Caro Daniele, ci mancherai: ma la ragione deve andare oltre il cuore

Il 26 maggio, contro il Parma, ultima partita in giallorosso per Daniele De Rossi, capitano di mille battaglie

di Antonio Siracusa
Antonio Siracusa
(99 articoli pubblicati)
Frosinone Calcio v AS Roma - Serie A

Ciao Daniele De Rossi,

ti scrivo questa lettera aperta innanzitutto per ringraziarti per aver donato una carriera intera alla tua amata Roma, di cui sei grandissimo tifoso, prima che immenso calciatore, rinunciando all'ambizione di giocare in piazze più competitive e che ti avrebbero dato la possibilità di avere una bacheca più ricca, ma l'amore per questa maglia, che per te è come una seconda pelle, ha sempre prevalso. Hai incarnato in campo lo spirito battagliero e l'animo del gladiatore per difendere questi colori, con un fortissimo senso di appartenenza oltre ogni limite, che a volte, come tu stesso hai ammesso, con eccesso, che ti ha portato a collezionare qualche cartellino rosso di troppo. Hai varcato i cancelli di Trigoria per la prima volta a 11 anni. Da allora non ne sei più uscito, e non te ne saresti andato neanche adesso che di anni ne hai quasi 36, dopo aver giocato 615 partite con questa maglia, e alla fine di una stagione, quest'ultima, travagliata per via di qualche infortunio di troppo che non ti hanno permesso di dare una mano con continuità ai tuoi compagni. Ma purtroppo il tempo passa per tutti, è un maledetto mostro a cui non possiamo sottrarci e che inevitabilmente ci ha portato a questo giorno, che prima o poi doveva arrivare.

La tua onestà intellettuale, il tuo non essere mai banale anche fuori dal campo, e in questo mondo è merce rara, ti hanno portato ad essere uno dei personaggi più amati anche al di fuori della capitale. Il tuo rifiutare un ruolo dirigenziale all'interno di questa società, in cui tu stesso fai fatica a riconoscerti e a cui non hai lesinato qualche frecciata, conferma la tua coerenza e la tua serietà. Certo la società stessa non è stata ancora una volta impeccabile nel gestire la situazione, come nel caso del tuo illustre predecessore Francesco Totti. Perché le bandiere vanno ammainate con rispetto e grandissimo tatto, non solo verso i diretti interessati, ma anche e soprattutto per tutti i tifosi che sventolano con orgoglio i propri simboli. Tu stesso, però, sai benissimo che un club deve fare delle scelte e programmare un futuro che vanno al di là delle ragioni del cuore, anche se sono dolorose. Anche perché in questo calcio non vincono le associazioni sportive, ma le aziende strutturate e con una programmazione ben precisa.

Il 26 Maggio l'Olimpico sarà tutto esaurito per tributarti il giusto saluto, per farti sentire ancora una volta l'affetto e l'amore della tua gente, che non ti potrà mai dimenticare, perché rimarrai per sempre una leggenda ed uno dei giocatori simbolo e più importanti della storia della Roma. Ma sono sicuro che non sarà un addio vero e proprio, ma un arrivederci. Quando smetterai definitivamente di giocare, sono convinto che ti rivedremo presto, ma non come dirigente, quello è un ruolo che non ti appartiene, tu sei un uomo di campo, di fatica, e quindi sicuramente sarai a bordo campo ad incitare la tua squadra di cui sarai fiero e grande allenatore, per prenderti quei successi che ti mancano e che ti meriti. Nel frattempo la tua fascia sarà degnamente indossata da un altro figlio di Roma, Alessandro Florenzi, degno erede di una dinastia di capitani romani e romanisti che il tempo, questo sì, non potrà mai fermare.

AS Roma v FC Barcelona - UEFA Champions
Fonte: l'autore Antonio Siracusa

DI' LA TUA

0
0 COMMENTI

Inserisci qui il tuo commento

Gazzetta Fan News

Modifica password

Inserisci la password attuale: Inserisci la nuova password: Conferma la nuova password:

Grazie per il tuo commento!

Il commento sarà pubblicato appena moderato.

Grazie per aver compilato il form

A breve riceverai un feedback dallo staff di Gazzetta Fan News.

Grazie

Hai completato la tua registrazione! Inizia subito a partecipare alla community di GazzaNet

Continua la tua navigazione

Login

RECUPERA PASSWORD

Per recuperare la password inserisci la tua email.



Inserisci la tua nuova password.