CR7-Juve, operazione di marketing o di campo?

La Juventus si è aggiudicata le prestazioni del fuoriclasse portoghese che si trasferisce a Torino in cambio di un compenso da capogiro

di Francesca Landini
Francesca Landini
(144 articoli pubblicati)
CR7

La Juventus e Cristiano Ronaldo, ovvero la squadra più titolata in Italia ed il calciatore più forte degli ultimi tempi. CR7 ha scelto di trasferirsi a Torino per sposare il progetto bianconero di Massimiliano Allegri. Un acquisto pirotecnico e sensazionale, quello della squadra di Agnelli, che avrà risvolti positivi non solo sul terreno di gioco ma anche e soprattutto al di fuori di esso. 

Ronaldo è un fenomeno, uno dei giocatori più forti al mondo e, inevitabilmente, sarà capace di modificare il volto dell’attacco bianconero. Il portoghese è pronto per vivere una nuova esperienza dopo aver vinto tutto in nove anni nel Real Madrid. La Juventus, con l’acquisto di CR7 mira a conquistare quella Champions League solo sfiorata e mai raggiunta negli ultimi anni. L’attaccante di Madeira, dal canto suo, ha trovato nei bianconeri la squadra che può garantire ad esso un ingaggio faraonico (di circa 30 milioni di euro a stagione). Cifre da capogiro e giustificate solo in parte dalla bravura di Cristiano. A tutto c’è un limite ed in questa operazione il limite lo si passa abbondantemente. La Juventus per coprire gli infiniti costi che l’ingaggio “dell’azienda” Cristiano Ronaldo comporta, punta tutto sul Marketing e su aspetti collaterali al campo di gioco. Primo tra tutti gli abbonamenti che hanno registrato un aumento medio del prezzo di circa il 30% in ogni settore. Un notevole rincaro per i fedelissimi bianconeri che vogliono seguire la propria squadra dagli spalti dell’Allianz Stadium. Un altro aspetto da tenere conto per “ammortizzare” il cartellino di CR7 è quello del merchandising. Quante magliette e quanti gadget con il nome del fenomeno portoghese venderà lo store juventino? Un numero inimmaginabile ma sicuramente altissimo. Quale ragazzino non sogna la maglia di CR7? L’acquisto del numero 7, come già anticipato, gioverà sia a livello calcistico sia a livello di introito. Lo sforzo iniziale che la società deve affrontare, a mio parere, sarà ampiamente ripagato dalle prestazioni del portoghese in campo e dai ricavi che un campione di questo calibro garantisce alla sua società di appartenenza. 

Una domanda sorge spontanea: la Juventus ha concluso questa operazione per migliorare il suo tasso tecnico oppure per garantirsi un notevole incremento degli incassi (provenienti dal merchandising, dai biglietti, dagli abbonamenti ecc..)? Molto probabilmente entrambi i motivi sono interconnessi e sono risultati determinanti per lo sbarco di CR7 nel campionato italiano. Un torneo che torna alla ribalta, dopo anni di buio e di scarsa considerazione.  

Fonte: l'autore Francesca Landini

DI' LA TUA

0
0 COMMENTI

Inserisci qui il tuo commento

Gazzetta Fan News

Modifica password

Inserisci la password attuale: Inserisci la nuova password: Conferma la nuova password:

Grazie per il tuo commento!

Il commento sarà pubblicato appena moderato.

Grazie per aver compilato il form

A breve riceverai un feedback dallo staff di Gazzetta Fan News.

Grazie

Hai completato la tua registrazione! Inizia subito a partecipare alla community di GazzaNet

Continua la tua navigazione

Login

RECUPERA PASSWORD

Per recuperare la password inserisci la tua email.



Inserisci la tua nuova password.