L’Inter che verrà: la metà campo

Il centrocampo nerazzurro è il reparto che, sicuramente, necessita maggiormente di essere rinforzato ed ampliato

di Francesca Landini
Francesca Landini
(144 articoli pubblicati)
Centrocampo Inter

L’Inter 2018/2019 è in fase di costruzione. Il campionato che si è appena concluso ha garantito alla squadra di Spalletti la possibilità di tornare a giocare nella coppa europea più prestigiosa. Quella Champions League tanto sognata ed attesa per sei lunghissimi anni. Per essere all’altezza in tutte le competizioni (campionato, Champions e Coppa Italia), la società dovrà cautelarsi acquistando giocatori di livello. Il reparto che, senza ombra di dubbio, richiede un intervento massiccio da parte di Suning è quello di centrocampo. Spalletti ha faticato, e non poco, nella passata stagione a trovare la quadra della sua squadra. I maggiori grattacapi sono sorti nella zona centrale del campo dove, solo sul finale di campionato, il Mister ha trovato un equilibrio perfetto che ha lanciato i nerazzurri verso il raggiungimento del quarto posto. Borja Valero e Vecino, titolarissimi della prima parte della stagione, hanno ceduto il posto a Rafinha e Brozovic (rinato dalla cura Spalletti). Il brasiliano ed il croato, insieme a Gagliardini hanno dato equilibrio alla squadra, offrendo sia un’ottima copertura difensiva sia un supporto costante alla fase offensiva. Tre giocatori che si completano perfettamente e su cui la società dovrebbe puntare anche per il prossimo anno. 

Brozovic, da uomo costantemente sul mercato è divenuto un idolo per tutto il popolo interista: con i suoi slogan epici ha coinvolto ed appassionato tutti i tifosi. Il croato merita certamente la conferma così come Gagliardini, giovane dalle prestazioni un po’ altalenanti ma dalle indubbie qualità. La questione Rafinha è molto più complessa in quanto il giocatore è di proprietà del Barcellona. La società interista, in questo momento, non ha le risorse economiche per poter esercitare il riscatto del fuoriclasse brasiliano ma il mercato è lungo e la speranza è l’ultima a morire. Il giocatore ha espresso più volte il desiderio di proseguire la carriera in maglia nerazzurra e tutti i tifosi si auspicano la sua permanenza a Milano. In sei mesi, infatti, ha saputo conquistare ed incantare con le sue giocate da vero campione. Vecino, autore del gol decisivo per la qualificazione in Champions League, non si è reso protagonista di un campionato esaltante ma merita senza ombra di dubbio un’altra chance per poter dimostrare il suo valore. Borja Valero, è il centrocampista che ha deluso maggiormente: forse le aspettative nei suoi confronti erano troppo elevate ed, in parte, sono state disattese. La società dovrà operare per rafforzare un centrocampo di qualità ma numericamente non all’altezza per affrontare tre competizioni. La metà campo interista richiede interventi mirati a far aumentare la competitività della squadra. Una squadra che non può prescindere dalla conferma di Rafinha, qualità e classe infinita al servizio dei compagni. Un uomo che l’Inter non può farsi sfuggire.

Fonte: l'autore Francesca Landini

DI' LA TUA

0
0 COMMENTI

Inserisci qui il tuo commento

Gazzetta Fan News

Modifica password

Inserisci la password attuale: Inserisci la nuova password: Conferma la nuova password:

Grazie per il tuo commento!

Il commento sarà pubblicato appena moderato.

Grazie per aver compilato il form

A breve riceverai un feedback dallo staff di Gazzetta Fan News.

Grazie

Hai completato la tua registrazione! Inizia subito a partecipare alla community di GazzaNet

Continua la tua navigazione

Login

RECUPERA PASSWORD

Per recuperare la password inserisci la tua email.



Inserisci la tua nuova password.