Il Bernabeu, la casa della Champions: il Psg si inchina al Real

La rinascita di Ronaldo e di Zizou arriva in Champions. E a farne le spese è Neymar

di Stefano Pasquinoni
Stefano Pasquinoni
(1 articoli pubblicati)
Real Madrid v Paris Saint-Germain - UEFA

Certe storie si sa già come andranno a finire, ma il calcio è strano e magnifico allo stesso tempo, per questo quando dall'urna è uscito l'ottavo Real-Psg, la sorte aveva deciso di eliminare dal lotto una delle favorite al primo testa a testa. Ora siamo ancora ben lontani dalla soluzione dell'enigma, ma certe storie sappiamo già come andranno a finire, e al Bernabeu è sembrato a tutti di vedere ancora una volta lo stesso film.

Bellissimo, entusiasmante, che si apre sempre con quella musichetta, quella decantata negli anni da Ancelotti e dal suo Milan. I volti sono sempre i soliti, tesi, tirati, ma convinti. Entrano Ronaldo, RamosIsco Kroos e così via, al loro fianco un'armata fantamilionaria costruita per vincere e dominare in Francia e in Europa. Il Psg si presenta rinforzato e convinto come mai prima, lo guidano Neymar, Mbappe e Cavani, un tridente stellare accompagnato da un centrocampo di fantasisti e da una panchina che potrebbe tranquillamente giocare un altro ottavo da favorita.

La partita, senza entrare nella pura cronaca, è molto aperta e fa saltare gli spettatori dalla poltrone a suon di colpi di tacco e finte da capogiro. Passa il Psg, con merito, grazie a un ottimo inserimento del sempre puntuale Rabiot. L'undici di Emery palleggia con sicurezza  e non trema di fronte ai campioni in carica, che faticano a trovare Isco tra le linee e a innescare le due punte, obiettivamente non in grande serata..ma sappiamo come vanno a finire certe storie. Inserimento di Kroos e rigore forse generoso. Sul dischetto va il pallone d'oro, e sappiamo il destro secco dove finirà. 1-1 e squadre al riposo.

Il secondo tempo fa risaltare le ambizioni del Psg e mette a nudo la difficile stagione dei madridisti. Entra in campo una sola squadra, per mezz'ora i transalpini chiudono i blancos nella loro metà campo impedendogli di ripartire, sfiorando ripetutamente il gol con Mbappe, Rabiot e Dani Alves. Non ho scritto Cavani? Non è una dimenticanza, il matador, dopo un primo tempo di assoluta generosità ma di scarsa concretezza, viene sostituito da Meunier con l'avanzamento nel tridente dell'ex Juventus e Barcellona. L'inerzia non cambia, almeno non subito, ma in un momento di così netta supremazia togliere la propria punta centrale per sostituirla con un terzino è un vero e proprio suicidio tattico e tecnico. Zidane risponde prima con Bale per il "poco apprezzato" Benzema, poi con Asensio e Vasquez per Isco e Casemiro.

Scacco matto, con la fortuna che indossa la camiseta blanca e fa svoltare il match. Bale con un paio di strappi riporta il Real nelle zone di campo che gli competono. Asensio sfonda un paio di volte sulla sinistra, sulla prima Areola respinge male e il rimpallo cade sul ginocchio di Cristiano Ronaldo, 101 gol in Champions con il Real, 101..Psg frastornato, ma ancora vivo. Seconda volata del giovane Marcos, cross teso e Marcelo, decisivo se ce n'è uno, impatta sparando la palla sotto la traversa. E' proprio così, quando erano ormai alle corde, Zidane e il Real si sono rialzati ancora una volta, guidati dalla carica del Bernabeu e da un attaccante con l'argento vivo addosso e con 101 esultanze in Champions con la stessa maglia.

Certe storie sicuramente non finiscono, almeno non dopo l'andata di un ottavo di Champions, ma sappiamo come andranno a finire, con Ronaldo che esulta e con Zidane che tira fuori dalla sua panchina la forza per rialzarsi e rivedere la propria immagine riflessa nella coppa dalle grandi orecchie. Benvenuti al Santiago Bernabeu, la casa della Champions.

Fonte: l'autore Stefano Pasquinoni

DI' LA TUA

0
0 COMMENTI

Inserisci qui il tuo commento

Gazzetta Fan News

Modifica password

Inserisci la password attuale: Inserisci la nuova password: Conferma la nuova password:

Grazie per il tuo commento!

Il commento sarà pubblicato appena moderato.

Grazie per aver compilato il form

A breve riceverai un feedback dallo staff di Gazzetta Fan News.

Grazie

Hai completato la tua registrazione! Inizia subito a partecipare alla community di GazzaNet

Continua la tua navigazione

Login

RECUPERA PASSWORD

Per recuperare la password inserisci la tua email.



Inserisci la tua nuova password.