Caos Milan: Mister Li non rimbarsa Elliot, ombre sul futuro rossonero

Passato il termine entro quale il proprietario del Milan doveva rimborsare il fondo Elliot dei 32 milioni necessari all'aumento di capitale.

di Jacopo Sansuini
Jacopo Sansuini
(17 articoli pubblicati)
Milan nuovo sponsor tecnico

Il termine ultimo per Mister Li di rientrare del debito di 32 milioni con il fondo Elliot è arrivato, ed è passato. A meno quindi di colpi di scena dell'ultimo minuto, da lunedì, Elliot, prenderà il controllo del Milan. Mister Li infatti,  ha un debito con il fondo statunitense controllato da Paul Singer di 380 milioni più i recenti 32 necessari all'aumento di capitale. 

Tra le clausole del contratto vi era, come penale, la possibilità, nel mancato rimborso del debito, di prendere il controllo societario da parte di Elliot. E sarà cosi, a meno che lunedì Mister Li si presenti con un nuovo compratore pronto non solo ad acquistare il Milan, ma anche a ripianarne i debiti, oppure consegna al fondo americano delle certificazioni di una banca terza che rimborsi immediatamente Elliot. Difficili entrambe le prospettive, anche se di impossibile non vi è nulla. Intanto i roumors per l'interesse all'acquisto del club rossonero dell'italo americano Commisso non si sono mai placati ed una soluzione potrebbe essere proprio questa. Ma i tempi ormai stanno per scadere. E come detto da lunedì, salvo colpi di scena, Elliot sarà di fatto a controllare il Milan. E cosa accadrà poi? Le possibilità sono molteplici. Singer potrebbe tenersi il club e gestirlo direttamente, almeno per una breve fase. Seconda ipotesi, il fondo americano inizia a guardarsi in giro e "piazzare" la vendita del club rossonero al miglior offerente, o a chi saprà proporre per il Milan un futuro più roseo e soprattutto sereno, almeno dal punto di vista finanziario. 

Già perchè sono ormai anni che i tifosi milanisti devono sopportare questo continuo stress mediatico, per non parlare dei risultati sul campo (figli della confusione societaria!) che stentano ad arrivare. La recente sentenza UEFA che ha di fatto (a meno di un giudizio differente in sede di ricorso) estromesso il club dalle competizione europee per il prossimo anno ha inoltre esposto il Milan ad una "figuraccia" a livello internazionale. Mai infatti ad un club della storia e l'importanza rossonera era mai stato applicata una sentenza così pesante. Il punto è proprio questo, ora l'obiettivo e l'augurio  non solo dei tifosi milanisti, ma di tutti gli amanti del calcio italiano è quello di poter rivedere un Milan forte sul campo e rispettato come società in tutta Europa. 

Fonte: l'autore Jacopo Sansuini

DI' LA TUA

0
0 COMMENTI

Inserisci qui il tuo commento

Gazzetta Fan News

Modifica password

Inserisci la password attuale: Inserisci la nuova password: Conferma la nuova password:

Grazie per il tuo commento!

Il commento sarà pubblicato appena moderato.

Grazie per aver compilato il form

A breve riceverai un feedback dallo staff di Gazzetta Fan News.

Grazie

Hai completato la tua registrazione! Inizia subito a partecipare alla community di GazzaNet

Continua la tua navigazione

Login

RECUPERA PASSWORD

Per recuperare la password inserisci la tua email.



Inserisci la tua nuova password.