I canoni aristotelici e la 33ª giornata di campionato

Tutto in novanta minuti. Le otto partite in contemporanea di mercoledì dimostrano che l'unità di tempo funziona anche nel calcio...

di Paolo Gavarone
Paolo Gavarone
(23 articoli pubblicati)
serie A

Nella Poetica, Aristotele affermava che la narrazione doveva essere compiuta e perfetta. Semplificando (mi perdonino i veri conoscitori della materia), riteneva che dovesse avere un'unità di luogo, di tempo e di azione.  Questi "canoni", riferimento per secoli della drammaturgia, sono stati anche, inconsapevolmente, quelli dal campionato italiano di calcio per decenni. Gli stadi, tutte le squadre in campo, novanta minuti. Lì e in quel tempo definito succedeva tutto. Una rappresentazione teatrale, un film. Quello che in effetti lo sport è. Eroi, disfatte e vittorie in cui trovare qualcosa di noi e della nostra vita reale, che ci fanno esprimere quelle emozioni che talvolta noi riusciamo ad esternare in altri contesti.

In quanto rappresentante degli sportivi da divano, non mi lamenterò mai della possibilità di avere partite spalmate dal sabato pomeriggio alla domenica sera (e a volte anche meglio). Ma bisogna riconoscere che le otto partite in contemporanea di mercoledì sera hanno dato vita sicuramente alla giornata più adrenalinica del campionato in corso. In pochi minuti siamo passati da una Juventus a + 9 ormai padrona del campionato, ad un Napoli che esce dal San Paolo a - 4 caricato a mille per la sfida di Torino. Abbiamo visto la Lazio riagganciarsi al treno Champions e il Milan riallontanarsene forse definitivamente. Ci siamo sorpresi per il Crotone che strappa, a dispetto della sfida apparentemente impossibile, un punto di speranza, mentre Spal e Chievo si annullano, perdendo una buona occasione per avanzare verso la salvezza. Anche la zona Europa League è stata in perenne evoluzione con la Sampdoria che agguanta una vittoria al 93' che la mantiene tre le candidate all'Europa, raggiungendo in classifica la Fiorentina che fino al 70' era a + 5.

Nel prossimo turno l'attenzione sarà catalizzata da Juventus Napoli. Per il resto, partite da sabato alle 15 a lunedì sera. La narrazione del campionato sarà però dilatata e meno intensa. Qualche partita potrebbe risentire nel suo svolgimento del risultato di quelle precedenti. Considerazioni già fatte mille volte. Ci saranno comunque gol e spettacolo, ma Aristotele forse non apprezzerebbe.

Fonte: l'autore Paolo Gavarone

DI' LA TUA

0
0 COMMENTI

Inserisci qui il tuo commento

Gazzetta Fan News

Modifica password

Inserisci la password attuale: Inserisci la nuova password: Conferma la nuova password:

Grazie per il tuo commento!

Il commento sarà pubblicato appena moderato.

Grazie per aver compilato il form

A breve riceverai un feedback dallo staff di Gazzetta Fan News.

Grazie

Hai completato la tua registrazione! Inizia subito a partecipare alla community di GazzaNet

Continua la tua navigazione

Login

RECUPERA PASSWORD

Per recuperare la password inserisci la tua email.



Inserisci la tua nuova password.