Barcellona & Liverpool la grande bellezza, che partita al Nou Camp !

Finalmente e' vera Champions, altro che tattica, e' sempre e solo il gioco che conta

di Luca Sala
Luca Sala
(112 articoli pubblicati)
FC Barcelona v Real Valladolid CF - La L

Quando si affrontano squadre simili lo spettacolo e' garantito, se poi disponi di Leo Messi non ci sono limiti  ai suoi  colpi divini degni di un dio assoluto del calcio come pochi, forse nessuno, prima di lui. Non me ne voglia Cr7, magari piu ' decisivo dell'argentino ,se sostengo che il 10 blaugrana incarni il vero fuoriclasse completo che gioca e fa giocare tutta la squadra come solo  i piu' grandi   baciati dalla grazia sanno fare.

Un match tutt'altro che semplice per gli uomini di Valverde passati meritatamente in vantaggio grazie alla prima marcatura in Champions del pitone Suarez, un duro come pochi , con  la squadra di Klopp  vicina al pari alla mezz'ora , facendosi poi   preferire nella ripresa condotta a gran ritmo costruendo  in serie  palle goal purtroppo per loro fallite miseramente o per merito delle grandiose parate di Ter Stegen.

Come volevasi dimostrare sul piu' bello  subivano la prima vera fiammata dei catalani apparsi  stanchi e in balia dell'avversario fino a quel momento, per merito  di una irresistibile percussione del solito Messi ,abile a ribattere in rete dopo la traversa dell'uruguagio con cui forma la coppia di attaccanti piu' bella del mondo in assoluto.

Fine delle trasmissioni per gli inglesi, risucchiati dal vortice incontenibile alimentato dalle magiche palle a getto continuo di piccoli -per statura-ma grandissimi campioni con Jordi Alba in primis secondo il mio modo di vedere le cose, un  terzino dotato di tecnica e tempi calcistici sopraffini  alla  Iniesta .

Degno epilogo  di tutto questo  la definitiva sentenza scritta dalla   punizione incredibile di Lionel , un sigillo  che sfidava le leggi della fisica come  quello di  Maradona  contro la Juventus a Fuorigrotta.

Hanno vinto decisamente i migliori come e' giusto che sia, mi sento tuttavia di rimarcare come continui imperterrita la serie inconcludente  del pur bravo allenatore teutonico dei Reds tanto osannato quanto perdente, stasera sinceramente indifendibile per aver rinunciato a Bobby Firmino , la terza punta di diamante inspiegabilmente lasciata in panchina fino al quarto d'ora finale. Un clamoroso autogoal di un allenatore che purtroppo non sa come si vince tanto in campionato come in Champions a fronte di un gioco decisamente godibile delle sue squadre.

Fonte: l'autore Luca Sala

DI' LA TUA

1
1 COMMENTI

Inserisci qui il tuo commento

  1. SportsMan - 2 settimane

    Immenso Messi,anche Sacchi lo celebra come merita, ribadendo come l’autore di questo pezzo al solito impeccabile ,quanto sia più completo di cr7.

Gazzetta Fan News

Modifica password

Inserisci la password attuale: Inserisci la nuova password: Conferma la nuova password:

Grazie per il tuo commento!

Il commento sarà pubblicato appena moderato.

Grazie per aver compilato il form

A breve riceverai un feedback dallo staff di Gazzetta Fan News.

Grazie

Hai completato la tua registrazione! Inizia subito a partecipare alla community di GazzaNet

Continua la tua navigazione

Login

RECUPERA PASSWORD

Per recuperare la password inserisci la tua email.



Inserisci la tua nuova password.