Champions League: il poker italiano è difficile, ma non impossibile

Inter e Napoli proveranno a raggiungere Juve e Roma agli ottavi, un risultato che la Serie A non riesce ad eguagliare dal 2002/03

di Stefano Boffa
Stefano Boffa
(109 articoli pubblicati)
SSC Napoli v Red Star Belgrade - UEFA Ch

Martedì 11 dicembre sarà il momento della verità: Inter e Napoli avranno a disposizione 90 minuti per poter strappare il pass per gli ottavi di finale della Champions League 2018/19 in due gironi che, alla vigilia, erano considerati "impossibili". 

Eppure le due squadre sono lì, a giocarsela fino alla fine, anche se in posizioni diametralmente opposte: il Napoli è primo e imbattuto nel "girone della morte" con PSG, Liverpool e Stella Rossa e deve affrontare i Reds vice-campioni d'Europa in carica ad Anfield nella partita decisiva per potersi assicurare la qualificazione, la quale arriverebbe in caso di vittoria, pareggio o di sconfitta di misura con gol, vista la distanza di 3 punti tra le due compagini e la vittoria all'andata dei partenopei per 1-0; situazione un po' più ingarbugliata, invece, per l'Inter, la quale dovrà battere a San Siro il PSV già eliminato e sperare in una vittoria del Barcellona (imbattuto in Europa al Camp Nou dal lontano 2013) già qualificato in casa col Tottenham nonostante l'ombra ingombrante del "biscotto", visto che, in caso di parità di punti tra i Nerazzurri e gli Spurs, a passare sarebbero questi ultimi grazie al vantaggio degli scontri diretti (vittoria nerazzurra a Milano per 2-1 e risposta londinese a Wembley per 1-0).

Per raggiungere Juventus e Roma nel gotha del calcio europeo, le squadre di Ancelotti e Spalletti dovranno compiere un ultimo importantissimo sforzo, anche se l'ottimismo potrebbe cominciare a latitare guardando il quadro storico delle italiane in simili situazioni o per quanto riguarda semplicemente il discorso "en plein": un poker di squadre italiane dopo la prima fase a gironi non lo si vede dalla lontana stagione 2002/03, quando Milan, Inter, Juventus e Roma riuscirono, più o meno brillantemente, a superare lo scoglio del primo turno e a qualificarsi per la seconda fase a gironi (all'epoca la formula era quella) e, alla fine di quell'edizione, fu il Milan allenato da, guarda caso, Ancelotti a trionfare ai calci di rigori contro la Juve in quel di Manchester (l'unica finale tutta Tricolore nella storia della massima competizione europea); inoltre, in queste situazioni da dentro o fuori, ultimamente è sempre mancato il guizzo vincente alle squadre italiane, questo a causa di una mancanza di esperienza da parte di certe squadre in partite del genere. Un problema che potrebbe interessare particolarmente il Napoli, visto che dovrà affrontare una partita delicata in trasferta contro una squadra che, nelle ultime tre edizioni delle coppe europee, ha disputato due finali (una in Europa League nel 2015/16 e una in Champions League l'anno scorso).

Ancelotti e Spalletti non sono degli sprovveduti, anzi, hanno un'esperienza in campo europeo sconfinata, sanno meglio di chiunque altro seduto su un divano con una Peroni gelata in mano cosa bisogna dire e/o fare per toccare le corde giuste dei calciatori, anche se l'impresa può sembrare difficile se non quasi impossibile, ma dopo aver fatto 30 bisogna fare 31 e indietro non si torna. Una mancata qualificazione agli ottavi, arrivati a questo punto, avrebbe il sapore della beffa, ma essere arrivati a questo punto per due squadre date per spacciate dalle previsioni è già una piccola vittoria, però, riuscire in questa mastodontica impresa di eliminare le due inglesi, sarebbe un segnale di crescita molto importante per tutto il movimento calcistico nazionale.

Ora o mai più, non c'è tempo e spazio per gli indugi.

FC Internazionale v Tottenham Hotspur -
Fonte: l'autore Stefano Boffa

DI' LA TUA

0
0 COMMENTI

Inserisci qui il tuo commento

Gazzetta Fan News

Modifica password

Inserisci la password attuale: Inserisci la nuova password: Conferma la nuova password:

Grazie per il tuo commento!

Il commento sarà pubblicato appena moderato.

Grazie per aver compilato il form

A breve riceverai un feedback dallo staff di Gazzetta Fan News.

Grazie

Hai completato la tua registrazione! Inizia subito a partecipare alla community di GazzaNet

Continua la tua navigazione

Login

RECUPERA PASSWORD

Per recuperare la password inserisci la tua email.



Inserisci la tua nuova password.