La sesta settimana europea dei club italiani (parte 1)

Disastro totale: dal possibile en plein a ben tre eliminazioni maturate in extremis per differenza reti. Unica notizia positiva: Juve prima nel girone

di Stefano Boffa
Stefano Boffa
(164 articoli pubblicati)
Olympique de Marseille v Club Atletico d

EUROPA LEAGUE

LAZIO-EINTRACHT FRANCOFORTE: Sconfitta casalinga beffarda per la Lazio nell'amichevole di lusso giocata contro l'Eintracht Francoforte per 2-1. Le due squadre erano già sicure del passaggio ai sedicesimi da ben due turni (rispettivamente come seconda e prima del girone) e quindi hanno deciso di far ruotare un po' gli uomini per preservare le forze in vista dei prossimi impegni più importanti. Nonostante una situazione molto rovente fuori dal campo, tra tafferugli e atti vandalici vari, la partita scorre tranquilla con pochissime occasioni da una parte e dall'altra. Nella ripresa, all'improvviso, arriva il vantaggio della Lazio con Correa, bravo a sfruttare il filtrante vincente di Luis Alberto con un diagonale mortifero che non lascia scampo a Ronnow. L'Eintracht non ci metterà molto a ribaltare la situazione: prima trova il pari con Gacinovic grazie ad una conclusione da fuori area spettacolare ed imparabile per Proto; poi trova il gol del vantaggio definitivo con Haller, il quale si aiuta con la mano per poter completare l'uno-due vincente con Gacinovic. Sconfitta che serve solo a certificare lo stato di forma poco felice attraversato dai Biancocelesti, che non vincono da 6 partite, mentre l'Eintracht, chiudendo a punteggio pieno il proprio girone, diventa la prima squadra tedesca a centrare quest'impresa in campo europeo. Nell'altro match del girone, il Marsiglia chiude la sua terrificante Europa League perdendo in casa per 3-1 contro i ciprioti dell'Apollon Limassol.

OLYMPIAKOS-MILAN: L'ultima beffa di questa giornata da incubo per le italiane in Europa la regala il Milan, sconfitto per 3-1 dai greci dell'Olympiakos nella bolgia del Karaiskakis e salutano prematuramente e sorprendentemente la seconda competizione europea. Partita caratterizzata non solo dalle numerose assenze in casa rossonera (oltre ai soliti noti, Gattuso ha dovuto rinunciare all'ultimo momento anche a Suso), ma anche da un arbitraggio ai limiti del ridicolo e dai cambi scriteriati a partita in corso operati dal tecnico di Corigliano Calabro (molto discusso il cambio di Laxalt per Cutrone sul 2-1), la cui posizione è a rischio insieme a quella del deludente Higuaín. Dopo un primo tempo che aveva visto il Milan gestire la situazione, ecco che, nella ripresa, arriva all'improvviso il vantaggio dei greci: corner battuto rapidamente dai padroni di casa con l'arbitro che faceva arretrare Castillejo a distanza richiesta e con la palla piazzata fuori dalla lunetta, pallone messo in mezzo da Fortounis e, nell'incredibile parapiglia creatosi, il tocco vincente è quello di Pape Cissé, che sblocca la partita e dimezza il vantaggio rossonero nella differenza reti. Pochi minuti più tardi, la deviazione beffarda di Zapata sulla conclusione dalla distanza senza pretese dell'ex Udinese Guilherme permette all'Olympiakos di portarsi sul 2-0 e, di conseguenza, ai sedicesimi, ma il Milan non molla: calcio d'angolo di Çalhanoglu dalla sinistra e stacco vincente di Zapata, che riesce a battere di testa un incerto Jose Sà in uscita grazie all'ausilio della goal-line technology. Nel finale di gara, arriva l'episodio più controverso della partita e che ha scatenato le ire del dt milanista Leonardo: corner di Koutris e contrasto aereo tra Abate e Torosidis a centro area. L'arbitro indica clamorosamente il dischetto per una presunta trattenuta del difensore milanista. Rigore e ammonizione per Abate. Dagli undici metri, Fortounis è freddissimo nello spiazzare Reina e a consegnare la qualificazione ai suoi. Il convulso finale di gara, tra invasioni e palloni lanciati in campo, certifica l'eliminazione dei Rossoneri. Nell'altro match del girone, primo storico punto europeo ottenuto dal Dudelange in casa, il quale impone lo 0-0 al Betis Siviglia già qualificato, con questi ultimi che ottengono il primato nel girone da imbattuti.

Fonte: l'autore Stefano Boffa

DI' LA TUA

0
0 COMMENTI

Inserisci qui il tuo commento

Gazzetta Fan News

Modifica password

Inserisci la password attuale: Inserisci la nuova password: Conferma la nuova password:

Grazie per il tuo commento!

Il commento sarà pubblicato appena moderato.

Grazie per aver compilato il form

A breve riceverai un feedback dallo staff di Gazzetta Fan News.

Grazie

Hai completato la tua registrazione! Inizia subito a partecipare alla community di GazzaNet

Continua la tua navigazione

Login

RECUPERA PASSWORD

Per recuperare la password inserisci la tua email.



Inserisci la tua nuova password.