche occasioni, ma la più importante l'ha avuta Kane che, dopo aver scartato Handanovic, non è riuscito a concludere a rete.

Seconda frazione di gioco più accesa: al minuto 53 è Eriksen a portare in vantaggio gli inglesi, complice una deviazione di Miranda.

L'Inter risponde con un colpo di testa debole di Perisic, sui cui Vorm non ha difficoltà. Il tecnico interista cambia le ali: fuori il croato e Politano, dentro Candreva e Keita, mentre Pochettino punta tutto su Lucas e Winks

La svolta della partita arriva al minuto 86: Asamoah, con un cross perfetto, innesca il destro al volo di Icardi da fuori area che pareggia i conti. Spalletti inserisce Valero per Nainggolan tentando l'assalto finale, mentre gli Spurs si coprono con Rose al posto di Kane. Il Tottenham a questo punto ha abbassato il baricentro e i nerazzurri hanno spinto maggiormente, lasciandosi trasportare da un San Siro infuocato. Al 93' arriva la giusta ricompensa per i padroni di casa: corner di Candreva, torre di De Vrij e colpo di testa decisivo di Vecino.

Inter a quota 3 punti con il Barcellona, mentre Tottnham e PSV rimangono a 0. Gli olandesi saranno i prossimi avversari europei dei nerazzurri.

Top e flop

Top

  • Matias Vecino: chi avrebbe potuto decidere una partita del genere se non lui? L'uruguagio è il vero uomo Champions dei nerazzurri. Il suo colpo di testa vale l'impresa a San Siro, ma bisogna anche ricordare che la sua partita è stata di sostanza in mezzo al campo.
  • Mauro Icardi: esordio europeo da sogno per il capitano interista. La sua partita, fino al gol, è stata complicata, ma la bomba con cui segna l'1-1 è una vera perla. Menzione d'onore per Asamoah: cross col compasso.
  • Christian Eriksen: intelligenza tattica pura. Corre per tutto il centrocampo e crea occasioni con una facilità disarmante (vedesi il pallone con cui mette Kane davanti ad Handanovic). Trova il gol con l'aiuto di Miranda.

Flop

  • Ivan Perisic: fatica a trovare lo spunto vincente e si rende pericoloso solamente con un colpo di testa troppo debole e centrale. L'Inter ha bisogno del miglior Perisic.
  • Harry Kane: lui e Icardi erano i più attesi, ma l'inglese ha deluso. L'immagine della sua partita è l'occasione fallita nel primo tempo. Per il resto qualche sponda ai compagni, ma non impensierisce mai Miranda e De Vrij. Tuttavia, quando esce lui, gli inglesi si abbassano e subiscono la rimonta.
Mauro Icardi e Radja Nainggolan
Fonte: l'autore Luca Girometta

DI' LA TUA

0
0 COMMENTI

Inserisci qui il tuo commento

Gazzetta Fan News

Modifica password

Inserisci la password attuale: Inserisci la nuova password: Conferma la nuova password:

Grazie per il tuo commento!

Il commento sarà pubblicato appena moderato.

Grazie per aver compilato il form

A breve riceverai un feedback dallo staff di Gazzetta Fan News.

Grazie

Hai completato la tua registrazione! Inizia subito a partecipare alla community di GazzaNet

Continua la tua navigazione

Login

RECUPERA PASSWORD

Per recuperare la password inserisci la tua email.



Inserisci la tua nuova password.