Il resoconto della prima giornata di Coppa d’Asia (gruppi E-F)

Giappione e Uzbekistan, vittorie col brivido; Arabia Saudita sul velluto; buona la prima anche per il Qatar

di Stefano Boffa
Stefano Boffa
(117 articoli pubblicati)
Korea Republic v Australia - 2015 Asian

GRUPPO E

ARABIA SAUDITA-COREA DEL NORD: Partenza col botto per i Figli del Deserto, usciti vittoriosi da Dubai per 4-0 contro la Corea del Nord degli "italiani" Han Kwang-song e Choe Song-hyok. La partita è stata assolutamente a senso unico, con gli uomini di Pizzi che hanno deliziato il pubblico con giocate sopraffine da pura accademia. Esempi lampanti del caso arrivano dai gol realizzati dai sauditi: il primo gioiello è quello di Babhir, che dalla sinistra pesca il jolly con un destro a giro all'angolino imparabile per il portiere; il secondo gol è un'altra perla, questa volta ad opera di Al Fatil, che prende il tempo alla difesa avversaria con una deviazione di tacco volante sulla punizione battuta da Al Moghawi; il terzo gol lo realizza Al Dawsari, bravo a saltare il suo diretto marcatore e fortunato nel trovare la deviazione vincente di un difensore sul suo tiro; il quarto e ultimo gol  lo firma Al Muwallad, cinico nell'approfittare del buco difensivo di Kim Song-gi su un lancio innocuo, girando il pallone in rete dall'interno dell'area di rigore. Anche l'Arabia Saudita risponde presente per la rincorsa al titolo.

QATAR-LIBANO: Vittoria cinica e fondamentale per il Qatar, che con un classico 2-0 riesce a regolare la pratica Libano e a tenere il passo dell'Arabia Saudita. Partita spigolosa quella giocatasi ad Al Ain, che ha visto un Libano molto ordinato e volenteroso mettere alle corde un Qatar un po' lento e prevedibile e che ha rischiato di chiudere sotto di un gol il primo tempo, ma per fortuna dei qatarioti, l'arbitro ha annullato (giustamente) il gol del possibile vantaggio libanese di Ali Hamam per un fallo di Felix Melki su Salman. Nella ripresa, al 65', il Qatar sblocca il punteggio grazie a Hisham Al Rawi, che indovina una splendida traiettoria su punizione dal limite; il raddoppio arriverà al 79' con Ali Abdulla, bravo a ribadire in rete una corta respinta del portiere libanese sulla conclusione ravvicinata di Hatem.

GRUPPO F

GIAPPONE-TURKMENISTAN: Tanti, troppo patemi per il Giappone. Ad Abu Dhabi, il Turkmenistan fa sudare freddo un Giappone sì di gran lunga superiore e vittorioso per 3-2, ma che ha peccato di presunzione e che ha sbagliato fin troppo per essere una squadra che punta alla vittoria finale. Certo, i Samurai Blu hanno dovuto salutare Honda, Kawashima e Hasebe ed hanno dovuto rinunciare a Kagawa e Okazaki per infortunio, ma la partita contro i modesti turkmeni era da vincere con autorevolezza. Il primo tempo il Giappone lo chiude addirittura sotto di un gol a causa della bordata vincente di Amanov al 26' che, dai 30 metri circa, sorprende un Gonda non esente da colpe, che però si farà momentaneamente perdonare negando a Mingazov il gol del raddoppio prima dell'intervallo. Nella ripresa sale in cattedra l'attaccante nipponico Osako: prima realizza il gol del pareggio al 56' dopo una splendida giocata in area di rigore di spalle alla porta; poi, al 60', realizza anche la sua doppietta personale appoggiando a porta sguarnita il pallone affidatogli da Nagatomo, lesto nell'approfittare di un malinteso tra Saparov e il portiere Orazmuhammedov; infine, ispira l'azione per il terzo gol realizzato al 71' da Doan, bravo a girare il pallone all'angolino col mancino. Al 79', Gonda decide di movimentare il finale di partita causando il rigore poi realizzato da Atayev, ma alla fine i nipponici fanno loro i 3 punti.

UZBEKISTAN-OMAN: Buona la prima in Coppa d'Asia anche per l'Uzbekistan di Hector Cuper che a Sharjah, nonostante una partita di sofferenza, riesce a battere uno sfortunatissimo Oman per 2-1. Eroe della gara è stato il portiere uzbeko Nesterov, autore di almeno 4 parate decisive. Il gol del vantaggio dei Lupi Bianchi arriva al 34' con Akhmedov su punizione;  il pari lo firmerà al 72' Al Ghassari battendo Nesterov in uscita bassa, ma sarà Shomurodov al 85' a realizzare il gol partita al termine di una splendida azione personale. L'Uzbekistan chiuderà in 10 per l'espulsione nel finale di Krimets

Fonte: l'autore Stefano Boffa

DI' LA TUA

0
0 COMMENTI

Inserisci qui il tuo commento

Gazzetta Fan News

Modifica password

Inserisci la password attuale: Inserisci la nuova password: Conferma la nuova password:

Grazie per il tuo commento!

Il commento sarà pubblicato appena moderato.

Grazie per aver compilato il form

A breve riceverai un feedback dallo staff di Gazzetta Fan News.

Grazie

Hai completato la tua registrazione! Inizia subito a partecipare alla community di GazzaNet

Continua la tua navigazione

Login

RECUPERA PASSWORD

Per recuperare la password inserisci la tua email.



Inserisci la tua nuova password.