La Scozia torna agli Europei dopo 24 anni

La Tartan Army batte ai rigori 5-4 la Serbia e stacca il pass per Euro 2021 dove si rinnoverà la rivalità con l'Inghilterra

di Pierfrancesco Pastore
Pierfrancesco Pastore
(14 articoli pubblicati)
Scotland v Israel - UEFA EURO 2020 Play-

Finalmente la Scozia torna nelle competizioni che contano, sono passati ben 22 anni dalla partecipazione ai Mondiali di Francia '98. Il cammino in terra gallica si era fermato, come sempre, al primo turno con un solo punto conquistato contro la Norvegia e ultimi nel girone. La Scozia ha otto partecipazioni ai Mondiali, di cui una nel 1986 allenata da Sir Alex Ferguson, ma solo due partecipazioni agli Europei anche queste finite al primo turno.

I ragazzi di Clarke sono riusciti con solidità a battere la più quotata Serbia. Dopo essere passati in vantaggio al 52' con Christie, i Tartani sono stati raggiunti al 90' da un gol di Luka Jovic. Supplementari con poche emozioni che portano agli inevitabili calci di rigore. Tutti a segno quelli della Scozia ed è proprio il capocannoniere delle qualificazioni, Mitrovic, a sbagliare il quinto e decisivo rigore che regala agli scozzesi il pass per Euro 2021.

L'ultima partecipazione a un Europeo risale al 1996 proprio in Inghilterra e nel girone dei vicini padroni di casa. La Scozia uscì da terza a pari punti con l'Olanda. Ad Euro 2021 i Tartani saranno sia padroni di casa che ospiti, infatti, giocheranno due partite a Glasgow e una a Wembley contro l'Inghilterra.

Tutti conoscono la rivalità sia sportiva che politica tra Scozia e Inghilterra. Nonostante appartengano allo stesso regno gli scozzesi si sono sempre sentiti indipendenti dalla corona, a Euro '96 si presentarono con una divisa tutta blu scuro e con i disegni tartan sui pantaloni a richiamare il kilt e le loro origini. Da segnalare l'apertura della federcalcio scozzese all'uso della lingua gaelica scozzese. Da qualche anno, oltre a Scotland contenuto nello stemma, è presente nel retro della maglia o nei calzettoni una piccola scritta che richiama il nome gaelico della nazione, Alba.

La Scozia ha almeno tre possibili inni: Scotland the Brave, Flower of Scotland e Scots Wha Hae. Di solito prima delle partite di calcio e di rugby viene suonata Flower of Scotland ma quanto sarebbe affascinante ascoltare Scotland The Brave a Wembley contro l'Inghilterra?

"Odi, quando scende la notte, Senti!
Senti, le cornamuse suonare, 
Chiamare con impeto e orgoglio, 
Giù verso la vallata. 
Laddove dormono le colline, 
Ora avverti il sangue sobbalzare, 
Alto come gli spiriti dei grandi uomini delle Highlands."

Scotland v England - FIFA 2018 World Cup
Fonte: l'autore Pierfrancesco Pastore

DI' LA TUA

0
0 COMMENTI

Inserisci qui il tuo commento

Gazzetta Fan News

Modifica password

Inserisci la password attuale: Inserisci la nuova password: Conferma la nuova password:

Grazie per il tuo commento!

Il commento sarà pubblicato appena moderato.

Grazie per aver compilato il form

A breve riceverai un feedback dallo staff di Gazzetta Fan News.

Grazie

Hai completato la tua registrazione! Inizia subito a partecipare alla community di GazzaNet

Continua la tua navigazione

Login

RECUPERA PASSWORD

Per recuperare la password inserisci la tua email.



Inserisci la tua nuova password.