Prende il via la Premier League 2019/20: che stagione sarà? (parte 9)

Il Manchester City pigliatutto dovrà difendere il titolo dall'assalto del Liverpool campione d'Europa, salvo sorprese. Attenzione a Everton e Leicester

di Stefano Boffa
Stefano Boffa
(164 articoli pubblicati)
Premier League logo

WATFORD

Dalle parti di Vicarage Road, nell'ultima stagione si stava vivendo un sogno, ovvero, la possibile vittoria della FA Cup, la quale avrebbe potuto significare anche una sorprendente qualificazione in Europa League. Peccato che dinanzi agli Hornets si sia presentato il Manchester City fresco campione d'Inghilterra. Risultato: 0-6 per i Citizens e addio sogni di gloria. La famiglia Pozzo, dopo i comunque apprezzabili risultati in Premier e l'Europa mancata per un soffio, ha deciso di investire sul suo giocattolo d'Oltremanica per poter consegnare al tecnico spagnolo Javi Gracia una squadra competitiva per poter tentare il salto di qualità. In difesa, visto il ritiro dall'attività agonistica di Britos, è arrivato l'esperto Craig Dawson dal WBA ed è rientrato il terzino sinistro Foulquier dal prestito al Getafe (quest'ultimo non è detto che resti); a centrocampo, ecco il giovane nigeriano scuola-City Dele-Bashiru; in attacco, infine, sono arrivati due grandi nomi: l'ex Arsenal Danny Welbeck e il talentuoso nazionale senegalese Ismaila Sarr dal Rennes. Con l'ossatura della squadra mantenuta intatta e la permanenza di giocatori molto richiesti come "El Tucu" Pereyra, l'ex milanista Deulofeu e il centrocampista francese Doucouré, le possibilità di migliorare l'undicesimo posto dello scorso anno sono aumentate considerevolmente. Se poi ci scappa anche il ritorno in Europa League dopo 36 anni, tanto di guadagnato.

WEST HAM UNITED

Nell'Est di Londra si continua a sognare in grande e a fare investimenti da club di blasone, ma i risultati stentano ad arrivare e il tifo inizia a mostrare segnali di insofferenza. Il decimo posto dell'anno scorso è stato visto alla stregua di un fallimento, visto il mancato approdo alle coppe europee, per questo il duo Sullivan-Gold ha voluto investire ulteriormente per fornire al tecnico Pellegrini una squadra capace di poter concorrere per un posto in Europa League. Nonostante i grandi problemi avuti in difesa nella scorsa stagione (55 gol subiti), i maggiori investimenti sono arrivati in attacco (considerati anche gli addii di Arnautovic e Carroll) e i grandi colpi di questa sessione estiva da parte degli Hammers sono rappresentati dal centravanti francese Haller (protagonista di una grande stagione con l'Eintracht Francoforte e pagato 40 milioni di euro), dal promettente centravanti svizzero Alban Ajeti (ex Basilea) e dal fantasista spagnolo campione d'Europa under 21 Pablo Fornals (arrivato dal Villarreal e strappato di mano al Napoli). In difesa, invece, aspettando il recupero completo di Winston Reid, è arrivato il giovane portoghese Gonçalo Cardoso dal Boavista, un po' poco per poter far rifiatare i vari Balbuena, Ogbonna e Diop. Con i recuperi completi di Lanzini e Yarmolenko, l'esperienza di Wilshere, Zabaleta, Fabianski e del "Chicharito" Hernandez e l'esplosione definitiva di Felipe Anderson, gli Hammers potrebbero davvero avere tutte le carte in regola per tentare l'assalto all'Europa, ma la discontinuità, i problemi fisici cronici di alcuni giocatori e la coperta corta in difesa potrebbero risultare fatali.

WOLVERHAMPTON WANDERERS

39 anni. Ecco quanto tempo era passato dall'ultima partecipazione alle coppe europee del Wolverhampton. Un ritorno diventato realtà dopo il settimo posto della scorsa stagione, da neopromossa oltretutto. Il club del colosso cinese Fosun ha deciso di fare acquisti mirati per poter arrivare alla fase a gironi della seconda competizione europea (Torino permettendo), consegnando giovani scommesse e talenti puri all'esperto tecnico portoghese Nuno Espirito Santo. In difesa è arrivato il campione d'Europa under 21 Jesus Vallejo in prestito dal Real Madrid; a centrocampo, ecco le scommesse portoghese ex lazio Pedro Neto e Bruno Jordao; in attacco, l'ex milanista Patrick Cutrone. Questi colpi, affiancati ai riscatti di Dendoncker e Raul Jimenez e alle permanenze di Moutinho, Ruben Neves e Rui Patricio, potrebbero  far sognare in grande il pubblico dei Wolves.

Fonte: l'autore Stefano Boffa

DI' LA TUA

0
0 COMMENTI

Inserisci qui il tuo commento

Gazzetta Fan News

Modifica password

Inserisci la password attuale: Inserisci la nuova password: Conferma la nuova password:

Grazie per il tuo commento!

Il commento sarà pubblicato appena moderato.

Grazie per aver compilato il form

A breve riceverai un feedback dallo staff di Gazzetta Fan News.

Grazie

Hai completato la tua registrazione! Inizia subito a partecipare alla community di GazzaNet

Continua la tua navigazione

Login

RECUPERA PASSWORD

Per recuperare la password inserisci la tua email.



Inserisci la tua nuova password.