Caro Sassuolo, cosa ti è successo?

Pur tornando alla vittoria contro il Benevento, la squadra di Bucchi continua a non convincere

di Filippo Pompilii
Filippo Pompilii
(1 articoli pubblicati)
Domenico Berardi 23 Ala del Sassuolo

Era il 18 maggio 2013 quando il Sassuolo, battendo il Livorno per 1-0, si apprestava a vincere il campionato di Serie B e ad approdare nella massima serie per la prima volta nella sua storia.

Nessuno avrebbe mai pensato che oggi, 4 anni dopo, la squadra emiliana, si fosse stabilita in Serie A, ricalcando le orme del Chievo Verona. Tutto questo è stato possibile grazie al presidente Giorgio Squinzi, amministratore della Mapei, e soprattutto ad Eusebio Di Francesco, che in 4 anni ha dato al Sassuolo un'impronta di gioco e una solidità invidiabile. 

Quest'estate però, Di Francesco ha ricevuto la chiamata della Roma, e a Sassuolo è arrivato Cristian Bucchi, reduce da un'esaltante stagione con il Perugia in serie B, finita con una sconfitta nella semifinale dei Play-off subita contro il Benevento.

Inizialmente Bucchi ha preservato il solito 4-3-3, ma dopo le prestazioni non entusiasmanti delle prime due giornate, ha deciso di passare al 3-5-2, per poi alternare i due moduli di gara in gara a seconda dell'avversario. Ma perchè i neroverdi non rendono più come gli scorsi anni e si ritrovano dopo 13 giornate a 2 punti dalla retrocessione?

Su questo sembra influire lo scarso rendimento e il calo di giocatori cardine: uno su tutti è sicuramente Domenico Berardi, che per estati intere è stato uno dei tormentoni del calciomercato, ma che ormai dopo il lungo infortunio dello scorso anno, sembra essere una brutta copia del Berardi ammirato le passate stagioni.  Finora per lui 9 presenze condite da un solo gol, realizzato su rigore contro la Lazio, e soprattutto 2 rigori sbagliati. 

Ma stanno deludendo anche altri giocatori come Falcinelli, il quale aveva trascinato il Crotone alla salvezza con i suoi 13 timbri; Lirola, il talento di scuola Juve che adesso è finito addirittura in panchina; Duncan, colpito continuamente da infortuni.

Insomma, gli emiliani non hanno più la compattezza che due anni fa li ha portati ad arrivare in Europa League.

Riuscirà Bucchi a trovare la giusta quadratura per i suoi e a salvarsi? 

Fonte: l'autore Filippo Pompilii

DI' LA TUA

0
0 COMMENTI

Inserisci qui il tuo commento

Gazzetta Fan News

Modifica password

Inserisci la password attuale: Inserisci la nuova password: Conferma la nuova password:

Grazie per il tuo commento!

Il commento sarà pubblicato appena moderato.

Grazie per aver compilato il form

A breve riceverai un feedback dallo staff di Gazzetta Fan News.

Grazie

Hai completato la tua registrazione! Inizia subito a partecipare alla community di GazzaNet

Continua la tua navigazione

Login

RECUPERA PASSWORD

Per recuperare la password inserisci la tua email.



Inserisci la tua nuova password.