Icardi e l’Inter, ora è Lukaku a sedersi sulla poltrona del bomber

Con l'arrivo dell'attacante belga si complicano ulteriormente le cose per Icardi, diviso tra orgoglio e futuro lontano da Milano

di Marco Alborghetti
Marco Alborghetti
(13 articoli pubblicati)
Mauro Icardi

Il re è nudo, ma questa volta nel senso letterale del termine. L'Inter ha  ufficializzato il numero di maglia di Romelu Lukaku: il 9, quello indossato fino a   sei mesi fa da Maurito Icardi, ora costretto da ordini emanati dall'alto a cederlo al nuovo innesto nerazzurro. Nel giro di mezzo anno l'argentino si è a poco a poco svestito dei suoi panni da capitano, giocatore e pure da uomo. L'intransigenza della sua moglie-agente e il suo orgoglio sudamericano si stanno rivelando un arma a doppio taglio, perché i tempi in casa Inter sono cambiati e con Conte alla guida la parola "accondiscendenza" non viene pronunciata nemmeno nei bar di Appiano Gentile.

Fuori dal progetto del neo tecnico nerazzurro, per scelte tecniche o comportamentali questo sarà ancora da valutare, ma tant'è. Se fino a due giorni fa l'idea di rimanere incollato  a svalutarsi sulla sua poltrona da bomber milionario era il minimo che potesse produrre il suo immenso orgoglio, ora dovrà fare spazio all'ingombrante stazza fisica del belga, già acclamato e adorato come il salvatore della patria meneghina. Come in un vecchio videoclip dei Depeche Mode, l'argentino era convinto di rimanere seduto sulla sua sedia ad ammirare tutto quello che succedeva attorno a lui, ma ora che Lukaku lo ha sostituito, ciò che potrà udire sarà solo il silenzio assordante dei suoi ex tifosi.

Il cuore dice di restare (la moglie pure), perché Icardi ha sempre dimostrato la sua fede per i colori nerazzurri, non accorgendosi però che non bastano solo i gol a ripianare le tensioni emotive o a cancellare dalla memoria i colpi di lingua del suo partner. Questo matrimonio non s'ha più da fare, nè ora né mai. Orgoglio e dignità, ma quel telefono che squilla incessantemente ora potrebbe non far partire più la segreteria...

Fonte: l'autore Marco Alborghetti

DI' LA TUA

0
0 COMMENTI

Inserisci qui il tuo commento

Gazzetta Fan News

Modifica password

Inserisci la password attuale: Inserisci la nuova password: Conferma la nuova password:

Grazie per il tuo commento!

Il commento sarà pubblicato appena moderato.

Grazie per aver compilato il form

A breve riceverai un feedback dallo staff di Gazzetta Fan News.

Grazie

Hai completato la tua registrazione! Inizia subito a partecipare alla community di GazzaNet

Continua la tua navigazione

Login

RECUPERA PASSWORD

Per recuperare la password inserisci la tua email.



Inserisci la tua nuova password.