Il resoconto della seconda giornata di Coppa d’Asia (gruppi A-B)

La Thailandia vince e si rilancia; prima gioia anche per gli EAU di Zaccheroni e per l'Australia campione in carica; Giordania prima qualificata agli ottavi

di Stefano Boffa
Stefano Boffa
(117 articoli pubblicati)
Korea Republic v Australia - 2015 Asian

GRUPPO A

BAHREIN-THAILANDIA: L'ultima volta avevamo lasciato la Thailandia all'indomani di una débâcle calcistica senza precedenti, ovvero, la larga sconfitta per 4-1 contro l'India, la quale non vinceva un match di Coppa d'Asia dal lontano 1964, e che era costata il posto da ct degli Elefanti da Guerra al tecnico serbo Rajevac, sostituito da Yodyardthai. Tutti a Dubai si sarebbero aspettati una partita dall'esito scontato in favore di un Bahrein, a cui era stata scippata una vittoria contro gli EAU padroni di casa con un rigore molto contestato, ed invece la Thailandia pesca il coniglio dal cilindro ed ottiene un 1-0 vitale per alimentare le proprie speranze di qualificazione, inguaiando proprio il Bahrein. Dopo un primo tempo avaro d'emozioni dove comunque era il Bahrein ad avere il pallino del gioco, nella ripresa la partita si sblocca in favore dei thailandesi alla prima vera occasione da gol della partita con Songkrasin al 58', bravo a raccogliere un pallone vagante in area proveniente da destra e a scagliarlo con precisione sotto la traversa al volo col mancino.  Dopo il gol, la Thailandia ha avuto anche due occasioni clamorose per raddoppiare: la prima con Kraisorn che si è fatto negare il gol dal palo; poi con Dangda, che si vede infrangere la sua splendida serpentina dinanzi al riflesso fulmineo di ShubbarThailandia che riapre tutto, Bahrein ad un passo dal baratro dell'eliminazione.

INDIA-EAU: Dopo il ritorno alla vittoria in Coppa d'Asia che mancava da 55 anni, l'India si apprestava ad affrontare gli EAU padroni di casa ad Abu Dhabi per chiudere il discorso qualificazione, ma invece si è ritrovato con il discorso rimandato all'ultima partita col Bahrein, dato che gli EAU, questa volta, non hanno fallito l'appuntamento con la vittoria grazie ad un 2-0 cinico e spietato. Eppure i Bhangra Boys erano partiti meglio ed avevano fatto scaldare i guanti di Eisa in un paio d'occasioni, poi però, al 41'Khalfan Mubarak sblocca la partita con una splendida conclusione in area sotto la traversa. Nella ripresa, dopo un legno per parte (traversa indiana con U. Singh e palo emiratino con Al Hammadi), al 88'Mabkhout chiude i conti con una splendida conclusione in area di classe che consegna la prima vittoria agli uomini di Zaccheroni e la vetta del Gruppo A con 4 punti.

GRUPPO B

GIORDANIA-SIRIA: Missione compiuta per la Giordania, la quale riesce ad archiviare la pratica Siria per 2-0 in quel di Al Ain e diventa la prima squadra di questa edizione della Coppa d'Asia a staccare il pass per gli ottavi di finale. Come in occasione della partita con l'Australia, la Giordania si dimostra squadra cinica e, pur lasciando il pallino del gioco agli avversari, riesce a colpire al momento opportuno e a difendersi con ordine, senza mai strafare. La partita si è decisa tutta nei primi 45' di gioco: il primo gol lo realizza Al Tamari al 26', pronto nel deviare in rete un tiro cross dalla destra di Al Rawashdeh; il secondo e ultimo gol, al 43', porta la firma di Khattab, bravo a saltare più in alto di tutti su azione da calcio d'angolo. All'indomani della sconfitta, la Federcalcio siriana presenterà il benservito al ct tedesco Stange, sostituendolo con Ibrahim per l'ultima partita del girone contro l'Australia.

PALESTINA-AUSTRALIA: Tutto troppo facile per l'Australia: a Dubai, i Socceroos s'impongono con un netto 3-0 sulla malcapitata Palestina e si rimettono in corsa per un posto agli ottavi di finale.  L'Australia sblocca subito la partita grazie a Maclaren al 18', bravo nel deviare in rete di testa un cross dalla trequarti di Rogic; il raddoppio arriva subito dopo 2 giri di orologio con Mabil, che appoggia in rete di piatto il suggerimento al bacio dell'ex Lazio e Salernitana Oikonomidis. Nella ripresa, al 90', arriva anche il terzo e ultimo sigillo messo a segno da Giannou di testa su azione da corner. Australia che si giocherà con la Siria il secondo posto nel girone, ma lo farà senza lo squalificato Sainsbury.    

Fonte: l'autore Stefano Boffa

DI' LA TUA

0
0 COMMENTI

Inserisci qui il tuo commento

Gazzetta Fan News

Modifica password

Inserisci la password attuale: Inserisci la nuova password: Conferma la nuova password:

Grazie per il tuo commento!

Il commento sarà pubblicato appena moderato.

Grazie per aver compilato il form

A breve riceverai un feedback dallo staff di Gazzetta Fan News.

Grazie

Hai completato la tua registrazione! Inizia subito a partecipare alla community di GazzaNet

Continua la tua navigazione

Login

RECUPERA PASSWORD

Per recuperare la password inserisci la tua email.



Inserisci la tua nuova password.