Dopo la prima di Champions non possiamo che migliorare, Napoli compreso

La squadra di Ancelotti è la migliore del lotto italiano,ma non si illuda troppo,la strada è ancora lunga

di Luca Sala
Luca Sala
(156 articoli pubblicati)
Le 4

Amici miei il viaggio europeo è solo all'inizio quindi ogni giudizio deve tenere conto del lungo cammino che manca. Di certo faccio fatica ad accettare la sconfitta patita dalla nostra squadra più europea a detta di tutti e mi riferisco ovviamente all'Atalanta da cui mi sento di partire in questa analisi. Il suo risultato rappresenta indubbiamente il punto più basso delle nostre formazioni non solo in questa edizione e francamente non sono d'accordo con chi lo attribuisce in primis all'emozione dell'esordiente.

Se Gasperini avesse messo in campo la migliore formazione e non quella vista a Zagabria ,staremmo a parlare di altro. Ditemi che senso ha la riconoscenza verso chi ha conquistato la Champions a fronte della panchina per il nuovo e già avvezzo alla manifestazione , l'ucraino Malinowski così come  il rodato Pasalic abituato a questo derby e quindi pronto a guidare i compagni sicuramente più di Ilicic o Gomez. La Dea attesa alla prima di San Siro contro lo Shakthar non potrà fallire un altro jolly,sono convinto l'abbia capito per non compromettere le residue e nonostante tutto intatte possibilità di andare avanti .

Proseguirei con l'altra neroazzurra Internazionale Milano che ha parimenti deluso ,salvandosi per un soffio dalla sconfitta interna contro la pimpante Slavia Praga complicandosi come sempre la vita, tenendo fede in pieno all'ex motivetto ufficiale Pazza Inter. Un inciampo che certo non pregiudica la corsa alla qualificazione né ridimensiona l'apporto di Antonio Conte ,i suoi tanti invidiosi detrattori si diano pace.

La mia personale salita al podio delle migliori italiane non può che relegare al secondo posto la Juventus ancora alla ricerca della sua vera identità, soprattutto difensiva, di certo se Mattia Caldara fosse rimasto sbaglierebbe meno di De Ligt, questo poco ma sicuro.

Bisogna che il buon Maurizio Sarri imposti il resto della formazione facendo affidamento sui migliori, a cominciare da Ramsey e Rabiot. Se il Cholo Simeone, riferendosi infatti alla sontuosa panchina bianconera, ha detto che la vecchia Signora può vincere la Champions, vorrà pur dire qualcosa...

Passerà sicuramente il turno così come il tanto decantato Napoli, soprattutto dopo aver battuto il Liverpool, anche se come sostenuto nel titolo credo debba parecchio crescere fuori casa, ma se Sacchi garantisce che Carletto sia un maestro, possiamo stare tranquilli.

In definitiva le nostre formazioni mantengono  inalterata la possibilità di avanzare compatte ,quindi resterei fiducioso  anche solo perché in giro non vedo tutti questi fenomeni in campo come in panchina, ogni riferimento a Real e  Zidane non è puramente casuale.

Fonte: l'autore Luca Sala

DI' LA TUA

2
2 COMMENTI

Inserisci qui il tuo commento

  1. LorenzoC - 3 settimane

    Se il Real vincesse la Champions non mi stupirei invece. Inter e Atalanta dura onestamente. Secondo me Inter in EL a Dea ultima del girone…

    1. SportsMan - 3 settimane

      Buon pomeriggio,per me è più facile vinca la Champions la Dea che il Real,non è questione di stupore ma di Realtà

Gazzetta Fan News

Modifica password

Inserisci la password attuale: Inserisci la nuova password: Conferma la nuova password:

Grazie per il tuo commento!

Il commento sarà pubblicato appena moderato.

Grazie per aver compilato il form

A breve riceverai un feedback dallo staff di Gazzetta Fan News.

Grazie

Hai completato la tua registrazione! Inizia subito a partecipare alla community di GazzaNet

Continua la tua navigazione

Login

RECUPERA PASSWORD

Per recuperare la password inserisci la tua email.



Inserisci la tua nuova password.