UEFA Nations League: la vera Croazia si è fermata al Mondiale

Ad Elche esaltante prestazione della Spagna azzera ogni velleità dei vice-campioni del Mondo. Asensio mattatore della serata: un gol (e mezzo) e tre assist

di Antonio Salvati
Antonio Salvati
(78 articoli pubblicati)
il Trofeo della Nation League

Ultima giornata dedicata alla Nations League, prima di rituffarsi nel campionato. Vediamo, nel dettaglio, quanto accaduto in questo Martedì di partite.

LEAGUE A - Nel Gruppo 2, esordio positivo per il Belgio andato ad imporsi in Islanda con un netto e sonoro 3:0. A Reykjavik, le diables rouges sbloccano la gara e nell'arco di due minuti mettono al sicuro il risultato: rigore di Hazard (29') e Lukaku (31') mandano a riposo sul 2:0 il Belgio. Nella ripresa, doppietta personale per Lukaku (81') a fissare il punteggio sul 3:0 finale. In classifica, Belgio e Svizzera sono appaiate a 3 punti, mentre l'Islanda è ferma ancora a 0 punti, con l'aggravante di essere l'unica del girone ad aver disputato due partite. Per i nordici, retrocessione in League B ad un passo.

Nel Gruppo 4, ad Elche la Spagna da' una lezione di calcio ai vice-campioni del Mondo, la Croazia, bersagliandola senza pietà e chiudendo la gara con un tennistico 6:0. Eppure, la Croazia non aveva cominciato male, mettendo in difficoltà la Spagna per almeno venti minuti, poi l'infortunio di Vrsaljko cambia volto all'incontro. Saul, eroe di casa, la sblocca di testa (24'), poi sale in cattedra Asensio, mettendo a segno prima il raddoppio (33') e propiziando l'autorete di Kalinic (35'). Nella ripresa, la stella del Real Madrid si trasforma in uomo-assist, mettendo a referto tre passaggi vincenti di cui beneficiano Rodrigo (49'), Ramos (57') ed infine Isco (70'). Spagna dominante, ma Croazia davvero irriconoscibile. In classifica, la Spagna guida a punteggio pieno, con 6 punti, ed un piede nelle final four. Seguono Inghilterra e Croazia ancora a 0 punti, in attesa del loro scontro diretto.

LEAGUE B - Nel Gruppo 3, la Bosnia conferma la testa della classifica battendo in casa, a Zenica, l'Austria. La partita si sblocca nel finale e porta una firma "italiana": Edin Dzeko (78'). In classifica, la Bosnia si porta a 6 punti e una seria ipoteca sul passaggio in League A, seguono Austria e Irlanda del Nord ancora ferme a 0 punti.

LEAGUE C - Nel Gruppo 2, la Finlandia centra la seconda vittoria consecutiva. A Turku, i padroni di casa s'impongono contro l'Estonia con lo stesso punteggio e stesso marcatore della partita contro l'Ungheria. Termina, infatti, 1:0 con gol di Pukki (12'). L'Ungheria smuove la sua classifica, battendo, in casa, la Grecia. A Budapest accade tutto nel primo tempo: Sallai (15') porta in vantaggio i magiari, recuperati subito dal pareggio di Manolas (18'). Sul finale di tempo il gol partita di Kleinheisler (42'). In classifica, FInlandia a punteggio pieno con 6 punti, seguono Ungheria e Grecia con 3 punti, chiude l'Estonia a 0 punti.

LEAGUE D - Nel Gruppo 2, continua il sogno del Lussemburgo che approfitta del turno favorevole in trasferta contro San Marino. All'Olimpico di Serravalle finisce 3:0 per gli ospiti: gol di Chanot (9'), Joachim (45') e Sinani (52'). A Chisinau, Moldavia e Bielorussia si annullano in un modesto 0:0 senza grosse emozioni. In classifica, Lussemburgo guida con 6 punti, segue la Bielorussia con 4 punti, Moldavia con 1, e San Marino ancora a 0 punti.

Fonte: l'autore Antonio Salvati

DI' LA TUA

0
0 COMMENTI

Inserisci qui il tuo commento

Gazzetta Fan News

Modifica password

Inserisci la password attuale: Inserisci la nuova password: Conferma la nuova password:

Grazie per il tuo commento!

Il commento sarà pubblicato appena moderato.

Grazie per aver compilato il form

A breve riceverai un feedback dallo staff di Gazzetta Fan News.

Grazie

Hai completato la tua registrazione! Inizia subito a partecipare alla community di GazzaNet

Continua la tua navigazione

Login

RECUPERA PASSWORD

Per recuperare la password inserisci la tua email.



Inserisci la tua nuova password.