Champions, Kuipers arbitrerà a Torino: l’Atletico si lamenta per la designazione

L'olandese ha quarantacinque anni, con un patrimonio stimato in circa 12.4 milioni di euro è ritenuto l’arbitro più ricco del mondo.

di Alan paul Panassiti
Alan paul Panassiti
(299 articoli pubblicati)
FIFA Referee Seminar - Media Day

Inizia la guerra di posizione di Simeone in vista della partita di martedì dell'Allianz tra i bianconeri e i colchoneros in Champions League. Da navigato professionista, per mettere pressione all'ambiente, il tecnico e i suoi sodali si sono lamentati della designazione arbitrale.

Bjorn Kuipers infatti sarà il fischetto incaricato di dirigere la partita tra Juventus e Atletico Madrid di martedì, quando sarà stabilito quale squadra staccherà il biglietto per i quarti di finale. La designazione dell'arbitro olandese ha fatto un po' storcere il naso tra le fila dei colchoneros, perché come fanno notare i media spagnoli c'è un precedente pesante che non è mai stato dimenticato. Si tratta della finale di Champions League contro il Real Madrid disputata a Lisbona nel 2014, quando la squadra del Cholo uscì sconfitta e si lamentò con l'arbitro, accusandolo di averla danneggiata.

In più fanno notare come non sia proprio il massimo per l'Atletico Madrid il fatto che a scegliere il direttore di gara sia un torinese come Roberto Rosetti, ponendo pure l'accento sulle pressioni che i media italiani starebbero facendo nei confronti di Kuipers, per via della sua tradizione negativa con Juventus e Allegri. In ogni caso, oltre alla finale di Champions League, lo stesso arbitro ha arbitrato l'Atletico Madrid pure in quella di Europa League vinta contro il Marsiglia del 2018. E in quel caso i Rojiblancos non si lamentarono per nessun episodio.

Kuipers, quarantacinque anni, con un patrimonio stimato in circa 12.4 milioni di euro è ritenuto l’arbitro più ricco del mondo. Alla base della sua fortuna la C100, una catena di supermercati diffusa in Olanda che ha oltre 500 sedi sparse in tutta la nazione e che frutta entrate stimate tra i 2 e i 4 milioni di euro annui. Un investimento particolarmente azzeccato quello di Kuipers, che con la sua azienda compare come sponsor anche sulla tuta della Red Bull del connazionale Max Verstappen. Come se non bastasse, oltre agli introiti derivanti dalla catena di supermercati Kuipers percepisce anche lo stipendio di arbitro di Eredivisie e incassa qualche migliaio di euro per le gare dirette nelle competizioni UEFA. Infine, per provare ad ampliare ulteriormente i propri guadagni, di recente ha aperto anche una bottega da barbiere. Naturalmente insinuare il sospetto è una regola barbara ormai all'interno del mondo del calcio in tutta Europa (e non solo): ma questa è un'altra storia!

Celebrities Attend Land Rover Discovery
Fonte: l'autore Alan paul Panassiti

DI' LA TUA

0
0 COMMENTI

Inserisci qui il tuo commento

Gazzetta Fan News

Modifica password

Inserisci la password attuale: Inserisci la nuova password: Conferma la nuova password:

Grazie per il tuo commento!

Il commento sarà pubblicato appena moderato.

Grazie per aver compilato il form

A breve riceverai un feedback dallo staff di Gazzetta Fan News.

Grazie

Hai completato la tua registrazione! Inizia subito a partecipare alla community di GazzaNet

Continua la tua navigazione

Login

RECUPERA PASSWORD

Per recuperare la password inserisci la tua email.



Inserisci la tua nuova password.